Qantas continua a perdere tanti soldi, oltre 1 miliardo di AUS$

il

Perdita sottostante al lordo delle imposte: $ (1,86) miliardi.
Perdita statutaria prima delle imposte: $ (1,19) miliardi.
EBITDA sottostante: $ 281 milioni a seguito di una performance EBITDA di $ 526 milioni nel 2H.
Flusso di cassa operativo statutario positivo: 2,67 miliardi di dollari.
Il piano di ripresa sta per essere completato, con un risparmio di 1 miliardo di dollari nell’esercizio 23.
Il debito netto è sceso a 3,94 miliardi di dollari, al di sotto dell’intervallo target.
Investimento di oltre 400 milioni di dollari in fidelizzazione ed esperienza dei clienti; nuove lounge e nuove rotte.
Annunciato il riacquisto di quote di mercato fino a $ 400 milioni.
Miglioramento significativo delle prestazioni operative; le misure chiave dovrebbero tornare in gran parte agli standard pre-COVID nel settembre di quest’anno.
Miglioramento significativo dei vantaggi per le trasferte del personale per i dipendenti.
Il Gruppo Qantas ha registrato la sua terza perdita consecutiva al lordo delle imposte di oltre 1 miliardo di dollari, riflettendo gli impatti di Delta e Omicron, nonché i costi iniziali del riavvio della compagnia aerea quando i blocchi sono finalmente terminati.
Per l’intero anno finanziario 2022, il Gruppo ha registrato una perdita sottostante al lordo delle imposte di $ (1,86) miliardi e una perdita legale al lordo delle imposte di $ (1,19) miliardi. La differenza tra queste due misure riflette in gran parte il guadagno netto di $ 686 milioni sulla vendita di terreni in eccedenza, che ha contribuito a ridurre il debito correlato al COVID.
Mentre i primi tre trimestri dell’anno sono stati caratterizzati dalla chiusura delle frontiere e dalle ondate di incertezza causate dalle varianti del COVID, il quarto trimestre ha registrato i livelli sostenuti di domanda di viaggi più elevati dall’inizio della pandemia. Nel complesso, i livelli di volo del Gruppo per l’anno sono stati in media del 33% rispetto ai livelli pre-pandemia, ma hanno chiuso al 68%.
Le operazioni di Group Domestic sono state redditizie a livello di EBIT sottostante nel 4Q22, mentre Qantas Freight ha registrato un’altra performance annuale record e Qantas Loyalty ha accelerato la crescita degli utili a due cifre nella seconda metà.
La riapertura delle frontiere ha visto un enorme aumento della domanda di viaggi in avanti, che, combinato con il piano di risanamento del Gruppo, ha comportato un significativo miglioramento del bilancio. Il debito netto è sceso da un massimo di oltre $ 6,4 miliardi a $ 3,9 miliardi alla fine dell’esercizio 22, ponendolo al di sotto dell’intervallo target ottimale di $ 4,2 miliardi a $ 5,2 miliardi.
Con la crisi esistenziale posta dalla pandemia ormai superata, il Gruppo è concentrato sulla risposta alle attuali sfide operative. Le misure chiave per i clienti per Qantas, inclusi i tempi di attesa del contact center, le tariffe di cancellazione e le tariffe per i bagagli maltrattati, stanno tornando verso gli standard pre-COVID nell’agosto 2022.
C’è stato un miglioramento significativo nella performance puntuale, che è passata dal 52% di luglio al 66% di agosto (fino ad oggi). Questo dovrebbe raggiungere il 75% a settembre e circa l’80% a ottobre 2022, in attesa di fattori esterni come condizioni meteorologiche estreme.

