L’ARCHITETTURA “NASCOSTA” DI GERUSALEMME ALL’OPEN HOUSE JERUSALEM 2017

 

 

Alcuni dei più affascinanti gioielli architettonici di Gerusalemme apriranno le loro porte al pubblico in occasione del festival Open House Jerusalem, che si terrà dal 26 al 28 ottobre 2017. I visitatori potranno accedere a tesori artistici e spazi privati normalmente chiusi ai visitatori, tra cui loft di designer, ville urbane, sinagoghe uniche, edifici pubblici dallo straordinario valore architettonico, costruzioni inusuali e giardini.

 

Open House Jerusalem, che si svolge dal 2007, ha preso ispirazione dalle Open Houses di Londra e New York City, di cui condivide format e valori. Il festival rappresenta un’occasione unica per esplorare la città di Gerusalemme nel profondo, scoprendo punti di vista diversi, grazie all’accesso gratuito a centinaia di case, appartamenti, edifici pubblici, monumenti storici. In programma, 117 tour architettonici e seminari, che mettono in risalto il valore storico, tecnologico e sociale delle strutture.

 

Lo scorso anno, oltre 20.000 visitatori da tutto il mondo hanno partecipato a Open House Jerusalem.

 

Alcune delle visite più interessanti in programma sono:

 

· The Concealed and the Unconcealed. Questo progetto, voluto dalla Municipalità di Gerusalemme, Jerusalem Development Authority e Israel Antiquities Authority, prevede due incontri con l’artista Ran Morin e una visita al progetto di giardino architettonico in fase di realizzazione sotto la Porta di Giaffa, di cui è stata completata la prima fase. Morin parlerà dei reperti portati alla luce nel sito, tra cui un antico acquedotto utilizzato fino al 20° secolo, un bagno pubblico, strade commerciali del periodo bizantino e una porzione del muro della città vecchia costruito nel periodo di Ayyubid (13° secolo), precedente al muro ottomano esistente.

· Custodia di Terra Santa. Sono in programma due tour guidati simultanei in questo complesso della città vecchia che appartiene all’ordine dei francescani. Comprende un monastero, in uso dal 16° secolo, e una chiesa in stile barocco spagnolo realizzata nel 1880 e decorata con affreschi e vetrate colorate.

 

· The Poor Folk`s Cemetery. Questo tour consente di visitare il cimitero ebraico  Samboski, situato ai piedi della Tomba di re Davide, dove i poveri di Gerusalemme furono sepolti per oltre 200 anni. Durante la visita sarà possibile scoprire le storie delle persone che riposano in questo luogo, i cui nomi non sono più visibili sulle lapidi.

 

· In the Footsteps of American Colony Photographers. Uno speciale laboratorio di fotografia che traccerà le tecniche e i soggetti di vecchie fotografie di Gerusalemme, con l’obiettivo di ricrearle.

 

· Colonial Jerusalem. Il tour, guidato dal Dott. Noah Hysler Rubin, offre una riflessione sui trent’anni del mandato britannico a Gerusalemme e di come questo abbia influenzato l’architettura cittadina.

 

· Novy Jeruzalem – Museum of the Underground Prisoners. Sono in programma visite guidate ad uno dei siti più notevoli della città, che in origine fu costruito come ostello per i pellegrini russi in visita alla Terra Santa. Durante il periodo del mandato britannico, fu convertito in una prigione, dove i membri della resistenza furono incarcerati. Oggi, l’edificio è un museo dedicato al ruolo dei movimenti della resistenza ebraica nella costruzione dello Stato d’Israele.

 

Maggiori informazioni su Open House e il programma completo sono disponibili su: http://batim.itraveljerusalem.com/DefaultEng.aspx?batim.

 

Per offerte imperdibili su Israele clicca qui!!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...