Leonardo a BSDA Bucarest con un’ampia gamma di soluzioni per la difesa e la sicurezza, per la Romania e i paesi dell’area balcanica

il

In mostra a Bucarest le tecnologie e le soluzioni sviluppate da Leonardo in ambito aeronautico, elettronico, elicotteristico e spaziale per rispondere alle necessità di governi, istituzioni, forze armate e operatori della sicurezza dell’area balcanica.

Leonardo presenta al Salone BSDA, evento biennale sulla Difesa, l’Aerospazio e la Sicurezza che si tiene a Bucarest, Romania, dal 18 al 20 di maggio, una vasta gamma di tecnologie avanzate e soluzioni multi-dominio che si focalizzano sui requisiti della difesa rumena e in generale dell’area balcanica, nel particolare contesto geopolitico che nell’attuale evoluzione esprime più che nel passato necessità di risposte efficaci e rapide in ogni contesto della difesa. Leader nel settore dell’Aerospazio, Difesa e Sicurezza, Leonardo, sviluppa tecnologie integrate multi-dominio che rispondono efficacemente alle esigenze di ogni missione per garantire la superiorità operativa in ogni ambito (aereo, terrestre, marittimo, spaziale e cyber). In linea con i propri valori di business, anche in Romania Leonardo approccia il mercato proponendo un modello di business ampiamente aperto alla cooperazione e allo sviluppo di sinergie e partnership industriali.

Per l’ala fissa, fari puntati sul C-27J Spartan Next Generation nella configurazione ISR – Intelligence, Reconnaissance, Surveillance, concepito per rispondere a numerosi requisiti di difesa e protezione civile, e operare principalmente in scenari complessi e multi-dominio. Già impiegato con ampio successo da sedici operatori in diverse aree geografiche, fra cui la Forza Aerea della Romania, il velivolo – nella sua nuova configurazione “Next Generation” – adotta una nuova suite avionica e ulteriori sviluppi aerodinamici e, nella versione ISR, nuove capacità attraverso sistemi roll/on roll/off come il radar di ricerca AESA, il sistema elettro-ottico a infrarossi (Electro-Optical/Infra- Red EO/IR) e Electronic Support Measure (ESM) per missioni ISR e SIGINT/ELINT. Per compiti di guerra elettronica (a cominciare dal contrasto degli “ordigni esplosivi improvvisati” o IED, comunicazioni, trasmissione di dati di intelligence) può essere aggiunta una suite dedicata. Il sistema di missione, sviluppato da Leonardo, si basa su apparecchiature rapidamente rimovibili e gestisce i sensori a bordo, analizza le informazioni raccolte sul campo e nelle attività di data fusion, fornendo sia agli operatori che ai piloti un quadro tattico complessivo dettagliato e in tempo reale.

Leader mondiale nello sviluppo dei più avanzati sistemi e delle tecnologie per l’addestramento dei piloti militari, grazie ai suoi velivoli jet M-345 e M-346 e al relativo sistema di addestramento Integrato, Leonardo copre l’intero sillabo addestrativo dei piloti e può sviluppare le capacità operative di qualsiasi moderna Forza Aerea. Mentre il velivolo bimotore di nuova generazione M-346 è il leader mondiale per la fase avanzata/Lead in to Fighter Training (LIFT) dell’addestramento dei piloti, il più piccolo monomotore jet M-345 è stato concepito come la soluzione ottimale per svolgere l’intero percorso addestrativo che porta i piloti dalle fasi iniziali alla formazione avanzata. La leadership tecnologica di Leonardo è ben evidenziata anche nell’ambito dell’iniziativa International Flight Training School (IFTS), il risultato di una collaborazione strategica tra l’Aeronautica Militare Italiana e Leonardo, finalizzata alla costituzione in Italia di un centro di eccellenza globale per l’addestramento avanzato di piloti militari. IFTS è già stata scelta dalle forze aeree di Qatar, Germania e Giappone.

