FLY FUTURE: SUCCESSO PER L’EVENTO A ROMA SUL LAVORO IN AVIAZIONEANCHE PRESENZE INTERNAZIONALI, PROSSIMA EDIZIONE NEL MAGGIO 2023

il

 
Due convegni, ventuno conferenze, sedici espositori, oltre cinquecento visitatori, tra cui studenti di sedici classi provenienti da cinque istituti superiori in tutta Italia. Sono questi, in sintesi, i numeri di “Fly Future 2022”, il primo evento italiano dedicato agli appassionati del volo e a coloro che intendano trovare un’opportunità lavorativa nel settore dell’aviazione e dell’aerospazio. Questo evento si è svolto nei giorni scorsi presso l’Università Europea di Roma e ha visto la partecipazione di un gran numero di piloti, professionisti ed esperti, che hanno raccontato la loro esperienza e hanno risposto a domande e curiosità. “Siamo soddisfatti del successo di questa prima edizione, anche perché espositori e partecipanti hanno espresso grande apprezzamento per il nostro evento”, commenta Luciano Castro, ideatore e organizzatore di Fly Future. “Questa manifestazione, che avrà periodicità annuale, va a riempire una lacuna nell’informazione e nell’orientamento soprattutto dei giovani che vogliano diventare i futuri professionisti dell’aviazione e dello spazio”. Grande l’affluenza di pubblico negli appuntamenti di “Fly Future 2022”, a partire dai due importanti convegni su “Professione Volo. Le opportunità di lavoro e di carriera nel settore dell’aviazione e del trasporto aereo in Italia”, in cui è stato celebrato il 100° anniversario della nascita nel 1922 a Trieste della prima compagnia aerea italiana Società Italiana Servizi Aerei (SISA), e “Lavorare nello spazio. Il futuro dei prossimi astronauti italiani tra stazioni orbitanti, ritorno sulla Luna e esplorazione di Marte”, che ha visto anche la partecipazione del primo astronauta italiano Franco Malerba e in cui è stato celebrato il 30° anniversario del suo volo in orbita nel 1992. Aule affollate anche per le numerose conferenze, che hanno visto tra gli altri gli interventi di piloti di aerei e di elicotteri civili e militari, di dirigenti di importanti scuole di volo italiane ed estere, di manager di compagnie aeree e di aziende aerospaziali e di docenti di università e di istituti aeronautici. “Questa prima edizione di Fly Future è subito diventata internazionale”, sottolinea Luciano Castro, “visto che tra i sedici espositori due erano aziende estere, in particolare una irlandese e l’altra greca. Per la seconda edizione, già fissata per il maggio 2023, intendiamo far crescere la partecipazione di pubblico e di espositori, potenziando anche la presenza internazionale”. “Fly Future 2022” è stato organizzato dall’associazione Ifimedia, in collaborazione con Mediarkè e Università Europea di Roma. L’evento ha ricevuto i patrocini dal dipartimento delle Politiche Giovanili della Presidenza del Consiglio dei Ministri, ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, Ente Nazionale per l’Aviazione Civile (ENAC), Agenzia Nazionale per la Sicurezza del Volo (ANSV), Agenzia Spaziale Italiana (ASI), Federazione Aziende Italiane per l’Aerospazio, la Difesa e la Sicurezza (AIAD) e Aircraft Owners and Pilots Association (AOPA Italia). Main sponsor è stata la scuola di volo Urbe Aero. Questi gli espositori: Urbe Aero, Cantor Air, European Aviation Academy, Aero Club di Roma, Flyence Aviation Academy, Crewlink, RICMA, COA, ITAPA, SAT, Università  Europea di Roma, PVI, AMVI, JP4 Rivista d’Aviazione e Spazio, BIS-Italia, Achrom.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.