Il Regno Unito elimina i test COVID per i viaggiatori completamente vaccinati dall’11 febbraio. Obbligo del form di localizzazione per tutti

il


Gli arrivi in ​​Inghilterra che non sono completamente vaccinati dovranno solo sostenere un test prima della partenza e un test PCR entro il secondo giorno dopo l’arrivo in Inghilterra.

Ieri la Gran Bretagna ha annunciato che eliminerà i requisiti del test COVID-19 per i viaggiatori completamente vaccinati che entrano in Inghilterra dal mese prossimo.

Il segretario ai trasporti del Regno Unito Grant Shapps ha rilasciato una dichiarazione alla Camera dei Comuni in cui ha delineato l’aggiornamento sui viaggi COVID, confermando che dalle 4:00 ora locale dell’11 febbraio i viaggiatori che hanno ricevuto entrambe le dosi di un vaccino COVID non saranno più tenuti a fare un test entro due giorni di arrivare in Inghilterra.

“Stiamo rimuovendo tutte le misure di test per gli arrivi ammissibili completamente vaccinati in Inghilterra dalle 4 del mattino dell’11 febbraio”, ha affermato Shapps.

“Questi cambiamenti sono stati resi possibili dal successo del nostro vaccino e dal lancio di booster.

Gli arrivi in ​​Inghilterra di chi non è completamente vaccinato dovranno solo sostenere un test prima della partenza e un test PCR entro il secondo giorno dopo l’arrivo in Inghilterra.

Tutti i passeggeri dovranno comunque compilare un modulo di localizzazione dei passeggeri “, ha affermato.

Shapps ha chiarito che “completamente vaccinato” significa due dosi di una vaccinazione approvata, comprese quelle somministrate in India, o una dose di un vaccino Janssen.

“Ciò significa che dopo mesi di test pre-partenza, test post-arrivo, autoisolamento, spese aggiuntive, tutto ciò che le persone completamente vaccinate dovranno ora fare, quando si recheranno nel Regno Unito, è verificare il loro stato tramite un locator passenger form, “Shapps ha detto alla Camera dei Comuni.

Il ministro ha affermato che i passeggeri che non si qualificano come completamente vaccinati non saranno più tenuti a fare un test dell’ottavo giorno dopo l’arrivo o ad autoisolarsi.

“Dovranno comunque compilare un modulo di localizzazione passeggeri per dimostrare la prova di un test COVID negativo eseguito due giorni prima del viaggio e devono comunque eseguire un test PCR post-arrivo”, ha affermato.

Il primo ministro Boris Johnson aveva rivelato l’aggiornamento di viaggio in precedenza parlando ai giornalisti durante una visita a un ospedale di Milton Keynes, nel Buckinghamshire, poiché ha affermato che i dati giornalieri sulla variante di Omicron stanno migliorando ed era giunto il momento che il paese fosse più aperto ai viaggiatori .

Durante il fine settimana, il Regno Unito ha registrato 74.799 casi e 75 decessi per COVID.

“Anche se dobbiamo essere cauti, ora ci stiamo muovendo attraverso l’onda Omicron e puoi vedere che le cifre stanno iniziando a migliorare”, ha detto Johnson.

“Quindi quello che stiamo facendo in viaggio, per dimostrare che questo Paese è aperto agli affari, aperto ai viaggiatori, vedrai cambiamenti in modo che le persone che arrivano non debbano più fare i test se sono state vaccinate, se sono state vaccinate doppiamente , “Egli ha detto.

I viaggiatori completamente vaccinati attualmente devono eseguire un test del flusso laterale o PCR entro due giorni dall’arrivo in Inghilterra dopo che un requisito di test pre-arrivo è stato eliminato all’inizio di questa settimana.

Le regioni devolute di Scozia, Galles e Irlanda del Nord di solito adottano regole simili sui viaggi.

La mossa sarà accolta favorevolmente dall’industria dei viaggi e del turismo, uno dei settori più gravemente colpiti al mondo dalle misure di blocco del coronavirus.

Ci sono state richieste diffuse affinché il governo abbandoni l’onere dei test per coloro che hanno avuto almeno due dosi di un vaccino COVID.

Il governo ha indicato che è probabile che anche la terza dose di richiamo venga aggiunta al cosiddetto pass per il vaccino COVID per qualificarsi come completamente vaccinato, in futuro.

Secondo le regole attuali che cambieranno dall’11 febbraio, i viaggiatori che non sono completamente vaccinati devono sostenere un test pre-partenza e due test PCR post-arrivo, che sono più costosi della versione a flusso laterale.

Devono anche autoisolarsi per 10 giorni.

Da giovedì, le restrizioni più severe del Piano B in Inghilterra scadono, il che significa che i pass COVID per l’ingresso in luoghi più grandi e l’uso obbligatorio delle maschere per il viso saranno demoliti e alle persone non verrà più detto di lavorare da casa.

Segue un annuncio in Parlamento la scorsa settimana che conferma che l’onda Omicron ha molto probabilmente raggiunto il picco nel paese.

da

https://www.newindianexpress.com/world/2022/jan/25/uk-scraps-covid-tests-for-fully-vaccinated-travellers-from-february-11-2410896.html

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.