IATA: Guerra in Ucraina e trasporto aereo

il


Dalla IATA:

L’invasione russa dell’Ucraina e la conseguente crisi umanitaria in corso ha sbalordito il mondo.

Il direttore generale della IATA, Willie Walsh, ha condannato inequivocabilmente la guerra dicendo: “Sono sconvolto dall’invasione illegale dell’Ucraina da parte della Russia e sono solidale con il popolo ucraino sotto assedio”.

La guerra in Ucraina ha colpito l’aviazione in molti modi. In primo luogo, è utile comprendere il traffico ucraino e russo prebellico.

L’Ucraina rappresenta il 3,3% del traffico aereo totale di passeggeri in Europa e lo 0,8% del traffico totale a livello globale
Il traffico interno russo rappresenta il 4,5% degli RPK globali (ricavi chilometri di passeggeri)
I passeggeri aerei internazionali tra la Russia e l’Europa hanno rappresentato il 5,7% del traffico totale europeo nel 2021
Anche se una parte relativamente piccola del traffico globale ha coinvolto direttamente la Russia o l’Ucraina, la guerra e le sanzioni associate hanno implicazioni globali per le compagnie aeree e il lavoro della IATA.

I sistemi di regolamento della IATA

Lo scoppio della guerra ha significato la completa chiusura dei viaggi aerei da/per/all’interno dell’Ucraina. E la connettività tra la Russia e il resto del mondo è stata drasticamente ridotta a causa della chiusura dello spazio aereo. Ciò ha rappresentato una sfida per i sistemi di regolamento della IATA, che elaborano le transazioni tra compagnie aeree e agenti di viaggio.

I sistemi di regolamento IATA normalmente facilitano il trasferimento di fondi dalla vendita dei biglietti alle compagnie aeree, ma in questi tempi straordinari l’attenzione si concentra sull’elaborazione dei rimborsi per i piani di viaggio cancellati o modificati. Ciò riguarda i clienti di circa 140 compagnie aeree che partecipano al BSP russo (Billing and Settlement Plan) della IATA, nonché migliaia di agenti di viaggio in tutto il mondo. L’elaborazione di questi rimborsi è stata ancora più difficile a causa delle sanzioni.

Da quando sono state annunciate le sanzioni, la IATA ha controllato i partecipanti nei suoi sistemi di regolamento e le istituzioni finanziarie utilizzate da quei partecipanti. La situazione è estremamente rapida, ma la IATA ha una vasta esperienza nella gestione delle sanzioni e si impegna a garantire che i rimborsi ai consumatori (per i biglietti acquistati all’interno dei sistemi IATA) siano elaborati in modo efficiente ed entro i limiti delle sanzioni applicabili.

I sistemi di regolamento della IATA hanno anche visto cambiamenti nelle caratteristiche della domanda per i paesi confinanti con l’Ucraina. Mentre c’è stato un calo della domanda in entrata, c’è stato un aumento delle prenotazioni per i voli in uscita poiché i rifugiati si spostano in aereo verso località più lontane.

Operazioni

L’enorme massa terrestre della Russia significa grandi deviazioni per molte compagnie aeree che servivano destinazioni che richiedono il sorvolo russo. Misurato in RPK, ciò influisce su oltre il 10% dei volumi di viaggi internazionali pre-COVID-19 (base RPK), inclusi i viaggi dall’Europa all’Asia (4,5%), dal Nord America all’Asia (3,0%) e dal Nord America al Medio Oriente ( 4,0%).

Poiché la domanda si sta ancora riprendendo dalle restrizioni COVID-19, il numero effettivo di viaggiatori che devono affrontare tempi di viaggio più lunghi è limitato. Ma questo aumenterà rapidamente man mano che più mercati asiatici allentano le restrizioni e incoraggiano i viaggi aerei.

La IATA sta lavorando a stretto contatto con le autorità e le compagnie aeree per condividere le informazioni in modo che i reindirizzamenti possano essere ben coordinati. Con gli attuali bassi livelli di traffico, questo non ha ancora creato colli di bottiglia, ma ciò richiederà un’attenta gestione poiché una parte maggiore dell’Asia riaprirà ai viaggi e i volumi aumenteranno.

Slot

Insieme alla chiusura dello spazio aereo e ad altre restrizioni, ciò influirà senza dubbio sugli slot negli aeroporti chiave del mondo. Molti rimarranno inutilizzati e altri saranno interessati dalla riprogrammazione e dai tempi di volo più lunghi.

La massima flessibilità è essenziale per ridurre al minimo i disagi e consentire alle compagnie aeree di operare quanto più possibile rispetto agli orari pianificati. La IATA sta lavorando a stretto contatto con il Worldwide Airport (Slot) Coordinator Group per garantire tale flessibilità e condividere le informazioni sugli aggiornamenti degli orari tra le parti interessate e i passeggeri dell’aviazione il più rapidamente possibile.

Sicurezza

Un’area che non può essere compromessa, indipendentemente dalle circostanze, è la sicurezza.

La IATA ha una politica di opposizione di lunga data alle sanzioni che potrebbero vedere un degrado della sicurezza aerea, come i divieti all’esportazione di pezzi di ricambio per aeromobili. Il divieto di esportazione di questi articoli potrebbe avere un impatto sulla sicurezza aerea per tutti gli aeromobili che operano o transitano sopra o vicino allo spazio aereo russo. Ciò include, ad esempio, gli aeromobili che potrebbero dover dirottare verso aeroporti russi in caso di emergenza.

Prezzo del petrolio

Infine, la guerra ha causato un’enorme volatilità del prezzo del petrolio.

“Quando abbiamo formulato la nostra più recente previsione finanziaria del settore lo scorso autunno, ci aspettavamo che l’industria aerea avrebbe perso 11,6 miliardi di dollari nel 2022 con il greggio Brent a 67 dollari al barile e il carburante che rappresentava il 20% dei costi”, afferma Walsh. “Il prezzo del petrolio è salito a quasi 130 dollari al barile. Ed è stato volatile nell’intervallo $ 95- $ 110 per un mese. Poiché il carburante è il più grande costo variabile di una compagnia aerea, assorbire un aumento così massiccio dei prezzi proprio mentre il settore sta lottando per uscire dalla crisi biennale del COVID-19 è una sfida enorme. Se il prezzo del petrolio rimane così alto, nel tempo è ragionevole aspettarsi che si rifletta sui rendimenti delle compagnie aeree”.

È difficile prevedere come andrà a finire questa tragica guerra, ma le implicazioni per l’aviazione a livello globale sono significative anche se l’impatto diretto sul mercato è limitato.

“L’aviazione promuove la pace e la libertà riunendo le persone”, conclude Walsh. “Ma quella pace è stata infranta, il cui costo umano è orribile. Il mio cuore va a tutto il popolo ucraino, inclusi partner e colleghi del settore”.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.