Ryanair va in utile nel primo trimestre 2023

il

POST-COVID MA A TARIFFE INFERIORI

Ryanair Holdings oggi (25 luglio) ha registrato un PAT nel primo trimestre di 170 milioni di euro (pre-eccezionali), rispetto a una perdita del primo trimestre dell’anno precedente di 273 milioni di euro, ma ben al di sotto dei 243 milioni di euro registrati nel primo trimestre dell’esercizio 2020 (pre-Covid).

Durante questo trimestre;

Il traffico del primo trimestre ha registrato una forte ripresa a 45,5 milioni da 8,1 milioni (+9% rispetto a pre-Covid).
Prenotazioni e tariffe di Pasqua gravemente danneggiate dall’invasione russa dell’Ucraina a febbraio.
Sustainalytics[1] ha classificato Ryanair la prima compagnia aerea dell’UE e la seconda al mondo per ESG.
73 B737-8200 “Gamechangers” consegnato prima del picco S.22.
Capacità S.22 in vendita al 115% dei livelli S.19 (pre-Covid).
La copertura del carburante FY24 è aumentata al 30% (FY23: 80%).
Indebitamento netto ridotto a 0,4 miliardi di euro al 30 giugno (31 marzo: 1,45 miliardi di euro).
La maggior parte dei contratti di locazione dell’A320 ora è stata prorogata fino a 4 anni fino al 2028.
Michael O’Leary di Ryanair, ha dichiarato:

AMBIENTE:

“Ryanair mette la sostenibilità al centro della nostra crescita. Quest’estate utilizzeremo 73 nuovi velivoli B737 “Gamechanger”, offrendo il 4% di posti in più, consumando il 16% in meno di carburante e riducendo le emissioni acustiche fino al 40%. I passeggeri che volano in tutta Europa che passano a Ryanair (dalle compagnie aeree tradizionali ad alta tariffa) possono ridurre la loro impronta ambientale fino al 50% per volo, dimostrando che con Ryanair, la crescita può essere associata a una maggiore sostenibilità, portando a un futuro migliore per tutti i nostri ospiti e le loro famiglie.

Continuiamo a lavorare sodo per accelerare la produzione di carburante sostenibile per l’aviazione (SAF). Stiamo investendo nella nostra partnership con il Sustainable Aviation Research Centre del Trinity College di Dublino e ad aprile abbiamo annunciato una partnership con Neste per alimentare fino a un terzo di tutti i nostri voli dall’aeroporto di Schiphol (AMS) con una miscela SAF del 40%. Ryanair spera di alimentare il 12,5% dei nostri voli utilizzando SAF e di ridurre la nostra CO₂ per pax/km del 10% a 60 grammi entro il 2030. Stiamo lavorando con A4E e l’UE per accelerare la riforma del cielo unico europeo per migliorare l’efficienza dell’ATC e ridurre i ritardi dei voli, che ridurranno sostanzialmente il consumo di carburante, le emissioni di CO₂ e i ritardi dei voli.

Ad aprile, Sustainalytics ha classificato Ryanair la compagnia aerea n.1 in Europa (n.2 a livello mondiale) per le prestazioni ESG. Sulla base di questo risultato, a giugno abbiamo presentato la lettera di impegno di Ryanair a SBTi[2] e lavoreremo con loro nei prossimi 2 anni per verificare i nostri ambiziosi obiettivi. Oggi lanciamo il nostro rapporto di sostenibilità aggiornato (2022) “Aviation with Purpose” che evidenzia ambiziosi obiettivi ambientali e sociali nei prossimi anni e traccia il percorso di Ryanair verso l’azzeramento delle emissioni di carbonio entro il 2050.

SOCIALE:

I nostri piani di crescita fino al 2026 vedranno Ryanair creare oltre 6.000 posti di lavoro ben retribuiti per professionisti dell’aviazione altamente qualificati in tutta Europa. Nei prossimi 3 anni, prevediamo di espandere i nostri centri di formazione all’avanguardia, investendo oltre 100 milioni di euro in altre 2 strutture di formazione (una nella penisola iberica e una nella CEE) ad alta qualificazione. Quest’estate prendiamo in consegna il primo di 8 nuovi simulatori di volo completi CAE (valore superiore a 80 milioni di dollari). Continuiamo a investire massicciamente nei nostri team di ingegneria e manutenzione e di recente abbiamo annunciato una nuova struttura di hangar di manutenzione a Malta, oltre agli hangar di nuova apertura a Kaunas (Lituania) e Shannon (Irlanda). Queste strutture interne ci consentono di creare opportunità di tirocinio e apprendistato per coloro che hanno abbandonato la scuola, portando attraverso la prossima generazione di aviatori altamente qualificati e professionisti della manutenzione degli aeromobili.

