United Airlines impone drastico uso di mascherine per il bene dei passeggeri e dei suoi dipendenti contro lo spread del Covid-19

il

United Airlines ha annunciato oggi che, insieme ad altri membri di Airlines for America (A4A), rafforzerà le politiche di maschera obbligatoria per mitigare ulteriormente la diffusione di COVID-19 e aiutare a mantenere al sicuro i passeggeri e l’equipaggio. Mentre la stragrande maggioranza dei passeggeri si conforma alla politica obbligatoria dello United, a partire dal 18 giugno, tutti i passeggeri che non si conformano a bordo di un volo United verranno inseriti in un elenco di restrizioni di viaggio interno. I clienti in questo elenco perderanno i privilegi di viaggio su United per un periodo di tempo da determinare in attesa di una revisione completa degli incidenti.

Lo United attualmente richiede a tutti i passeggeri di indossare una faccia che copra a bordo i suoi voli e si aspetta che tale politica rimanga in vigore per almeno i successivi 60 giorni. Le uniche eccezioni a questa politica sono le persone che hanno una condizione medica o una disabilità che impedisce loro di indossare una copertura per il viso, quelle che non possono indossare o rimuovere una faccia che copre se stesse e i bambini piccoli. I clienti devono indossare una maschera per tutta la durata del volo, tranne quando mangiano o bevono.

“Ogni rispettabile istituto sanitario afferma che indossare una maschera è una delle cose più efficaci che le persone possono fare per proteggere gli altri dal contrarre COVID-19, specialmente in luoghi come un aereo in cui il distanziamento sociale è una sfida”, ha dichiarato Toby Enqvist, Chief Customer Officer di United . “Dal 4 maggio chiediamo ai nostri clienti di indossare maschere a bordo degli aeromobili United e siamo lieti che la stragrande maggioranza dei passeggeri rispetti prontamente la nostra politica. L’annuncio di oggi è un segnale inconfondibile che siamo pronti a prendere misure serie, se necessario, per proteggere i nostri clienti e il nostro team “.

In base a questa nuova politica, se un assistente di volo si accorge o viene informato di un cliente a bordo che non indossa una copertura per il viso e che il passeggero non rientra in un’eccezione, l’assistente di volo informerà proattivamente il cliente che per la salute e la sicurezza di tutti , i rivestimenti per il viso sono obbligatori per tutti i clienti e l’equipaggio a bordo. Offriranno inoltre di fornire al cliente una maschera, se necessario. Se il cliente continua a non essere conforme, gli assistenti di volo faranno del loro meglio per ridurre la situazione, informare nuovamente il cliente della politica di United e fornire al passeggero una scheda di promemoria per la maschera in volo. Se un cliente continua a non rispettare, l’assistente di volo presenterà un rapporto dell’incidente, che avvierà un processo di revisione formale. Qualsiasi decisione o azione finale in merito ai futuri benefici del volo di un cliente non avverrà a bordo ma avrà luogo dopo che il volo avrà raggiunto la sua destinazione e il team di sicurezza avrà indagato sull’incidente.

“NOI. le compagnie aeree sono molto serie nel richiedere i rivestimenti per i loro voli. I vettori stanno intensificando l’applicazione delle coperture del viso e stanno attuando conseguenze sostanziali per coloro che non rispettano le regole ”, ha dichiarato Nicholas E. Calio, Presidente e CEO di A4A. “I rivestimenti per il viso sono una delle numerose misure di salute pubblica raccomandate dal CDC come un importante livello di protezione per passeggeri e dipendenti rivolti ai clienti.”

Ad aprile, United è diventata la prima grande compagnia aerea con sede negli Stati Uniti a richiedere agli assistenti di volo di indossare una maschera mentre era in servizio e, a partire da maggio, ha ampliato il mandato includendo tutti i dipendenti e i clienti a bordo. Ciò include i lavoratori in prima linea come piloti, agenti del servizio clienti e lavoratori a rampa quando si trovano a bordo di un aereo, insieme a tutti gli altri dipendenti della United che viaggiano utilizzando i loro vantaggi di volo.

“Indossare una maschera è una parte fondamentale per rendere più sicuri i viaggi aerei”, ha dichiarato il dott. James Merlino, Chief Clinical Transformation Officer presso Cleveland Clinic. “Più persone in un determinato spazio indossano maschere, minore è il numero di particelle virali che entrano nello spazio circostante, diminuendo l’esposizione e il rischio.”

La politica sulle maschere della compagnia aerea è una parte importante del programma United CleanPlus, che riunisce uno dei marchi più affidabili nella disinfezione delle superfici – Clorox – e i migliori esperti medici del paese – Cleveland Clinic – per informare e guidare i nuovi servizi di pulizia, sicurezza e social della United protocolli di distanza. Nell’ambito di questo programma, United sta adottando un approccio stratificato per aiutare a proteggere passeggeri e dipendenti a bordo. Oltre a richiedere maschere, gli aerei della United Airlines dispongono di filtri di grado HEPA che fanno ricircolare l’aria ogni 2-3 minuti e la compagnia aerea utilizza spruzzatori elettrostatici per disinfettare la cabina prima dei voli.

Oltre alle azioni a bordo, United ha implementato dozzine di altre nuove procedure in altri punti del viaggio tra cui l’offerta di check-in senza contatto per il bagaglio in oltre 200 località, chiedendo ai clienti di completare una valutazione dello stato di salute al check-in, installando starnuti protezioni e regolazione del processo di imbarco

 

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.