LIMONI: IL “TESORO D’ORO” DELLA COSTIERA AMALFITANA

il

I limoni con le loro infinite proprietà benefiche sono oggi il prodotto più rappresentativo di questa incantevole terra

La Costiera Amalfitana è una terra leggendaria conosciuta in tutto il mondo per i suoi caratteristici scorci a picco sul mare, per i panorami mozzafiato, per le sue bellezze naturalistiche e per i famosi limoni, buoni, belli e dal profumo inconfondibile. Questo agrume possiede un’infinità di benefici ed è un prodotto molto versatile tanto da essere utilizzato in svariati modi: nei condimenti, nelle bevande, nei detersivi, nelle creme e negli olii essenziali. Proprio il limone è il protagonista dell’esclusivo massaggio che l’Hotel Santa Caterina, un romantico rifugio con una posizione invidiabile a picco sul mare, propone ai suoi ospiti. Il Santa Caterina è un luogo incantevole in cui soggiornare per vivere appieno tutte le emozioni della Costiera, è possibile scegliere di soggiornare nelle meravigliose camere e suite dell’albergo o nelle lussuosissime ed esclusive Ville della Marchesa, situate a pochi passi dall’hotel. 

Il mare blu cobalto, il cielo sempre limpido e azzurro, il colore oro del sole, il verde della prorompente vegetazione sono gli ingredienti principali della Costiera Amalfitana, un tratto di strada ammirato da tutto il mondo, che accoglie milioni di turisti pronti a scoprire gli infiniti tesori che questo angolo d’Italia custodisce. Tra le ricchezze di questo territorio e immerso nello sfondo verde e azzurro, spicca il “tesoro d’oro”: il limone, giallo come il sole d’estate e dal profumo intenso e inconfondibile. Questo agrume chiama climi caldi e terre assolate, per questo in Costiera oggi è possibile ammirare i terrazzamenti di limoni, un inno alla natura e un monumento infinito e diffuso. Il legame tra il limone e la città di Amalfi è forte e indissolubile e comincia molto tempo fa, per conoscere la loro storia bisogna riavvolgere il nastro e tornare indietro nel tempo: le vicende che ancora oggi si raccontano sono mescolate ad antiche leggende marinare, il confine tra verità e invenzione è molto sottile, ma se di fatto queste storie hanno raggiunto il nostro secolo un fondo di realtà ci deve essere.

In Costiera Amalfitana non è affatto sconosciuto il semidio Ercole, da cui prenderebbe il nome la piccola cittadina di Erchie, e Amalfi, una splendida ninfa che difficilmente sarebbe passata inosservata. Secondo la leggenda Ercole avrebbe subito fin dal primo sguardo il fascino della ninfa tanto da innamorarsene e iniziare una travolgente e passionale storia d’amore. Purtroppo la loro relazione non ebbe un lieto fine in quanto la bella Amalfi morì improvvisamente. Ercole inconsolabile, rabbioso e distrutto dalla perdita della sua ninfa, iniziò a girovagare per quei paesi che oggi sono parte della Costiera Amalfitana per cercare con cura e attenzione un luogo di sepoltura degno della bellezza della sua amata e del loro, seppur breve, grande amore. Incantato dai suoi profumi, dai suoi paesaggi e dalla sua natura scelse un villaggio in questo paradiso italiano, da allora quel luogo incantato e magico porta il nome della ninfa che tanto aveva amato Ercole. Il semidio, inoltre, sempre secondo la leggenda, compì un altro gesto eroico in onore di Amalfi: l’eroe uccise il drago Ladone, incaricato dalle Esperidi di vigilare e custodire il giardino degli Dei ricco di fiori e frutti che Gea aveva donato ad Era in occasione delle sue nozze con ZeusErcole prese alcuni alberi di limoni, i più belli e profumati che ci fossero e li piantò nel luogo dove Amalfi era seppellita.

Secondo la leggenda la presenza dei primi limoni in Costiera Amalfitana la si deve proprio ad Ercole. Le fonti storiche ci dicono che questo patrimonio naturale è il simbolo della determinazione, della tenacia e del duro lavoro degli uomini e delle donne che, durante il florido periodo medievale, pietra dopo pietra hanno lavorato duramente per realizzare e trasformare la montagna in un meraviglioso giardino di limoni che tutt’ora conserva e rievoca suggestioni e sensazioni del passato. La fortuna di queste coltivazioni la si deve anche alla scoperta delle incredibili proprietà del limone e al fatto che sia ricco di vitamina C, la cui carenza era causa dello scorbuto, malattia che nel medioevo colpiva i marinai. Nel XI secolo la Repubblica d’Amalfi stabilì che a bordo delle navi mercantili non doveva mai mancare questo frutto, incrementando così i suoli da dedicare alla coltivazione.

