ASSOVOLO: la FAST Comparto Volo confluisce in Assovolo Trasporto Aereo

il

“La coerenza nella difesa dei diritti dei lavoratori è la nostra unica regola di riferimento, unvalore non negoziabile che ci viene riconosciuto dagli iscritti e anche dalle altre sigle sindacali”così Davide Carovana, Segretario generale di Assovolo, commenta la richiesta della FastComparto Volo di confluire in ASSOVOLO.

La decisione è maturata in un incontro tenutosi a margine della conferenza “il Diritto di averediritti – Le illegalità di ITA Airways verso i lavoratori Alitalia e il ricorso alla magistratura” del27 gennaio 2022 presso il Centro Congressi Cavour.

“ASSOVOLO in passato è stato affiliato alla FAST ma se ne è distaccato a seguito di gravidivergenze sulla linea tenuta dalla Federazione nella vicenda Alitalia – ITA, culminate nella firma – da noi non condivisa – degli accordi del 2 dicembre 2021.

” Tali accordi fondano sulla premessa della legittimazione da parte delle sigle confederali di unpercorso negoziale che ASSOVOLO contesta alla radice, ritenendolo non rispettoso delle normeitaliane ed europee in materia di cessione di ramo d’azienda e di discriminazione dei lavoratori,contro i quali ha patrocinato un ricorso alla magistratura stanno aderendo centinaia dilavoratori ex ALITALIA.

Altro profilo critico è la previsione di aumento del numero di iscrittinecessario per la rappresentatività in azienda, passata dal 5 al 15% della forza lavoro,contrariamene alle disposizioni del Testo Unico sulla Rappresentanza di Confindustria del10/!/2014.

ASSOVOLO fin dalla sua costituzione, avvenuta nel 2005, ha posto al centro della propriaazione il rispetto delle normative nazionali e comunitarie in materia di rappresentanza erappresentatività, ponendosi in opposizione al sistema di relazioni sindacali vigente in AZ, finoa diventare l’organizzazione maggiormente rappresentativa del personale navigante ex Alitalia.

“Siamo lieti” – conclude CAROVANA – “di accogliere in ASSOVOLO gli iscritti della FASTComparto Volo, a dimostrazione del fatto che anche le strategie sindacali più raffinate nonreggono davanti alle legittime istanze dei lavoratori.

È tempo che il sindacato torni adoccuparsi di diritti e smetta di essere la cinghia di trasmissione della protervia aziendale”

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.