A Melbourne in Australia, Bergamo è pronto per la 151esima slot conference IATA

il

Bergamo è in Australia , non ha un volo diretto per il momento, ma è alla 151esima slot conference della IATA. I rappresentanti del dipartimento commerciale per lo sviluppo del traffico aereo dell’aeroporto orobico su mostrano allo stand che hanno a questa manifestazione.

Due sono le sessioni annuali, una generalmente in giurno e l’altra in novembre. Quella di giugno si riferisce all definizione degli slot richiesti dai vettori negli aeroporti per la stagione invernale. Quella di novembre invece si riferisce alla stagione successiva che arriva.

Gli slot sono quelle “finestre temporali” che servono per operare in ogni aeroporto un singolo volo o più voli nella settimana , oppure nella periodicità del periodo. Questi slot richiesti non sono definitivi, in quanto la waiver scade più avanti, molto prima dell’inizio di una stagione IATA.

Trattandosi del fatto che in questa manifestazione vi sono molti rappresentanti del network scheduling, gli aeroporti possono interagire al fine di migliorare o insomma trattare l’andamento futuro di ogni singola rotta. C’è tempo infatti per fare piccoli aggustamenti, oppure per definire strategie future tra le parti. per lo sviluppo possibile di nuove direttrici.

In ballo ci sono molti soldi a livello di investimento in capo a ogni vettore e quindi in particolare in situazioni dove l’andamento generale geopolitico è falsato da malattie, guerre e crisi economiche, gli investimenti sono mirati. Per chi crede che gli incentivi siano la sola panacea a copertura, l’entità del costo di gestione di una singola rotta, in particolare nuova, ha volumi finanziari che nessun incentivo a lungo andare può coprire. E’ chiaro che i singoli mercati devono rispondere adeguatamente in termini di produzione di vendita di biglietti o volumi di cargo per permettere al vettore di giungere velocemente al punto di pareggio. Questo se una nuova rotta ha una possibilità di poter essere remunerativa, se c’è un rischio potenziale sostenziale di mancato ritorno, il collegamento non viene effettuato. Le voci in gioco, interini di costi sono molteplici e non si limitano solamente al costo dell’aeromobile, equipaggio, carburante. Ma ci sono anche i servizi a terra, le tasse, i costi dei servizi del traffico aereo, etc. Il business case di ogni singolo nuovo collegamento deve essere puntuale e appropriato.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.