Salisburgo da non perdere: i luoghi UNESCO da non perdere per un weekend memorabile

il

Dagli storici palazzi e fortezze al Teatro delle Marionette passando per il caffè, Saliburgo è una meta in grado di stupire i suoi turisti con le sue numerose attrazioni riconosciute dall’Unesco

È la destinazione perfetta per un weekend di primavera e permette ai suoi turisti di godere di paesaggi mozzafiato, ottima cucina e un patrimonio artistico di altissimo livello. Stiamo parlando di Salisburgo, la capitale del Salisburghese che deve la sua fama mondiale al compositore Wolfang Amadeus Mozart. Ma oltre a essere rinomata per avere dato i natali a Mozart, ci sono tutta una serie di attrazioni riconosciute dall’UNESCO da visitare che meritano di essere inseriti nella lista dei luoghi da vedere assolutamente. Prima fra tutti c’è il suo rinomato centro storico, che da ben 25 anni vanta il titolo di Patrimonio Culturale Mondiale dell’Unesco e per tutta la città ci sono numerosi siti Patrimoni Unesco tutti da ammirare e scoprire in un long weekend nel Land austriaco. 

Alla scoperta dell’incantevole Palazzo Mirabell

Il Palazzo Mirabell insieme al suo parco rappresentano uno dei fiori all’occhiello del Patrimonio Mondiale dell’Unesco presenti nella città di Salisburgo. L’edificio si trova fuori dalle mura originarie, adagiato sulla riva nord del fiume Salzach e venne fatto costruire nel 1606 dal principe vescovo Wolf Dietrich von Raitenau per la sua famiglia; ad oggi viene utilizzato principalmente come sede governativa della città, oltre che a ospitare alcuni tra i matrimoni più romantici in assoluto. Al primo piano, infatti, si trova la Sala di Marmo, una delle sale più rappresentative del castello nonché luogo che merita una visita in quanto è considerata la “sala per matrimoni più romantica d’Europa”. All’interno, ogni decoro non viene lasciato al caso e tutto è studiato nei minimi dettagli. Proprio davanti al palazzo si trova la fontana di Pegaso, un’opera di pregio che risale al 1661; la coda, la parte superiore della testa e lo zoccolo anteriore destro del cavallo alato sono ancora pezzi originali che risalgono proprio all’epoca in cui è stata costruita. Tutt’attorno al castello si trova un meraviglioso parco ricco di fontane, statue di marmo, terrazze e fiori colorati che trasportano i turisti in luogo incantato. Il momento migliore per visitare il Parco e il Palazzo è per l’appunto la primavera, quando cespugli, alberi e aiuole si tingono di mille colori e l’atmosfera è ancora più magica. 

Al Teatro delle Marionette

Non lontano dai giardini di Mirabell si trova un piccolo mondo incantato dove chiunque entri, non appena il sipario si apre, ritornerà bambino. Il Teatro delle Marionette è un teatro privato dove dal 1913 va in scena questa arte centenaria e vengono realizzate a mano simpatiche marionette che vengono scolpite, dipinte e vestite a mano dando vita a spettacoli unici. Le marionette, infatti, reinterpretano opere e favole, tra cui anche pezzi di W.A. Mozart, e questa insolita forma di spettacolo teatrale è così particolare che nel 2016 è stata inclusa nella lista dei Patrimoni Culturali Immateriali dell’Unesco. Lo spettacolo conquisterà il cuore di grandi e piccini, che rimarranno incantanti nel seguire attentamente il racconto. Inoltre, a rendere il tutto ancora magico ci sono le visite guidate delle quinte, che vengono organizzate prima e dopo gli spettacoli su richiesta, per permettere agli ospiti di conoscere a fondo questo meraviglioso mondo.

Pausa caffè a Salisburgo

Un vero salisburghese sa quanto è importante prendersi una pausa per staccare la spina, soprattutto se questa pausa è accompagnata da un ottimo caffè. Il caffè è un vero e proprio stile di vita in Austria: subito dopo essersi gustati un ottimo caffè sono diverse le attività che si possono fare come leggere un quotidiano o un libro o semplicemente godersi questo piccolo momento in totale tranquillità. In Austria, infatti, il caffè non si degusta in un semplice bar ma in veri e propri salotti pubblici dove trascorrere il tempo libero senza fretta insieme alle persone care o, perché no, godendosi il momento da soli. L’antica tradizione dei caffè viennesi è stata riconosciuta dall’UNESCO e ci sono una serie di bar che meritano di essere scoperti. Il Caffè Tomaselli è il più antico in Austria e risale al lontano 1700. Dal 1764 il Caffè ha sede nella piazza Alter Markt e oggi rappresenta uno dei punti di ritrovo più frequentati sia dagli abitanti sia dai turisti.

Non solo storia tra le vie di Salisburgo

Il centro storico di Salisburgo è tutelato dall’Unesco e ciò significa impegnarsi nel conservarlo nella sua forma originale. Nonostante ciò, gli abitanti hanno comunque trovato un modo per portare dell’arte moderna in questa meravigliosa città. La “Walk of Modern Art”, infatti, presenta 14 progetti artistici che sono esposti in maniera permanente nelle piazze più importanti del centro storico per permettere ai turisti di vivere un vero e proprio viaggio tra storia, cultura e arte. La “Walk of Modern Art” è nata da un’iniziativa della Salzburg Foundation insieme alla Fondazione per l’arte e la cultura di Bonn e per ben 8 anni, dal 2002 al 2010, la Fondazione si impegnò nell’invitare ogni anno un artista che realizzasse un’opera concepita proprio per la tanto amata Salisburgo. Ogni artista ha avuto l’occasione di conoscere meglio la città, studiarla in ogni suo angolo, perdersi tra le sue vie e le sue architetture per poi dare vita a un percorso circolare unico all’insegna dell’arte contemporanea, proponendo ad abitanti e visitatori della città una full immersion artistica e decisamente originale, fuori dai classici schemi, ammirandola da un punto di vista totalmente nuovo.

La maestosità della fortezza di Hohensalzburg

La fortezza di Hohensalzburg è una delle maestose attrazioni della città da inserire nella lista dei luoghi da visitare e tutti i turisti che acquisteranno la Salzburg Card all-inclusive potranno godere di numerosi vantaggi tra cui anche l’accesso a questa meraviglia storica. La fortezza venne fatta costruire nel 1077 per volere dell’arcivescovo Gebhard per difendersi da nemici e assedianti; i turisti oggi possono  raggiungerla in funivia o a piedi e si erge in alto sul monte Festungsberg dominando l’intera città e regalando una veduta a 360° su Salisburgo. È considerata uno dei simboli di Salisburgo ed è la più grande fortezza completamente conservata dell’Europa centrale. Una volta giunti qui, si viene completamente catapultati indietro nel tempo: degno di visita è sicuramente l’organo del 1502, conosciuto anche come Salzburger Stier (ovvero Toro di Salisburgo). Una tappa imperdibile sono le stanze del principe, luoghi magici avvolti da un velo di mistero dove l’arredo è ancora originale e risale al lontano 1501/1502.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.