Commento dell’AD



Il CEO del gruppo Qantas Alan Joyce ha dichiarato: “Questo risultato porta l’impatto della perdita statutaria prima delle imposte del COVID sul gruppo Qantas a quasi $ 7 miliardi e le nostre perdite totali di entrate a $ 25 miliardi. Queste cifre sono sbalorditive e passare dall’altra parte è stato ovviamente difficile.
“L’ultimo anno è stato impegnativo per tutti. Abbiamo dovuto rallentare quasi tutti i voli una volta che Delta ha colpito e rimanere così per diversi mesi prima di risalire attraverso più onde Omicron mentre tutti abbiamo imparato a convivere con COVID nella comunità.
“Abbiamo sempre saputo che la domanda di viaggio si sarebbe fortemente ripresa, ma la velocità e la portata di tale ripresa sono state eccezionali. I nostri team hanno svolto un lavoro straordinario durante il riavvio ei nostri clienti sono stati estremamente pazienti poiché l’intero settore ha affrontato congedi per malattia e carenza di manodopera negli ultimi mesi.
“La sicurezza rimane il numero uno, ma il nostro servizio non è al livello previsto dal vettore nazionale. C’è molto lavoro in corso per riportarci al meglio, inclusa l’assunzione di più persone, il lancio di nuove tecnologie e la riduzione dei voli nazionali in modo da avere più copertura per congedi per malattia.
“Abbiamo visto un grande miglioramento nella gestione dei bagagli e nelle cancellazioni ad agosto, che prevediamo torneranno agli standard pre-COVID il prossimo mese. Anche le prestazioni puntuali sono migliorate in modo significativo e dovrebbero essere vicine al nostro consueto standard elevato a settembre.
“Siamo ancora più fiduciosi nel futuro di quanto non lo fossimo sei mesi fa, quindi oggi annunciamo maggiori investimenti nelle nostre persone e nei nostri clienti, incluso un importante aumento dei vantaggi di viaggio del personale, nuove rotte e nuove lounge. Stiamo anche annunciando il primo ritorno in conto capitale per gli azionisti da quando ci hanno fornito 1,4 miliardi di dollari all’inizio della pandemia per supportare il nostro piano di ripresa”.

Divisione voli domestici


Dopo numerosi rimbalzi stop/start nel FY22, la domanda interna di viaggi ha registrato una ripresa sostenuta nel quarto trimestre. Il totale dei voli domestici è stato in media del 63% rispetto ai livelli pre-COVID per l’anno e ha raggiunto il 103% entro il 30 giugno.
Ciò ha portato Group Domestic a un EBIT sottostante positivo per il quarto trimestre, ma lunghi periodi di bassa attività combinati con costi di riavvio hanno portato a una perdita di EBIT sottostante per l’intero anno di ($ 1,1) miliardi.
In Qantas e Jetstar, gli introiti derivanti dalle prenotazioni per il tempo libero nel quarto trimestre sono stati circa il 125% dei livelli pre-COVID, con la strategia del doppio marchio del Gruppo che lo ha messo in una posizione unica per soddisfare la domanda sia del budget che delle parti premium del mercato . Il rimbalzo del tempo libero ha visto il Gruppo aggiungere più di 20 nuove rotte domestiche nel corso dell’anno.
Le entrate derivanti dai viaggi per motivi di lavoro nel quarto trimestre erano circa il 90% dei livelli pre-COVID.
Con una base di costo notevolmente inferiore ai suoi concorrenti, l’impegno di Jetstar per tariffe basse ha visto il 47% dei suoi clienti pagare meno di $ 100 per il proprio volo nazionale e l’87% ha pagato meno di $ 200, una percentuale maggiore rispetto a prima della pandemia.

Divisione voli internazionali e cargo


Le pesanti perdite del business internazionale dei passeggeri del Gruppo sono state nuovamente significativamente compensate da una performance record di Qantas Freight, che ha beneficiato di rendimenti elevati a causa della continua carenza di spazio merci a livello globale, ma anche del passaggio in corso all’e-commerce a livello nazionale.
Complessivamente, la divisione Qantas International e Freight ha registrato una perdita EBIT sottostante di $ (238) milioni e un utile EBITDA sottostante di $ 448 milioni.
Mentre la riapertura del confine australiano nel novembre 2021 ha finalmente visto il ritorno dei viaggi internazionali di passeggeri, il rimbalzo è stato inizialmente rallentato dalla variante Omicron e dall’apertura ritardata di mercati chiave come la Nuova Zelanda e l’Indonesia.
La capacità internazionale del Gruppo ha raggiunto una media di appena il 17% dei livelli pre-COVID per l’anno, ma è salita al 49% entro il 30 giugno. Il Gruppo ha ora ripreso a volare verso 19 porti e ha annunciato otto nuove destinazioni, tra cui Roma, Seoul e Delhi.
Jetstar ha subito perdite finanziarie significative in Nuova Zelanda, Singapore e Giappone a causa delle continue restrizioni ai confini e dei costi di riavvio poiché i voli sono gradualmente tornati.
A livello globale, le compagnie aeree sono vincolate dalla disponibilità di aeromobili e manodopera a tornare ai livelli di capacità pre-COVID nonostante gli elevati livelli di domanda. Sebbene questa situazione sia temporanea, sta determinando forti rendimenti nei voli internazionali del Gruppo, che stanno compensando il significativo aumento del costo del carburante degli aerei.


