“Quando a bussarti è la Regina”, Carla Bruni si racconta su Ulisse Alitalia

 

Roma, 2 marzo 2018 – «Mio marito era terrorizzato che la facessi aspettare. Eh sì, perché il protocollo del ricevimento al castello di Windsor prevede che a bussarti alla porta dell’appartamento assegnato sia proprio Sua Maestà, la Regina Elisabetta, con il marito Filippo, Duca di Edimburgo. E Nicolas (Sarkozy), conoscendomi, non faceva che ripetermi: “Guarda che ci viene a prendere la Regina, non un ciambellano!”». Così Carla Bruni racconta nel numero di marzo di Ulisse, l’inflight magazine di Alitalia, la sua visita dai reali del Regno Unito, nelle vesti di première dame.  «Ora con mio marito ci siamo appassionati alla serie tv The Crown. Claire Foy, l’attrice dei suoi anni giovanili, è bravissima. Dubito però la Regina l’abbia apprezzata, già allora ci disse di non aver voluto rivedersi in The Queen, dove la interpretava Helen Mirren». Ad aprile Carla Bruni si esibirà in due concerti in Italia, a Roma e Milano, per il lancio del suo ultimo disco di cover “French touch”, dai Rolling Stones ai Depeche Mode, dai Clash agli AC/DC. «Nei live di Milano e Roma inserirò però anche canzoni italiane».

Nel nuovo numero di Ulisse interviste anche alla top model Arizona Muse, ora impegnata in progetti di sostenibilità, e all’ex leader dei Pink Floyd, Roger Waters, che presenta la mostra in programma in questi giorni al Macro di Roma, dedicata alla storica band inglese.

Su Ulisse anche il racconto di come mutano le vecchie aree industriali delle grandi città, oggi sempre più spazi polifunzionali al servizio per i cittadini. Un fenomeno che spazia da New York, dove un complesso sull’Hudson che dava lavoro ad oltre venticinquemila persone è stato trasformato in una cittadella del gusto e del design, a Parigi con i vecchi stabilimenti della Renault su l’Île Seguin mutati in un polo culturale, ma anche Torino con il distretto della creatività e dell’innovazione che sorge nelle vecchie Officine Grandi Riparazioni una volta adibite alla manutenzione dei treni. Progetti che restituiscono spazi alle città che rischiavano di essere abbandonati. 

E, ancora, su Ulisse un viaggio alla scoperta delle installazioni della light art, frontiera di un nuovo linguaggio artistico attraverso l’uso della luce.

Queste alcune delle anticipazioni del nuovo numero di Ulisse disponibile a bordo e nelle lounge della compagnia e scaricabile dal sito alitalia.com

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...