Dopo l’inizio della ripresa post-Covid nei viaggi aerei questa primavera, ci siamo mossi rapidamente con i nostri sindacati per negoziare accordi di ripristino salariale accelerato, in modo da poter ripristinare i tagli salariali concordati in precedenza con tutte le nostre persone non appena la nostra attività tornerà alla pre -Livelli Covid. Ad oggi sono stati concordati accordi di ripristino salariale accelerato con sindacati che rappresentano oltre l’80% dei nostri piloti e ca. Il 70% del nostro personale di cabina in tutta Europa. Speriamo di concludere accordi con il piccolo saldo residuo nel prossimo futuro. Noi e i nostri partner sindacali ci impegniamo a completare il ripristino di questi tagli salariali concordati, che hanno consentito a Ryanair e ai nostri partner sindacali di ridurre al minimo la perdita di posti di lavoro durante la pandemia di Covid-19, in un momento in cui le nostre compagnie aeree concorrenti tagliano migliaia di posti di lavoro altamente qualificati .

Nel primo trimestre, il nostro gruppo di clienti ha tenuto il suo ultimo incontro presso il Ryanair’s Lab a Madrid. Basandosi sul loro feedback, Labs introdurrà ulteriori miglioramenti del servizio nei prossimi mesi, tra cui il check-in automatico e l’Airport Express per facilitare viaggi più veloci attraverso gli aeroporti. Sebbene i punteggi CSAT siano scesi in questo trimestre, a causa dell’impatto dei continui ritardi ATC sulla puntualità e dei lunghi tempi di attesa per la sicurezza in aeroporto, abbiamo comunque registrato un forte 83% (con la cordialità dell’equipaggio che supera il 90%).

GESTIONE:

Per facilitare la successione ordinata del NED, Julie O’Neill non cercherà la rielezione alla prossima assemblea generale e ha deciso di ritirarsi dal consiglio a settembre. Il nostro presidente, Stan McCarthy, i colleghi del consiglio e la direzione ringraziano Julie per 9 anni di servizio stellare per Ryanair. Róisín Brennan assumerà la carica di presidente di Remco quando Julie partirà a settembre.

OPERAZIONE. PRESTAZIONI E CRESCITA:

La nostra decisione di lavorare con i nostri sindacati e concordare tagli salariali per ridurre al minimo la perdita di posti di lavoro (e mantenere aggiornati gli equipaggi) durante i 2 anni di Covid è stata confermata negli ultimi mesi, poiché molte compagnie aeree, aeroporti e società di movimentazione europee hanno lottato per ripristinare i posti di lavoro tagliati durante la pandemia. Ryanair sembra insolito tra le principali compagnie aeree dell’UE nell’estate 22, in quanto siamo al completo, nonostante operiamo al 115% della nostra capacità pre-Covid. La nostra attività, i nostri orari e i nostri clienti sono interrotti da ritardi senza precedenti nella gestione di ATC e aeroporti, ma rimaniamo fiduciosi di poter operare quasi il 100% dei nostri voli di linea, riducendo al minimo i ritardi e le interruzioni per i nostri ospiti e le loro famiglie.

Negli ultimi 2 anni, numerose compagnie aeree sono fallite e molti vettori legacy (tra cui Alitalia, TAP, SAS e LOT) sono sopravvissuti solo riducendo significativamente le flotte e la capacità dei passeggeri, ricevendo al contempo pacchetti di aiuti di Stato multimiliardari. Queste riduzioni strutturali della capacità hanno creato enormi opportunità di crescita per Ryanair per implementare i nostri nuovi B737 Gamechanger a basso consumo di carburante e la nostra quota di mercato è aumentata in modo significativo nei principali mercati europei. Con Boeing in programma di consegnare oltre 50 Gamechanger in più prima dell’S.23, continuiamo a reclutare e formare un numero considerevole di piloti, personale di bordo e ingegneri. ca. Il 50% della capacità dell’S.23 è ora in vendita e di recente abbiamo annunciato una nuova base a Belfast Intl. (S.23), un 4° aeromobile con base a Venezia (W.22) e l’inizio dei voli Bologna-Forlì (W.22). Grazie al nostro portafoglio ordini di 210 B737 e alla capacità della flotta disponibile, il Gruppo Ryanair prevede di crescere da 149 milioni di passeggeri (pre-Covid) a oltre 225 milioni di passeggeri all’anno. entro l’esercizio 26.

