Wizz Air si unisce all’Alleanza per l’Aviazione a Emissioni Zero lanciata dalla Commissione europea 

il

● Wizz Air ha partecipato alla prima Assemblea generale dell’Alleanza lunedì 14 novembre 

● L’Alleanza preparerà l’industria aeronautica europea all’utilizzo di aeromobili elettrici e a idrogeno 

● Un’ulteriore dimostrazione dell’impegno costante di Wizz Air per la riduzione delle emissioni di carbonio 

Wizz Air, la compagnia aerea in più rapida crescita e più sostenibile a livello globale, è lieta di annunciare la sua adesione all’Alleanza per l’Aviazione a Emissioni Zero (AZEA), un’iniziativa su base volontaria lanciata dalla Commissione europea per spianare la strada ai velivoli sostenibili di nuova generazione. Il 14 novembre Wizz Air si è unita a partner pubblici e privati in occasione dell’Assemblea Generale ospitata da EUROCONTROL e guidata dalla Direzione Generale per l’Industria della Difesa e lo Spazio (DEFIS) della Commissione europea. 

Wizz Air entra a far parte di AZEA insieme a una schiera di stakeholder dell’aviazione pubblica e privata, accomunati dalla stessa volontà di decarbonizzare il settore facilitando il successo della commercializzazione di velivoli elettrici e a idrogeno. Per raggiungere questo obiettivo, i membri dell’AZEA lavoreranno insieme per identificare le barriere che ostacolano lo sviluppo degli aerei a emissioni zero, stabilire strategie e una tabella di marcia per superarle e promuovere progetti di investimento. 

Nell’ambito di AZEA, Wizz Air condividerà con i membri le informazioni sulle sfide e le soluzioni previste per lo sviluppo di aeromobili a emissioni zero dal punto di vista di un vettore ultra-low-cost. I vettori ultra-low-cost si trovano in una posizione privilegiata per guidare la transizione verso un’industria dell’aviazione più sostenibile, grazie all’elevata densità di posti e al fattore di carico, al basso consumo di carburante e alla flotta moderna e tecnologica, che genera un’impronta di carbonio per passeggero-chilometro significativamente inferiore rispetto a quella di altre compagnie aeree. La partecipazione agli incontri di AZEA fornirà a Wizz Air una comprensione molto più approfondita di come l’utilizzo di aeromobili a idrogeno a zero emissioni possa avere un impatto positivo sul futuro modello di business della compagnia aerea e, in ultima analisi, sull’eliminazione dell’impatto climatico del settore. 

L’adesione ad AZEA è un’ulteriore dimostrazione del continuo impegno di Wizz Air nei confronti della sostenibilità e supporta il suo obiettivo di ridurre l’intensità delle emissioni di carbonio per passeggero-chilometro del 25% entro il 2030. Le tecnologie all’avanguardia, quali l’idrogeno, svolgeranno un ruolo fondamentale nel portare avanti la strategia di sostenibilità a medio e lungo termine di Wizz Air. 

Johan Eidhagen, Chief People and ESG Officer di Wizz Air, ha dichiarato: “Siamo lieti di essere entrati a far parte di AZEA e non vediamo l’ora di lavorare con i suoi membri per collaborare alla ricerca e allo sviluppo continuo, necessari per le operazioni degli aeromobili a idrogeno. È 

indispensabile che tutti gli attori dell’ecosistema dell’aviazione – dalle compagnie aeree agli aeroporti, dalle autorità di regolamentazione ai fornitori di carburante – si coordinino per garantire che l’infrastruttura sia pronta per la diffusione di questa tecnologia su larga scala. Noi di Wizz Air rimaniamo ambiziosi nella nostra strategia di sostenibilità e ci impegniamo a investire in tecnologie all’avanguardia, aprendo la strada a viaggi aerei più sostenibili. Siamo e continueremo ad essere la scelta di volo più verde che ci sia”.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.