Lufthansa Cargo sarà carbon neutral entro il 2050

il

Lufthansa Cargo ha pubblicato questo rapporto:

Obiettivi di riduzione scientificamente fondati delle emissioni di gas serra come base per le misure di sostenibilità / Lufthansa Cargo presenta il Sustainability Update 2022

Con l’obiettivo di raggiungere la neutralità in termini di CO₂ entro il 2050, Lufthansa Cargo è sulla buona strada per guidare l’industria aeronautica e cargo verso un futuro più sostenibile. A tal fine, come parte del Gruppo Lufthansa, fa affidamento su un misurabile impegno aziendale per la sostenibilità sulla base di obiettivi basati sulla scienza per gli obiettivi di riduzione delle emissioni di gas serra. Alla Conferenza sulla sostenibilità all’aeroporto di Francoforte di oggi, Lufthansa Cargo ha anche presentato il suo Sustainability Update 2022, che fornisce una panoramica delle misure e dei progetti già implementati sulla strada per la neutralità di CO₂.

Lufthansa Cargo trarrà il proprio obiettivo di emissioni dagli obiettivi scientifici convalidati del Gruppo Lufthansa

Il Gruppo Lufthansa, e quindi anche Lufthansa Cargo, si sono prefissati ambiziosi obiettivi di protezione del clima: l’obiettivo è dimezzare le emissioni nette di CO₂ entro il 2030 rispetto al 2019 e raggiungere un bilancio di CO₂ neutro entro il 2050. Per specificare ulteriormente questi obiettivi netti e per ampliare il sistema di obiettivi per includere obiettivi di pura riduzione, ha già aderito alla cosiddetta “Science Based Target Initiative” (SBTi) nel 2021 al fine di allineare il suo percorso di riduzione delle emissioni di CO₂ all’Accordo di Parigi sul clima delle Nazioni Unite. Sulla base di calcoli scientifici, le emissioni di CO₂ vengono continuamente ridotte grazie al rinnovo e all’ottimizzazione della flotta, al miglioramento dell’efficienza operativa e all’uso di carburanti aeronautici sostenibili. La convalida ufficiale di questi obiettivi è imminente. Per i mercantili, ci sarà un sotto-bersaglio speciale.

La Science Based Targets Initiative accetta solo riduzioni delle emissioni che sono il risultato di riduzioni del consumo di carburante, ad esempio attraverso nuovi velivoli moderni, misure di infrastrutture operative e dello spazio aereo e la sostituzione di combustibili fossili con combustibili sostenibili per l’aviazione.

Dorothea von Boxberg, Presidente del Comitato Esecutivo e CEO di Lufthansa Cargo: “Negli ultimi 25 anni siamo già stati in grado di ridurre del 52% la nostra impronta di CO₂ per tonnellata-chilometro. Ma ancora non basta. Ecco perché vogliamo porci obiettivi ambiziosi per il futuro. Con la “Science Based Targets Initiative” abbiamo trovato una base scientifica credibile per questo. Vogliamo essere trasparenti su ciò che abbiamo ottenuto finora e altrettanto aperti con i nostri clienti, partner e pubblico su come possiamo migliorare ancora”.

Per Lufthansa Cargo, gli sforzi per raggiungere la completa neutralità della CO₂ si concentrano principalmente su cinque campi d’azione: la continua modernizzazione della flotta, un uso più efficiente dei carburanti, il passaggio a carburanti per aerei più sostenibili (SAF), progetti di compensazione della CO₂ in altri settori e riduzione delle emissioni a terra.

Ammodernamento della flotta. Lufthansa Cargo sta investendo molto nella continua modernizzazione della flotta. Di conseguenza, le emissioni di CO₂ sono già state ridotte del 52% negli ultimi 25 anni. Da ottobre 2021, Lufthansa Cargo ha convertito completamente la sua flotta in Boeing 777F, attualmente la nave da carico più moderna ed efficiente con il miglior equilibrio ambientale. Entro il 2030, Lufthansa Cargo riceverà anche fino a 10 cargo Boeing aggiuntivi, inclusi sette cargo 777-8F, il cargo Boeing di prossima generazione. I Boeing 777-8F cargo ridurranno ancora significativamente le emissioni di CO₂.

Efficienza del carburante. Per garantire che il carburante per aviazione convenzionale venga utilizzato nel modo più efficiente possibile, riducendo così la quantità totale necessaria, Lufthansa Cargo si affida a varie misure. Ad esempio, Lufthansa Cargo equipaggerà successivamente tutte le navi da carico con la tecnologia Sharkskin a partire dal 2022. L’innovativo rivestimento AeroSHARK, modellato su una pelle di squalo, riduce la resistenza all’attrito dell’aereo nell’aria di oltre l’1% e quindi riduce il consumo di carburante. Nella flotta Lufthansa Cargo, questo può far risparmiare circa 3.700 tonnellate di cherosene o quasi 13.000 tonnellate di emissioni di CO₂ all’anno. Inoltre, i container leggeri sono stati utilizzati esclusivamente nelle operazioni di volo dal 2020. Ciò comporterà una riduzione del peso di 14 kg per container e un risparmio di carburante di 2.160 tonnellate all’anno. La riduzione del peso è perseguita anche per altri ausili di carico. Anche il carburante viene risparmiato grazie a procedure di volo ottimizzate.

Combustibili per l’aviazione sostenibili. Lufthansa Cargo è uno dei pionieri nell’uso di SAF nel settore del trasporto aereo di merci. Oltre l’1% del fabbisogno di carburante di Lufthansa Cargo nel 2021 è già stato coperto dai combustibili per aerei sostenibili. La compagnia di trasporto aereo offre attualmente anche l’unico collegamento regolare di merci a noleggio completo in tutto il mondo che è coperto al 100% da SAF. Ciò consente di risparmiare circa 174 tonnellate di cherosene convenzionale ogni settimana. Da ottobre 2021, Lufthansa Cargo è anche uno dei primi clienti del primo impianto mondiale di alimentazione a combustibile liquido a Emsland, Bassa Sassonia. Insieme a uno dei suoi clienti, Lufthansa Cargo si è impegnata ad acquistare almeno 20 tonnellate (=25.000 litri) di petrolio greggio sintetico a CO₂ neutrale all’anno nei prossimi cinque anni al fine di far progredire ulteriormente l’innovativa tecnologia power-to-liquid nonché l’uso e l’ulteriore sviluppo di carburanti sostenibili per l’aviazione.

Giovedì 14 luglio Lufthansa Cargo ha presentato le misure adottate e i successi ottenuti finora alla Conferenza sulla sostenibilità all’aeroporto di Francoforte. Tra i relatori principali figuravano Dorothea von Boxberg (CEO di Lufthansa Cargo), la dott.ssa Sabine Mauderer (membro del Comitato esecutivo della Deutsche Bundesbank), Marc Buckley (ambientalista, economista ecologico, avvocato e consulente delle Nazioni Unite) e Matthias Kopp (direttore della finanza sostenibile, WWF Germania). Insieme a numerosi clienti sono stati discussi anche temi di attualità intorno al tema della sostenibilità. Lufthansa Cargo integrerà regolarmente il suo aggiornamento sulla sostenibilità e riferirà sugli obiettivi intermedi raggiunti. Non appena gli obiettivi concreti basati sulla scienza per il Gruppo Lufthansa saranno stati convalidati, anche gli obiettivi designati per gli aerei cargo in essi contenuti saranno resi disponibili al pubblico.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.