Boeing diventa membro fondatore di UK Innovation Hub per promuovere lo sviluppo sostenibile dei combustibili per l’aviazione


  • Boeing è diventato un membro fondatore dell’Energy Innovation Center (EIC) dell’Università di Sheffield per guidare lo sviluppo di combustibili aeronautici sostenibili (SAF)
  • Ciò offre a Boeing l’accesso al primo nel suo genere nel centro di ricerca SAF del Regno Unito e ad altre strutture di ricerca chiave per aiutare a muoversi verso un’aviazione più sostenibile
  • Segna un’altra partnership chiave per Boeing nella regione, insieme all’Advanced Manufacturing Research Center (AMRC) e allo stabilimento Boeing di Sheffield

Oggi, al Farnborough International Airshow, Boeing è diventata il membro fondatore dell’Energy Innovation Center (EIC) dell’Università di Sheffield, aprendo la strada all’azienda per aiutare a sviluppare e portare SAF sul mercato.

L’EIC comprende il Sustainable Aviation Fuels Innovation Center (SAF-IC), una struttura unica nel suo genere nel Regno Unito che aiuterà a testare e certificare nuovi carburanti sostenibili per l’aviazione (SAF) e il Translational Energy Research Center (TERC) , che conterrà impianti di produzione su scala pilota idonei a studiare diversi metodi di produzione di SAF.

SAF offre il potenziale più immediato e più grande per decarbonizzare l’aviazione nei prossimi 20-30 anni. Il carburante per aerei prodotto in modo sostenibile riduce le emissioni di CO2 fino all’80% durante il ciclo di vita del carburante, con il potenziale per raggiungere il 100% in futuro. Composto da diverse materie prime, SAF è certificato per uso commerciale e può essere miscelato fino al 50% con il tradizionale carburante per jet senza modifiche ad aeroplani, motori o infrastrutture di rifornimento. Boeing si è impegnata a fornire i suoi aerei commerciali in grado e certificati per volare al 100% SAF entro il 2030.

“Affinché l’industria aeronautica possa rispettare il suo impegno a zero emissioni nette di carbonio entro il 2050, ci vorrà tutti noi per collaborare e investire in ricerca scientifica e test”, ha affermato Brian Moran, vicepresidente di Boeing per la politica di sostenibilità globale e le partnership. “Siamo onorati di collaborare con l’Università di Sheffield sul primo grande hub SAF del Regno Unito, il che sottolinea il nostro impegno globale nello sviluppo di SAF come soluzione sicura, collaudata e a breve termine per decarbonizzare l’aviazione”.

L’EIC si trova nel distretto dell’innovazione dell’Università di Sheffield, sede dell’Advanced Manufacturing Research Center (AMRC). Boeing ha fondato l’AMRC con l’università nel 2001. L’AMRC oggi supporta 520 posti di lavoro e contribuisce ogni anno con oltre 55 milioni di sterline all’economia del South Yorkshire. Boeing Sheffield, la prima fabbrica dell’azienda in Europa, è una conseguenza della partnership di Boeing con l’AMRC.

“Boeing ha una lunga storia nel South Yorkshire, avendo istituito l’AMRC per guidare l’innovazione nella produzione aerospaziale e successivamente aprendo qui il nostro primo sito di produzione europeo”, ha affermato Sir Martin Donnelly, presidente di Boeing Europa e amministratore delegato di Boeing nel Regno Unito e Irlanda. “Questa opportunità di rafforzare le nostre partnership esistenti con Sheffield e di costruirne di nuove, lavorando anche per un futuro più sostenibile per l’aviazione, è un grande privilegio per noi”.

L’EIC è finanziato, in parte, dal Programma di Innovazione Energetica del Dipartimento per le Imprese, l’Energia e la Strategia Industriale.

“Questa partnership, sostenuta da un finanziamento governativo di 7 milioni di sterline, aiuterà ad accelerare lo sviluppo di voli più puliti ed efficienti in termini di carburante”, ha affermato il ministro dell’Energia Greg Hands MP. “Questo sarà fondamentale mentre lavoriamo per porre fine alla nostra dipendenza dai combustibili fossili volatili, per rafforzare la nostra sicurezza energetica e ridurre drasticamente le emissioni”.

Il ministro dell’aviazione Robert Courts MP ha dichiarato: “Questa nuova partnership è una grande opportunità per promuovere l’uso di carburanti sostenibili per l’aviazione. L’Università di Sheffield ha due delle più grandi strutture di ricerca del mondo che Boeing, e si spera molte altre, possono ora utilizzare: un passo cruciale verso un futuro a getto zero. La decarbonizzazione dell’industria aeronautica rimane una delle massime priorità del governo e all’inizio di quest’anno abbiamo definito i piani per il primo volo transatlantico alimentato da carburante sostenibile per l’aviazione che prenderà il volo nel 2023″.

L’Università di Sheffield è una delle sei università partner di Boeing nel Regno Unito, dove ha 3.000 dipendenti e spende 2 miliardi di sterline nella catena di approvvigionamento ogni anno.

“In un momento in cui l’impegno del Regno Unito per lo zero netto è messo in discussione e dibattuto, la ricerca e lo sviluppo di tecnologie e prodotti a basse emissioni di carbonio non potrebbe essere più importante”, il professor Koen Lamberts, presidente e vicerettore dell’Università di Sheffield. “Siamo lieti di dare il benvenuto a Boeing come partner fondatore del Centro per l’innovazione energetica dell’Università di Sheffield. La nostra partnership con Boeing dura da oltre 20 anni e insieme ci impegniamo a sviluppare il tipo di innovazione necessario per affrontare alcune delle sfide più urgenti del mondo”.

I membri dell’EIC avranno accesso a una piattaforma per provare, testare, sviluppare e ottimizzare nuove tecnologie e idee, e potenziare e sviluppare la tecnologia in modo economicamente vantaggioso prima di investire in test o produzione su scala commerciale. Il programma di adesione è aperto a partner industriali di qualsiasi dimensione, dalle PMI alle multinazionali.

“Siamo entusiasti di accogliere Boeing come nostro primo membro del programma Energy Innovation Center”, ha affermato il professor Mohamed Pourkashanian, amministratore delegato di TERC e SAF-IC e capo dell’Energy Institute, “L’EIC ha costruito una strategia di impatto circa la fornitura di vantaggi sociali ed economici attraverso una rigorosa ricerca con l’industria, e questa connessione con Boeing fa un passo verso la realizzazione di tale obiettivo, soprattutto nell’entusiasmante e vitale regno del volo sostenibile”.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.