easyJet presenta a Napoli il nuovo Airbus A320neo

il

La compagnia conferma il proprio impegno in favore della sostenibilità ambientale attraverso l’utilizzo di aerei meno inquinanti e meno rumorosi

 

·       easyJet conferma a Napoli il proprio impegno per una crescita sostenibile

·       La compagnia punta a ridurre le emissioni di Carbonio di un ulteriore 10% entro il 2022. Gli aeromobili A320neo di Airbus consentono di ridurre fino al 20% le emissioni di CO2 e del 50% l’impronta acustica

·       easyJet è il cliente europeo più grande di Airbus A320neo con una flotta di 100 aerei neo entro il 2022

 

Napoli, 19 marzo 2019 easyJet, compagnia aerea leader in Europa, ha presentato oggi – all’aeroporto Internazionale di Napoli  il nuovo Airbus A320neo. La compagnia ha scelto la sua base partenopea per rinnovare il proprio impegno per contribuire a rendere il settore del trasporto aereo sempre più sostenibile introducendo il nuovo Airbus A320neo nelle operazioni tra Capodichino e Milano Malpensa.

easyJet ha implementato una strategia che mira a ridurre considerevolmente gli impatti delle proprie operazioni sull’ambiente. Attraverso l’efficientamento delle operazioni di terra e l’investimento in aeromobili innovativi, dal 2000 ad oggi la compagnia ha già ridotto del 32% le emissioni di CO2, che nel 2018 si sono attestate a 78,46 grammi per passeggero (nel 2016 erano 79,98 – nel 2017 78,62). Il nuovo ambizioso obiettivo che easyJet si è posta è concludere una riduzione del 10% rispetto ai valori del 2016 entro il 2022, il che significherebbe una riduzione complessiva del 38% rispetto alle performance del 2000.

Gli aeromobili neo rappresentano un grande passo in avanti in termini di performance e offrono significativi vantaggi operativi e benefici ambientali – fino al 20% di risparmio nel consumo di carburante e nelle emissioni di CO2 e una riduzione fino al 50% dell’impronta acustica durante le fasi di decollo e atterraggio, con notevoli benefici alle comunità che risiedono nelle vicinanze degli aeroporti. Al momento easyJet ha ricevuto 25 aeromobili neo ma conta di arrivare a 100 esemplari entro il 2022. Quest’anno i neo saranno introdotti anche nella flotta italiana della compagnia e saranno gradualmente introdotti anche nelle operazioni tra Milano Malpensa e l’aeroporto Internazionale di Napoli.

easyJet ha scelto Napoli – dove la compagnia è primo operatore per numero di passeggeri e di voli operati – per presentare per la prima volta in Italia il nuovo A320neo, in concomitanza con il quarto anniversario dell’apertura della propria base operativa (2014). Presente a Capodichino dal 2000, ad oggi easyJet ha trasportato da e per Napoli oltre 12 milioni di passeggeri, incrementando ogni anno la connettività di Napoli con il resto della penisola e con l’Europa. Da Capodichino, infatti, easyJet offre ai propri passeggeri 42 collegamenti nazionali ed internazionali, garantendo molteplici soluzioni di viaggio, con 3,6 milioni di posti offerti nell’anno fiscale 2018. Per quest’anno la compagnia prevede un’ulteriore crescita del 18%, confermando la continuità degli investimenti attraverso un numero maggiore di posti in vendita e l’allargamento del ventaglio di destinazioni servite.

 

Lorenzo Lagorio, Country Manager easyJet Italia, ha commentato:

 

“Siamo convinti che l’innovazione possa aiutare il trasporto aereo a crescere in modo sostenibile. I progressi tecnologici a cui assistiamo sono davvero entusiasmanti e l’industria si sta evolvendo velocemente, basti pensare al nostro progetto di sviluppo di aerei elettrici.

Inizia a delinearsi un futuro alternativo per il trasporto aereo, non esclusivamente vincolato all’uso del carburante, e noi siamo orgogliosi di farne parte. Sentiamo la responsabilità di limitare al minimo l’impatto dei nostri voli e continueremo a lavorare per ridurre al minimo le nostre emissioni investendo in aeromobili di ultima generazione e cercando di rendere le nostre operazioni, sia in volo che a terra, il più efficienti possibile.

