TRAFFICO AEREO: CONGESTIONE NEGLI AEROPORTI EUROPEI IN AUMENTO I CASI DI AGGRESSIONE AL PERSONALE AEROPORTUALE

il


 
TOSCANA AEROPORTI METTE IN CAMPO ALCUNE MISURE PER CONTENERE I DISSERVIZI E TUTELARE I PROPRI LAVORATORI

La situazione del traffico passeggeri in Europa

Nelle ultime settimane si sta verificando una congestione degli aeroporti in tutta Europa con inevitabili ripercussioni sulla qualità del servizio offerto ai passeggeri.

Come hanno dichiarato le due associazioni europee del settore (Airport Council International e Airport Services Association), la crescita dei volumi del traffico aereo è stata repentina e inattesa. Nel periodo tra febbraio e marzo 2022 in Europa il traffico aereo è cresciuto del 36% rispetto al 2021. Nei mesi successivi il traffico è cresciuto del 485% rispetto allo stesso periodo del 2021.

Pur rimanendo comunque ben al disotto dei livelli prepandemia, il traffico sì è però concentrato sulle fasce di picco in misura superiore al 2019, soprattutto negli hubeuropei. Questa crescita, legata alla concentrazione degli orari, hanno generato non poche difficoltà di gestione, provocando ritardi e cancellazioni sull’intero networkeuropeo con percentuali mai raggiunte finora e con il relativo degrado della qualità dei servizi per i passeggeri.

Attualmente sono già 175i collegamenti annullati ogni giorno nel continente e, secondo i dati di Airline Data Inc., durante l’estate le cancellazioni di voli in Europa potrebbero raggiungere quota 114 mila.

A differenza dei gestori degli aeroporti italiani, che hanno potuto contare sul ricorso agli ammortizzatorisociali, la maggior parte dei Paesi europei ha fatto ricorso a licenziamenti e la mancanza di personale nei principali scali europei, e la generale difficoltànelreperire nuovo personale, sta generando forti ripercussioni anche nel nostro Paese sia in termini di ritardi e cancellazioni dei voli, sia in termini di gestione dei servizi (gestione bagagli).

Le iniziative messe in campo da Toscana Aeroporti per gestire il crescente traffico passeggeri

“Toscana Aeroporti – dichiara l’Amministratore Delegato Ing. RobertoNaldi – è impegnata a far fronte ad una situazione del tutto inusuale, resa ancora più complessa dalla concomitanza della carenzadipersonale in tutti i settori legati ai servizi (dalla ristorazione, all’accoglienza alberghiera, alle società di pulizie, agli autisti) a livello nazionale ed europeo. Il tutto aggravato, ulteriormente, dalla nuovaondata di contagi che non solo ci preoccupa per il futuro, ma che sta colpendo anche molti nostri dipendenti riducendo ancora di più la disponibilità di operatori in servizio”.

“Per cercare di mitigare e gestire i disservizi che possono verificarsi in questo contesto – prosegue Naldi – e che a volte, purtroppo, sfociano in vere e proprie aggressionifisiche nei confronti dei nostri dipendenti da parte dei passeggeri, cosa che è ovviamente inaccettabile, abbiamo messo in atto una serie di iniziative: 

  • il lancio di una campagna di comunicazione rivolta ai passeggeri per invitarli a comportamenti adeguati e rispettosi nei confronti degli operatori che lavorano in aeroporto;
  • la presenza in area imbarchi di personale di sicurezza, per la gestione dei casi di unruly passenger e la tutela dei nostri dipendenti;
  • la selezione di oltre 40 nuovi addetti attivi nei servizi di assistenza a terra (check-in e rampa);
  • l’incremento del numero di addetti alle pulizie per far fronte ai casi di congestione del terminal;
  • l’inserimento di una nuova figura di “facilitatore”: operatori aeroportuali che avranno il compito di fornire ai passeggeri informazioni inerenti lo stato dei voli, dare supporto in presenza di irregolarità operative (ritardi, cancellazioni, ecc..). Inoltre, potranno facilitare l’accodamento dei passeggeri per i controlli documentali e agevolare l’accessoprioritario a coloro che hanno difficoltà motoria non segnalata ed alle famiglie con bambini;
  • il rafforzamento del sistema di condizionamento dei due aeroporti che, considerata la straordinarietà delle condizioni climatiche attuali, nei casi di sovraffollamento possono risultare insufficienti.

“La ripartenza e l’attenuazione delle misure anticontagio – conclude Naldi – hanno sicuramente portato grandi benefici al settore ed in generale nella vita di tutti. Il mondo aeronautico sta facendo grandi sforzi per tenere il passo della ripartenza e b la domanda di trasporto crescente, ma la rapidità della ripresa ha però colto di b tutti. Questo non può certo costituire una giustificazione per gli eventuali disservizi che i nostri passeggeri stanno vivendo in queste settimane. E su questo non possiamo che porgere le nostre scuse.”

“Stiamo cercando di fare tutto il possibile per gestire una situazione nuovainattesaimprevedibile e così generalizzata in tutto il mondo che non può certo essere risolta da un singolo operatore aeroportuale. Occorrerà la collaborazioneditutti gli operatori del settore, dalle compagnie aeree, ai fornitori dei servizi di controllo aereo, agli operatori di handling, alle autoritànazionali, alle istituzioni e alle parti sociali.”

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.