Programma fedeltà QANTAS


Loyalty ha ottenuto un aumento significativo delle entrate, in crescita del 36% a 1,33 miliardi di dollari. L’EBIT sottostante è aumentato del 7% nel corso dell’anno ed è aumentato di due cifre nella seconda metà quando i modelli di consumo sono cambiati dopo il blocco. La divisione ha ottenuto ottimi risultati durante la pandemia concentrandosi sul suo valore per i membri e, per estensione, per i suoi partner di programma.
La decisione di ridurre il numero di punti richiesti per il riscatto di hotel e vacanze nel febbraio 2022 ha contribuito a generare un aumento del 40% delle prenotazioni nel 4trim22.
L’acquisizione di una quota di maggioranza nell’attività di viaggi online TripADeal nel maggio 2022 ha aperto nuovi modi ai membri di guadagnare e riscattare punti e ha anche offerto una significativa opportunità di crescita. Le vendite di TripADeal sono aumentate del 70% nel primo mese successivo all’acquisizione rispetto al mese precedente e allo stesso periodo del 2019. Sono già stati riscattati oltre 150 milioni di punti e 120 milioni di punti guadagnati dai frequent flyer sui pacchetti TripADeal.
Nel corso dell’anno sono stati rinnovati gli accordi con tutti e cinque i principali partner di servizi finanziari oltre a Woolworths. Sono state avviate nuove partnership con Accor, Optus e Zip. Qantas Business Money è stato lanciato e si espanderà ulteriormente nel FY23.
I membri di Frequent Flyer sono cresciuti a 14,1 milioni durante l’anno fiscale 22, riflettendo un aumento totale di circa 1 milione dall’inizio della pandemia.

Quadro economico-finanziario


Il forte introito di entrate, oltre alla vendita di terreni in eccedenza, ha aiutato il Gruppo a ridurre il proprio indebitamento netto a 3,94 miliardi di dollari, portandolo al di sotto dell’intervallo target ottimale di 4,2-5,2 miliardi di dollari. La liquidità totale al 30 giugno 2022 era di $ 4,6 miliardi di cui $ 3,3 miliardi di liquidità.
Nel FY22 sono stati realizzati ulteriori 270 milioni di dollari di costi benefici, portando il totale raggiunto nell’ambito del piano di risanamento del COVID del Gruppo a 920 milioni di dollari dall’esercizio 2020. Il vantaggio annualizzato di $ 1 miliardo è sulla buona strada dal FY23 in poi.
Qantas è stata una delle sole sei compagnie aeree a mantenere un rating di credito investment grade durante la pandemia e, durante l’anno, le sue prospettive sono state aggiornate a “stabili” da Moody’s.
Il Consiglio ha approvato un riacquisto di quote di mercato fino a 400 milioni di dollari quando i benefici della ripresa si concretizzeranno. Questo è il primo ritorno per gli azionisti dal 2019 e segue 1,4 miliardi di dollari di capitale proprio raccolti all’inizio della pandemia.
INVESTIRE NEI NOSTRI CLIENTI
Oltre all’investimento nelle prestazioni operative, il Gruppo sta apportando i seguenti miglioramenti all’esperienza del cliente:
Introduzione di una nuova rotta – da Auckland a New York – da giugno 2023, utilizzando il 787 Dreamliner. Questo sarà programmato per offrire comodi collegamenti ai voli di Qantas tra l’Australia e la Nuova Zelanda.
Importanti miglioramenti a diverse lounge a partire progressivamente dalla fine di quest’anno:
Creazione di una Business Lounge ad Adelaide (oltre all’esistente Qantas Club) e ristrutturazione completa della Presidents Lounge.
Upgrade completo della lounge di Auckland di Qantas.
Le lounge di Port Hedland e Rockhampton da aggiornare e ampliare.
Come annunciato di recente:
Un buono da $ 50 offerto a tutti i frequent flyer verso il loro prossimo volo Qantas.
Estensione dell’aumento dei posti di riscatto Classic Reward fino al 50% per ulteriori 12 mesi.
Estensione gratuita dello stato Frequent Flyer (da Silver a Platinum One) per altri 12 mesi.
Questi miglioramenti rappresentano un investimento di oltre 400 milioni di dollari.
(Vedi il comunicato separato per maggiori dettagli sulle lounge e Auckland-New York.)