 

Roberto Barbieri, Amministratore Delegato Gesac Spa – società di gestione dell’aeroporto di Napoli – ha dichiarato:

 

“La straordinaria crescita dell’aeroporto di Napoli in questi anni, testimoniata dal raggiungimento della soglia di 10 milioni di passeggeri e da un network con 106 destinazioni, ha sempre avuto al centro la sostenibilità ambientale. Azioni mirate di contenimento dell’impatto acustico e delle emissioni si sono succedute e sono testimoniate da numerose certificazioni e dati puntuali. Attirare sul nostro scalo compagnie altrettanto sensibili all’ambiente è una di queste azioni. Oggi lo testimonia easyJet con la scelta di utilizzare a Napoli l’innovativo Airbus A320neo con nuovi motori CFM LEAP, aereo a basso consumo di carburante. Sostegno allo sviluppo economico del territorio e sempre migliori performance in termini di sostenibilità ambientale caratterizzeranno anche in futuro la crescita di qualità dell’aeroporto di Napoli.”

 

John Brett, Marketing Director Airbus ha commentato:

 

“La Famiglia A320neo è dotata delle ultime tecnologie al fine di offrire ai passeggeri la migliore esperienza di volo e, al contempo, garantire un basso impatto ambientale. Grazie ai motori di nuova generazione e a un’aerodinamica avanzata, l’A320 offre un risparmio di carburante fino al 20% e una riduzione del 50% del rumore rispetto agli aeromobili di generazioni precedenti.”

 

 

 

L’A320neo a Napoli, specifiche e benefici:

L’A320neo segna una svolta nella perfomance degli aeromobili, portando benefici ambientali e migliorando l’efficienza operativa grazie ai motori CFM LEAP-1A. Più silenzioso di oltre il 50% in fase di decollo e atterraggio, reca importanti benefici alle comunità vicine agli aeroporti. Nello specifico prevede fino al 20% in meno di emissioni di carbonio ed è fino al 20% più efficiente in termini di consumi.

A Napoli l’A320neo consentirà di ridurre del 56% l’impronta acustica nelle fasi di decollo e di atterraggio. La riduzione nell’uso dell’APU durante la sosta e l’uso ottimale dell’alimentazione a terra durante la sosta contribuiscono a ridurre il consumo di carburante, delle emissioni e a rendere più silenziose le operazioni dell’aeroporto. L’utilizzo di un solo motore in fase di rullaggio sul 22% dei decolli e il 54% degli atterraggi ha ridotto ulteriormente il consumo di carburante e le emissioni a livello locale.

A luglio 2018 Airbus ha consegnato a easyJet il primo A321neo, che rispetto al A320neo, consentirá di risparmiare un ulteriore 9% per ogni posto a sedere. easyJet è il cliente europeo più grande di A320neo e la compagnia prevede di operare con una flotta di 100 aerei neo entro il 2022. Ad oggi easyJet è operativa ad oggi con 25 aeromobili neo, 21 A320neo e 4 A321neo.

 

Le altre recenti innovazioni easyJet

 

Aereo elettrico

easyJet e il partner Wright Electric hanno annunciato l’avvio di una nuova fase nello sviluppo di aerei elettrici che la compagnia utilizzerà in futuro sulle principali rotte di corto raggio.

Wright Electric, start-up statunitense e partner di easyJet, sta progettando un motore elettrico in grado di supportare un aereo a nove posti.

Axter Aerospace, altro partner di Wright Electric, ha già fatto decollare un aereo a due posti; nel 2019 è previsto il primo volo di un velivolo più capiente. Il prototipo del sistema di propulsione destinato agli aerei a nove posti è quattro volte più potente del sistema installato sull’aereo a due posti. In futuro si passerá all’implementazione su un aeromobile easyJet progettato dall’aircraft designer Darold Cummings.

Wright Electric ha inoltre depositato un brevetto per un motore che verrà utilizzato per velivoli ancora più grandi. Questo dimostra che la transizione verso un jet commerciale interamente elettrico in grado di far volare i passeggeri sul network easyJet è sempre più vicina.

Sistema di rullaggio a idrogeno

easyJet sta collaborando con Safran Landing Systems per la sperimentazione, nei prossimi mesi, di una tecnologia a idrogeno che rappresenterà un sistema rivoluzionario a zero emissioni per le fasi di rullaggio.

A causa dell’elevato numero di voli a corto raggio di easyJet, circa il 4% del carburante consumato in un anno dalla compagnia viene utilizzato durante la fase di rullaggio. Questa tecnologia potrebbe far risparmiare ogni anno circa 55.000 tonnellate di carburante econseguenti emissioni di CO2.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.