AeroItalia : Intrieri risponde a O’Leary – Ryanair

il

La rescue fare lanciata da Ryanair per i passeggeri che avevano prenotato un volo AeroItalia, poi recentemente non più disponibili in vendita per ragioni non a noi note, ha spinto il CEO di AeroItalia Gaetano Intrieri , a replicare all’azione posta in atto dal vettore irlandese.

Di seguito c’è’ il “copia e incolla” di quanto su Facebook nella sua pagina/profilo ha scritto:

“Caro Mr. O’Leary

Oggi per noi di Aeroitalia è un grande giorno, abbiamo nientedimeno che l’onore di avere i nostri passeggi riprotetti della campagna n. 1 in Italia la straordinaria Europe’s favourite Airline. Che poi quei passeggeri avrebbero dovuto volare tra qualche mese e sono stati da Aeroitalia correttamente rimborsati e non hanno bisogno di alcuna riprotezione, questo è un dettaglio di cui non frega nulla a nessuno. L’importante è esserci stravincere e speculare.

La Fantastica Ryan Air lancia i rescue flight per riproteggere i passeggeri di Aeroitalia questo è il messaggio. Ne approfitteremo e chiederemo noi stessi ai nostri passeggeri che avranno l’onore di essere riprotetti dalla Europe’s favorite airline con i suoi comodi sedili e lo straordinario servizio offerto.

Io ti ringrazio Mr O’Leary, ti ringrazio di cuore perché essere riprotetti da te non è una cosa che capita tutti i giorni.

Ma non solo, il mio amico Mauro Bolla, tuo country manager, un bravo ragazzo costantemente inviato ad esporre cartelli negli aeroporti italiani stile circo di Nando Orfei, rincara la dose costretto a dichiarare le stupidaggini dettate dal tuo ufficio marketing.

Fantastico Mr O’Leary con la tua megaflotta vieni a salvare i passeggeri di una piccola startup italiana con 5 aerei e lo fai in un mese che per me è particolarmente triste. Esattamente 4 anni fa, nel gennaio 2019 passava a miglior vita l’uomo da cui ho imparato tutto quello che so di questo sporco mestiere. Se ne andava il più grande di tutti Mr O’Leary, se ne andava colui a cui ogni giorno dovresti dire grazie e dovresti riconoscere una huge fee se sei riuscito a trasformare una piccola compagnia aerea irlandese nella Europe’s favorite airline. Quello da cui hai spudoratamente copiato tutto o quasi.

Pensa come sarebbe stata diversa per te la vita se non fosse esistito il mio adorato Herb. E, pensa come sarebbe stata diversa per te la vita se non avevi trovato nel mio Paese la gallina dalle uova d’oro. Aeroporti che sono felicemente falliti per accettare le tue condizioni dopo essersi prostituiti a te, 10.000 mila cassintegrati lasciati per strada da ex lavoratori di aerolinee che hai felicemente massacrato, come non ammettere la tua genialità nell’aver saputo prendere per il culo un intero Paese che grazie alla tua opera ha di fatto collassato l’intero sistema del trasporto aereo.

Certo, noi ti abbiano dato una mano: in questo Paese la compagnia di bandiera è stata gestita da personaggi (commissari inclusi) con livello di competenza aeronautica imbarazzante ed anche io nel mio piccolo ti ho dato una mano, quanto rifiutai l’offerta del Ministro Patuanelli di occuparmi di Alitalia dopo che oltre 6 mila dipendenti lo avevano chiesto con una petizione pubblica.

Tu oggigiorno, vieni nel mio Paese ricevuto in pompa magna da ministri e portaborse, tu che ti sei permesso anche l’autorità aeronautica del mio paese chiamando “donkey” l’allora presidente, e noi niente, più tu continui con la tua arroganza a mietere vittime e più noi ti osanniamo e ti portiamo in trionfo. A te caro Mr O’Leary è anche permesso di trattare migliaia di miei connazionali da despota terrorizzati nel regime militaresco che hai imposto nella tua compagnia e poi sempre con rara genialità riesci ad annacquare una cattiveria senza pari venendo a fare il giullare nelle tue conferenze stampa prendendo per il culo la qualunque.

Ti ricordi quando ti divertivi a far credere che avresti fatto il codeshare con Alitalia al malcapitato AD del tempo pur sapendo benissimo che il tuo sistema ed il tuo modello di business non permette certe pratiche?

Ti ricordi quando ti divertivi a cambiare il MTOW dei tuoi aerei quasi ad ogni volo costringendo Eurocontrol a farti una regola ad hoc?

Che dire, hai circonciso migliaia di persone in questo Paese raccontando dei tuoi investimenti in un Paese dove invece hai solo preso soldi e non solo a mani basse.

Sei bravo Mr O’Leary, sai gestire gli aerei come pochi, ma forse alla tua età è anche venuto il momento di dire ai tuoi squali del marketing di avere rispetto per chi cerca di fare il proprio lavoro senza disturbare il manovratore.

Aeroitalia è andata a Forlì e tu dopo oltre 10 anni sei tornato a Forlì.

Aeroitalia ha messo il Bergamo Lublin senza disturbare il manovratore e tu che non sei neanche dove cazzo è Lublin hai messo il Bergamo Lublin, dopo che per 20 anni hai volato a Bergamo senza aver mai collegato questa ridente cittadina polacca.

Bene Mr. O’Leary sei un grande ma sappi che noi non abbiamo cancellato perché tu ci fai paura, ma lo abbiamo fatto perché non avendo come te una tonnellata di aerei, dobbiamo rispettare il nostro impegno sulla continuità territoriale.

Tre giorni prima di morire, Herb mi scrisse una email che per me è una reliquia, parlava della sua vita e di quanto fosse stato bello aver contribuito al benessere di centinaia di migliaia di lavoratori e quanto fosse contento di aver avuto sempre grande rispetto per i suoi competitor. Hai copiato tanto da Lui, ma non tutto, ed anche quando arriverai ad un miliardo di passeggeri e 1000 aeroplani, anche grazie alle follie del mio Paese, Tu caro Mr. O’Leary, rimarrai sempre infinitesimamente piccolo rispetto a LUI.

Buon rescue flight”.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.