Relativamente ai programmi elicotteristici, la Romania presenta diversi requisiti a medio e lungo termine per elicotteri destinati sia a compiti di difesa che di sicurezza, piattaforme multiruolo per applicazioni terrestri e navali, elicotteri da combattimento e aeromobili ad ala rotante destinati ad equipaggiare le forze dell’ordine. L’AW149 (o in alternativa l’AW139M) rappresenta una soluzione ideale e moderna per soddisfare le esigenze multi-missione sia terrestri che navali grazie alla sua intrinseca versatilità e alle elevate possibilità di customizzazione. L’elicottero ASW/ASuW più avanzato nella sua categoria oggi disponibile sul mercato, l’AW159, viene offerto per rafforzare le capacità di contrasto a minacce sottomarine e navali per il supporto di operazioni di terra o imbarcate nello specifico contesto del Mar Nero. In valutazione da parte della Romania anche l’acquisizione di nuovi elicotteri da combattimento: l’AW249, di ultima generazione, presenta tecnologia, prestazioni e efficacia senza precedenti negli scenari operativi attuali e futuri, con la possibilità di collaborazioni industriali. A più lungo termine, il bimotore leggero AW109, estremamente diffuso tra gli operatori di sicurezza in tutto il mondo, è ben posizionato per rispondere ai nuovi requisiti per gli elicotteri delle forze dell’ordine nel paese, grazie ad alte prestazioni, flessibilità di cabina, e moderne soluzioni di customizzazione.

Leonardo è in grado di offrire un’ampia gamma di soluzioni avanzate multi-dominio (aria, terra, mare, spazio, cyber) nel campo dell’elettronica per la sicurezza e la difesa, dentro e fuori i confini nazionali. Relativamente ai sistemi avionici destinati a velivoli ad ala-fissa e ad ala-rotante, Leonardo propone al mercato rumeno il transponder per l’identificazione amico/nemico M428 IFF allo standard Mode 5, che supporta le forze alleate nel distinguere potenziali minacce e a cooperare in sicurezza nel corso di operazioni congiunte multidominio. Più di 1.000 transponder M428 sono già stati venduti in tutto il mondo e sono oggi in uso su piattaforme aeree, terrestri e navali. L’M428 è solo una delle tecnologie presenti all’interno dell’ampio portafoglio dell’azienda, che include anche interrogatori, antenne e apparecchiature crittografiche per applicazioni multi-dominio.

Per quanto riguarda la sorveglianza delle frontiere, Leonardo presenta in Romania il sistema a pilotaggio remoto Falco EVO. Il drone è stato progettato per svolgere attività ISR (Intelligence, Surveillance and Reconnaissance) ed è la soluzione ideale per diverse missioni, tra cui il monitoraggio di ambienti terrestri e navali consentendo interventi mirati e tempestivi. Il velivolo è in grado di operare in qualsiasi condizione meteo, sia di giorno che di notte. Le oltre 16 ore di autonomia di volo, la possibilità di accogliere a bordo oltre 100 kg di sensori e i sistemi di comunicazione, consentono al drone la trasmissione di immagini di alta qualità e dati in tempo reale.

Come integratore di Combat Management System navale, Leonardo fornisce sistemi di comando, controllo e comunicazione, radar, sensori e sistemi per la difesa navale. In mostra a BSDA la munizione navale Vulcano 76mm, disponibile sia nella versione non guidata che guidata (BER – Ballistic Extended Range; GLR – Guided Long Range). La famiglia di munizioni di ultima generazione Vulcanoinclude, inoltre, la soluzione navale da 127 mm e quella da 155mm per il dominio terrestre, con una gittata di 70 km. Un’altra tecnologia chiave promossa in Romania è il radar di sorveglianza costiera di GEM Elettronica. Leonardo ha recentemente acquisito una partecipazione del 30% del capitale di GEM elettronica, che le permette di rafforzare ulteriormente il proprio posizionamento nel settore navale.

Infine, a BSDA, sono presenti le tecnologie Leonardo in ambito Spazio. Attraverso la Space Alliance, partnership strategica tra Leonardo e Thales, le joint venture Telespazio e Thales Alenia Space offrono un’ampia gamma di soluzioni end-to-end a operatori, governi, istituzioni e agenzie spaziali che vanno dalla realizzazione di satelliti ai servizi fino alle applicazioni spaziali. Telespazio è presente in Romania con RARTEL S.A., joint venture con RADIOCOM (Societatea Națională de Radiocomunicații S.A).La Space Alliance opera e supporta numerosi ambiti nel settore spaziale, fra cui le telecomunicazioni, la navigazione, l’osservazione della Terra, l’esplorazione, i sistemi di trasporto e le infrastrutture orbitali. A queste competenze si aggiungono equipaggiamenti e strumenti spaziali come bracci robotici e trivelle, sensori ottici, orologi atomici e pannelli solari progettati e prodotti da Leonardo.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.