IN ABRUZZO IL SEMINARIO NAZIONALE SUL TURISMO SOSTENIBILE OCRE (AQ) 18 SETTEMBRE 2018

Prestigiosi relatori di livello nazionale e internazionale analizzeranno le opportunità del turismo responsabile e rispettoso dell’ambiente

Un importante evento di approfondimento sul Turismo Sostenibile è in programma martedì 18 settembre (inizio ore 9:00) nel Monastero di Santo Spirito nel Comune di Ocre (AQ).

L’evento, voluto dal Presidente vicario della Regione, Giovanni Lolli, in qualità coordinatore della Commissione Turismo e Industria Alberghiera della Conferenza delle Regioni e Province Autonome, organizzato dalla Regione Abruzzo, in collaborazione con la Conferenza delle regioni e Legambiente, è rivolto agli assessori al Turismo delle Regioni italiane, ai rispettivi direttori di area, nonché a giornalisti ed esperti nazionali, operatori del settore e amministratori locali.

Il tema del turismo sostenibile e attivo è ormai un modello che sottende ogni forma di turismo.  Riconosciuto come forma di turismo durevole, rispettoso dell’ambiente, inclusivo e integrato, il turismo sostenibile si diversifica da altre forme di attività turistiche in quanto lascia inalterato l’ambiente naturale, storico e paesaggistico, pur senza inibire lo sviluppo di altre attività sociali ed economiche. Vista la crescente rilevanza che il tema sta assumendo a livello nazionale ed europeo, la tematica è stata posta e condivisa come prioritaria nell’agenda delle regioni italiane e il coordinatore della Commissione Turismo, oggi presidente vicario della regione Abruzzo, Giovanni Lolli, ha proposto un momento di riflessione e scambio di pratiche che faccia il punto sullo sviluppo su questa idea strategica di turismo.

Dopo la presentazione di Giovanni Lolli, interverranno la Dott.ssa Alessandra Priante, per il Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali e del Turismo; la Dott.ssa Maria Elena Rossi in rappresentanza dell’Enit – Agenzia Nazionale del Turismo; la Prof.ssa Magda Antonioli, direttrice del corso di laurea Magistrale ACME dell’Università Bocconi, punto di riferimento in Italia per gli studiosi del turismo. A seguire si terrà un confronto tra una esperienza italiana e quella dei Paesi Baschi, aderenti a Necstour, importante rete turistica europea sul turismo sostenibile: interverranno Inigo Uriarte, del settore Turismo del Governo basco, che parlerà della “Gestione integrata della costa Basca” e Gianfranco Ciola, Direttore del Parco delle dune costiere di San Lorenzo e del GAL della Val d’Itria in Puglia.

Il programma prevede l’illustrazione di best practices delle regioni Abruzzo e Lazio, della Federparchi, della cooperativa Il Bosso e sul CIS – Contratto Istituzionale di sviluppo, nonché sul recupero dei borghi montani.  Concluderà i lavori Antonio Nicoletti, responsabile nazionale Aree Protette e Turismo Sostenibile di Legambiente, che presenterà il “Disciplinare sul Turismo Attivo Sostenibile” che sarà poi adottato dalla Regione. Si tratta di progetto unico in Italia che consentirà di regolamentare le attività del turismo ecologico e attivo in Abruzzo, che prevede formazione per gli operatori e il rilascio di un logo che attesti la qualità della struttura ricettiva o del servizio. Il disciplinare arriva a conclusione di un progetto in collaborazione con la PMC – Polo del Turismo regionale, frutto del protocollo d’intesa tra Legambiente e regione Abruzzo, sottoscritto a luglio 2017, per la promozione della pratica del turismo attivo e sostenibile ed elemento integrato nel nuovo Piano regionale del turismo di recente approvazione.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.