Air France crea Joon la sua sorella più piccola. Ma è solo per tagliare i costi?

Ieri a #Parigi è stata presentata #Joon.  Un progetto nuovo vuole essere celebrato, ma potrebbe essere solamente la via per abbassare i costi su alcune rotte che sono in perdita per Air France. Quattro le prime destinazioni : Barcellona, Berlino, Lisbona e Oporto. Tutte e quattro non vedranno più un aereo Air France, ma questo nuovo prodotto Joon. In queste quattro rotte il prodotto sarà più smart and friendly come recita il nuovo messaggio Joon, ma il servizio sarà a pagamento (acqua, the, caffe e succhi saranno gratis), sono 60′ prodotti quelli a pagamento ed un terzo di questi è ecosostenibile o biologico. Poi ci sarà una webtv, nessun contenuto su monitor ma in streaming WiFI sui vostri tablet, computer o smartphones.

Un prodotto che diventa hard su quelle rotte che i costi non vedono più produrre un ritorno economico interessante per Air France quindi? La cosa sarebbe vista proprio così. Nulla di questo traspare dalla compagnia aerea. Se fosse stata diversamente una nuova compagnia che si affiancava alla mainline poteva essere definita una cosa che propone un nuovo prosotto ed un nuovo modo di volare. lasciando quindi invece i passeggeri che amano e vogliono qualkcosa di più a quello tradizionale. no, invece si cambia ed allora la ragione è solo prettamente finanziaria.

Un prodotto quindi che vuole fare da outsider a #Norwegian, oppure a #Level sul lungo raggio? Se Norwegian è un segmento creato volutamente su quel percorso, ma che sembra produca perdite. Per Level di IAG vuole andare ad offrire servizi dove il lungo raggio vecchio stampo non ci sta nelle rendite ottenute dai biglietti con un modello vecchio stampo. Joon vuole seguire questo? E’ un segmento che ha bisogno di un qualcosa di coerente con quello che vuole il mercato e non l’idea di un nuovo per crearlo quando il mercato poi non c’è. Tanti brands sottomarca nel trasporto aereo sono falliti perchè  proprio non avevano una chiara e cercata connotazione, ma era di fatto un qualcosa di creato per fare le cose, credendo di riuscire ad avere successo. C’è chi già dice che Joon non ci riuscirà. certamente non è una cosa facile e non sarà facile per loro.

Il futuro di Joon dice che avrà 28 aerei al 2020 di cui 10 a lungo raggio. In Italia per ora non arriva. Però c’è da chiedersi, ci sono quelle rotte non operate attualmente che non producono abbastanza profitti, oppure altre che sono in perdita con il modello Air France per essere date a Joon? Ad esempio una Verona, tagliata un paio di anni fa da Air France, operata con aerei slim di Hop! potrebbe entrare nel mirino di Joon per essere riaperta ed affidata a questa, cioè alla sorella più piccola di Air France?

Guardatevi intanto il video che vi dice come sarà Joon.

#weflyJoon #AirFrance

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...