REVISIONE AZIENDALE DEL 1° trimestre FY23:

Entrate e costi

I ricavi programmati del primo trimestre sono aumentati del 720% a 1,58 miliardi di euro. Mentre il traffico ha registrato una forte ripresa da 8,1 a 45,5 milioni di passeggeri (con un fattore di carico del 92%), l’invasione russa dell’Ucraina a febbraio ha danneggiato le prenotazioni e le tariffe di Pasqua. In quanto tale, ave. le tariffe sono diminuite del 4% rispetto allo stesso trimestre pre-Covid. Le entrate accessorie continuano a registrare ottime performance, man mano che il traffico aumenta, offrendo oltre 22,50 € per passeggero. I ricavi totali sono aumentati del 600% a 2,6 miliardi di euro.

Mentre i settori sono aumentati di quasi il 330% e il traffico è aumentato del 460%, i costi operativi sono aumentati solo del 250% a 2,38 miliardi di euro (incluso un aumento significativo del 560% del carburante a 1 miliardo di euro), guidati da costi variabili inferiori come aeroporto e movimentazione, proprietà & manutenzione e miglioramento del consumo di carburante poiché 73 Gamechanger sono entrati nella flotta prima del picco S.22 (compensato dal costo più elevato del carburante degli aerei e dalle tariffe di rotta). Costi inferiori, insieme a fattori di carico più elevati, hanno visto il costo unitario (ex carburante) per passeggero scendere a € 30.

Il nostro fabbisogno di carburante FY23 è coperto all’80% (65% jet swap a $ 63 barili e 15% cap a $ 78 barili) e la nostra copertura FY24 è aumentata al 30% a ca. $ 92 barili. I crediti di carbonio sono coperti per oltre il 90% per il FY23 a € 55 (ben al di sotto dell’attuale prezzo spot di circa € 90). Questa posizione di copertura aiuta a isolare Ryanair dal costo vertiginoso del carburante e fornisce a Ryanair un vantaggio competitivo significativo, in particolare nel W.22.

A seguito di una recente revisione di B737NG op. opportunità di noleggio e l’incapacità di Boeing di concordare prezzi competitivi su un nuovo ordine di aeromobili, il Gruppo ha deciso invece di estendere la maggior parte dei nostri noleggi di Lauda A320. Questo processo, che è prossimo al completamento, vedrà questi contratti di locazione prolungati fino a 4 anni (fino al 2028), bloccando i risparmi sugli affitti materiali, migliorando l’efficienza operativa e facilitando le opportunità di crescita nei prossimi anni.

Bilancio e liquidità

Il bilancio di Ryanair è uno dei più forti del settore con un rating creditizio BBB (stabile) (S&P e Fitch). L’indebitamento netto al 30 giugno è sceso a 0,4 miliardi di euro (1,45 miliardi di euro al 31 marzo) e oltre il 90% della flotta di B737 del Gruppo è libera. Nonostante il picco di investimenti quest’anno e il prossimo, prevediamo comunque di migliorare il bilancio portandolo a una posizione debitoria netta sostanzialmente pari a zero nei prossimi 2 anni. La forza del nostro bilancio assicura che il Gruppo sia ben posizionato per sfruttare le numerose opportunità di crescita che esistono in un’Europa post-Covid.

PROSPETTIVA:

Pur restando fiduciosi che l’alto tasso di vaccinazioni in Europa consentirà all’industria aerea e del turismo di riprendersi completamente e finalmente di lasciarci alle spalle il Covid, non possiamo ignorare il rischio di nuove varianti di Covid nell’autunno 2022. La nostra esperienza con Omicron lo scorso novembre, e l’invasione dell’Ucraina a febbraio, mostra quanto sia fragile il mercato dei viaggi aerei e la forza di qualsiasi ripresa dipenderà enormemente dall’assenza di sviluppi avversi o inaspettati nel resto dell’esercizio 23.