Investire nei dipendenti


Il Gruppo sta offrendo un numero record di formazione con oltre 1.500 persone che si uniscono all’organizzazione e circa 1.000 appuntamenti interni presi da aprile 2022. Entro la fine del calendario 2023 è prevista l’apertura di un nuovo centro di addestramento al volo a Sydney e di una nuova formazione per il personale di cabina il centro è stato ufficialmente aperto oggi a Mascot.
Il programma Staff Travel sarà reso più generoso, con un migliore accesso per i familiari e un ampliamento dei già significativi sconti tariffari sui viaggi in standby.
Il Gruppo prevede di spendere circa 50 milioni di dollari per aumenti salariali per i dipendenti coperti dall’EBA man mano che gli accordi saranno finalizzati nell’esercizio 23, portando lo stipendio medio non dirigente di Qantas a oltre 100.000 dollari. Ciò si aggiunge a circa 200 milioni di dollari stanziati per un pagamento di aumento di 5.000 dollari per il recupero e 1.000 diritti di azioni per oltre 17.000 persone.

Flotta


Tutti gli aerei Qantas e Jetstar con base in Australia e Nuova Zelanda sono tornati a volare, ad eccezione di alcuni Airbus A380. Cinque A380 con interni aggiornati sono ora tornati in servizio e i restanti cinque seguiranno entro dicembre 2023 una volta completata la manutenzione di mezza età.
A luglio, Jetstar ha preso in consegna il suo primo Airbus A321LR, che è il 15% più efficiente in termini di consumo di carburante rispetto ai suoi attuali A320. Questo è il primo di quasi 300 aeromobili a fusoliera stretta di nuova generazione in arrivo in tutto il Gruppo nei prossimi 10 anni, il che migliorerà le emissioni, il rumore, l’esperienza del cliente e l’economia delle rotte.
Sono in corso i lavori legati all’entrata in servizio degli Airbus A220 e A321XLR per Qantas Domestic e dell’A350 per Qantas International.
Qantas International riceverà i suoi tre Boeing 787-900 rimanenti entro la fine dell’esercizio 23. Qantas Freight riceverà due A330 convertiti nella seconda metà del calendario 2023 e sei A321F cargo dall’inizio del 2024 in poi per sostituire cinque 737-400F e contribuire a soddisfare la domanda di un aumento permanente dell’e-commerce da parte di clienti chiave, tra cui Australia Post.


Prospettive future (1)


Il Gruppo è entrato nel FY23 con il suo processo di riparazione del bilancio effettivamente completato, forti livelli di domanda di viaggio e un percorso chiaro per migliorare le sue sfide operative legate al COVID. Sulla base delle previsioni attuali, le impostazioni chiave e le ipotesi per l’esercizio 23 includono[2]:
Il piano di recupero sarà completato nell’esercizio 23, offrendo una riduzione dei costi annuale di 1 miliardo di dollari. Concentrazione parallela sulla compensazione dell’IPC dal FY19 al FY23 attraverso iniziative di costi e ricavi aggiuntivi.
Il costo del carburante per l’anno fiscale 23 dovrebbe essere di $ 5,0 miliardi, guidato da un aumento di circa il 60% dei prezzi del carburante rispetto all’anno fiscale 2019.
Si prevede che le prestazioni di RASK recupereranno completamente l’aumento dei prezzi del carburante in tutto il Gruppo, nonché un aumento temporaneo dei costi unitari associati all’affrontare le sfide operative.

La capacità nazionale del gruppo è stata ridotta di ulteriori ~10 punti percentuali[3] in risposta ai maggiori costi del carburante e alle sfide operative. Una parte della capacità può essere ripristinata una volta migliorata la resilienza operativa.
1H23 – 95% dei livelli pre-COVID
2H23 – 106% dei livelli pre-COVID
La capacità di Group International di aumentare man mano che più A380 e 787-900 entrano in servizio e le frontiere d’oltremare continuano a riaprire.
1H23 – 65% dei livelli pre-COVID
2H23 – 84% dei livelli pre-COVID
Qantas Loyalty Underlying EBIT in aumento a $ 425-450 milioni per FY23.
I forti rendimenti di Qantas Freight dovrebbero moderare ma rimanere al di sopra dei livelli pre-COVID.
Il deprezzamento e l’ammortamento sottostanti per il FY23 dovrebbero essere di $ 1,8 miliardi.
[1] Fare riferimento alle diapositive da 32 a 35 nella presentazione per gli investitori del Gruppo Qantas per maggiori dettagli e ipotesi sull’Outlook FY23.
[2] Queste dichiarazioni di prospettiva si basano sull’attuale valutazione del Gruppo del profilo dei fattori esterni chiave che influenzeranno la performance finanziaria del Gruppo, comprese le condizioni economiche, il profilo della catena di approvvigionamento e le impostazioni di salute pubblica.
[3] Rispetto alle ipotesi fornite nell’aggiornamento di mercato del 24 giugno 2022.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.