Le diverse storie e leggende che ruotano attorno al limone non sono certe, quel che è sicuro è che questo agrume possiede infinite proprietà benefiche e viene impiegato nei modi più disparati: il succo di limone viene utilizzato per condire insalate, verdure cotte, piatti a base di carne o di pesce, per guarnire torte o per creare salse, viene usato per aromatizzare detersivi, saponi e olii essenziali. Il limone è un alimento prezioso, oltre alla vitamina C, è ricco di vitamina B essenziale per il benessere del sistema nervoso e per la salute della pelle, contiene l’acido citrico, il miglior combattente contro l’acidità, è un eccellente digestivo ed è anche un ottimo “sgrassatore”, molti detersivi, infatti, contengono il succo o l’essenza del limone.

Visitare Amalfi è il modo migliore per assaggiare, sperimentare e testare i benefici di questo splendido alimento, per un’esperienza wellness al sapore del limone si può alloggiare all’Hotel Santa Caterina di Amalfi dove, oltre a soggiornare in una meravigliosa ed elegante villa a picco sul mare, si potrà usufruire del centro wellness che propone, tra l’altro, il massaggio al limone “Oro di Amalfi” capace, grazie all’olio essenziale a base di limone, di tonificare, levigare, purificare e vitaminizzare il corpo. Il Santa Caterina è il luogo ideale in cui trascorrere una vacanza indimenticabile completamente immersi nell’atmosfera amalfitana. Gli ospiti avranno la possibilità di scegliere se alloggiare nelle incredibili camere o suite dell’albergo oppure nelle Ville della Marchesa, un elegante complesso di suites, recentemente ristrutturato, immerso nei limoneti e situato a pochi passi dall’hotel.

Massaggio al Limone “Oro di Amalfi”

Un massaggio estremamente rilassante per ristabilire l’equilibrio energetico e psico-fisico che stimola punti specifici del corpo (i Chakra). L’olio a base di limone ha un effetto tonificante e levigante, purificante e vitaminizzante. Il delicato profumo del limone farà sì che ci si immerga in un mondo incantato, donando la solare vitalità degli agrumi. Durata: 50 min – Euro 170,00

La magia dell’Hotel Santa Caterina

A pochi minuti di distanza da Amalfi, in uno dei punti più suggestivi della costiera, l’Hotel Santa Caterina è costruito a picco sul mare, all’interno di una vasta proprietà che “precipita” fino all’acqua con una serie di splendide terrazze naturali. Due ascensori scavati nella roccia o un sentiero di spettacolare bellezza portano gli ospiti attraverso agrumeti e giardini lussureggianti fino agli impianti a livello del mare, che comprendono una piscina con acqua marina, solarium, fitness centre, café/bar e ristorante all’aperto.

La sera la magia continua nell’elegantissimo ristorante con una cena a lume di candela ammirando il suggestivo panorama di Amalfi illuminata dalla luna. E che dire della suite “Follia Amalfitana” con la sua minipiscina tonda con vetrata e vista mozzafiato sulla baia o della suite “Giulietta e Romeo” con terrazzino a picco sul mare e piscina privata a sfioro…

L’Hotel Santa Caterina ha 36 camere di tipologia standard, superior e deluxe e 13 tra junior suite, executive junior suite, suite e senior deluxe suite che si trovano nell’edificio principale. Inoltre, tra le Garden Suite, le dépendances “Villa Santa Caterina” e la “Villa il Rosso” nel lussureggiante parco si contano altre 17 camere e suite.

Da aprile 2022 si aggiungono alle sistemazioni offerte le Ville della Marchesa: un complesso di suites immerse in giardini pensili affacciati sul mare a pochi metri dall’Hotel Santa Caterina.

Dal 2019 l’offerta gastronomica dell’albergo è firmata dallo Chef Giuseppe Stanzione: le colazioni, gli snack, il Bistrot, l’elegante Ristorante fine dining Glicine che è stato insignito dalla Guida Michelin 2020 di una stella, con le vetrate affacciate sul panorama del golfo, e un menù più raffinato e personale con l’impronta dello Chef, il Ristorante Al Mare, aperto adesso sia a pranzo che a cena, con piatti più semplici e tradizionali e prevalentemente marinari. I due ristoranti panoramici dell’Hotel saranno quindi aperti entrambi la sera mentre il Ristorante Al Mare sarà aperto anche a pranzo. La Carta dei Vinioffre un’accurata selezione di etichette italiane ed estere e una scelta produzione della Campania.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.