Sebbene ci siano chiari segni di domanda repressa, le prenotazioni rimangono più vicine rispetto alla norma (pre-Covid) in questo periodo dell’anno. Abbiamo una visibilità limitata nella seconda metà del secondo trimestre e una visibilità quasi nulla nel secondo trimestre, quando in genere siamo in perdita. In questo momento, Q2 ave. le tariffe stanno superando i livelli di picco S.19 (pre-Covid) di una bassa percentuale a due cifre. Ryanair prevede di aumentare il traffico FY23 a 165 milioni (+11% sul traffico pre-Covid) e perseguirà la sua strategia di carico attivo e passivo per raggiungere questa crescita. Nonostante sia una delle migliori compagnie aeree con copertura in Europa, i prezzi elevati del petrolio comporteranno un aumento dei costi del nostro carburante senza copertura del 20% per il resto dell’esercizio 23. Dato il nostro profilo di prenotazione successivo, la mancanza di visibilità, la volatilità dei prezzi del petrolio, il potenziale Covid, i rischi geopolitici e della catena di approvvigionamento, è troppo presto per fornire una guida PAT significativa per l’anno fiscale 23 in questo momento. Speriamo di essere in una posizione migliore per farlo con i risultati semestrali di novembre ma, come mostra la nostra esperienza con Omicron lo scorso novembre e con l’Ucraina a febbraio, qualsiasi guida è soggetta a un cambiamento molto rapido rispetto a eventi imprevisti che sono ben al di fuori del nostro controllo durante quella che rimane una ripresa molto forte ma ancora fragile”.

Ryanair Holdings plc, il più grande gruppo di compagnie aeree d’Europa, è la società madre di Buzz, Lauda, ​​Malta Air, Ryanair e Ryanair UK. Portando 165 milioni di ospiti p.a. su oltre 2.500 voli giornalieri da 90 basi, il Gruppo collega 225 aeroporti in 36 paesi su una flotta di 512 aeromobili, con ulteriori 137 Boeing 737 ordinati, che consentiranno al Gruppo Ryanair di aumentare il traffico fino a 225 m p.a. entro l’esercizio 26. Ryanair ha un team di oltre 19.000 professionisti dell’aviazione altamente qualificati che offrono prestazioni puntuali n. 1 in Europa e un record di sicurezza di 37 anni leader del settore. Ryanair è il gruppo di compagnie aeree più ecologico, più pulito e più importante d’Europa e i clienti che passano a volare Ryanair possono ridurre le proprie emissioni di CO₂ fino al 50% rispetto alle principali compagnie aeree europee tradizionali.

Alcune delle informazioni incluse in questa versione sono lungimiranti e sono soggette a importanti rischi e incertezze che potrebbero far sì che i risultati effettivi differiscano sostanzialmente. Non è ragionevolmente possibile elencare tutti i numerosi fattori ed eventi specifici che potrebbero influenzare le prospettive ei risultati di una compagnia aerea operante nell’economia europea. Tra i fattori che sono soggetti a modifiche e potrebbero avere un impatto significativo sui risultati attesi da Ryanair ci sono l’ambiente dei prezzi delle compagnie aeree, i costi del carburante, la concorrenza di vettori nuovi ed esistenti, i prezzi di mercato per la sostituzione degli aeromobili, i costi associati alle misure ambientali e di sicurezza, le azioni dell’Irlanda, del Regno Unito, dell’Unione Europea (“UE”) e di altri governi e delle rispettive agenzie di regolamentazione, incertezze post-Brexit, interruzioni legate al clima, scioperi dell’ATC e interruzioni del personale, ritardi nella consegna degli aeromobili sotto contratto, fluttuazioni del cambio valuta tariffe e tassi di interesse, accesso e oneri aeroportuali, rapporti di lavoro, ambiente economico del settore aereo

[1] Sustainalytics: una delle principali società indipendenti di ricerca, rating e analisi ESG e corporate governance.
[2] Iniziativa Science Based Targets – una collaborazione tra CDP, United Nations Global Compact, World Resources Institute e Worldwide Fund for Nature. Aiuta le aziende a fissare obiettivi di riduzione delle emissioni in linea con la scienza del clima e gli obiettivi dell’accordo di Parigi

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.