50 anni festeggiati a Bergamo e apre un nuovo pezzo di terminal

il

A #50anni dalla sua costituzione, l’aeroporto di #Bergamo celebra questo lungo cammino, con l’apertura di un altro pezzo di terminal.

Doppia #cerimonia, alla presenza della Ministra dei Trasporti Paola De Micheli, il Presidente ENAC Nicola Zaccheo, il sindaco di Bergamo Gori, il Presidente #SACBO Giovanni Sanga e delle autorità religiose, civili e militari.

Prima il #taglio del nastro nella nuova area, poi un convegno che ha ricordato il 16 luglio 1970, quando venne costituita SACBO con un capitale da 10 milioni di Lire.

Una crescita importante, passata, dall’entrata di Bergamo nel network Itavia il 21 marzo 1972, poi un periodo più tranquillo dal 1981 in poi, fino all’apertura della base Ryanair nel 2002. Da quel momento il balzo che ha già visto oltre 100milioni di passeggeri Ryanair transitati dall’aeroporto orobico nel 2019 e proprio l’anno scorso Bergamo ha raggiunto oltre 13 milioni di passeggeri, avvicinandosi al numero di 14 milioni previsti per il 2020. Ma che il Covid-19, ha di fatto allontanato. Proprio Nicola Zaccheo di ENAC “solo qualche anno dalle previsioni per i 13 e 14 milioni erano previste verso oltre il 2025”. Sanga ha accentato sul fatto, che oltre a questo nuovo pezzo di terminal, il prossimo anno potrebbe essere inaugurata l’estensione ad ovest “proprio oltre questo muro, che verrà abbattuto, stiamo costruendo il nuovo pezzo di aerostazione. Il prossimo anno, il 16 luglio sarà anche i 50 anni dell’apertura commerciale di questo aeroporto”. L’ultima puntualizzazione e’ nei confronti di Zaccheo, che sarà nuovamente chiamato a Bergamo a inaugurare la nuova estensione. La Ministra De Micheli ha invece sottolineato il ruolo di Bergamo, nel contesto del sistema aeroportuale lombardo al servizio dell’area economica più importante del paese. Sempre De Micheli “ abbiamo finanziato il costo del nuovo collegamento ferroviario tra la città di Bergamo e l’aeroporto per 170 milioni di €”.

Il nuovo corpo a est e’ l’estensione su due livelli del’ area non Schengen da 9500 metri quadri. L’aerostazione cresce a 45.800 mq e altri quasi 14000 saranno quelli disponibili il prossimo anno. In futuro arriverà a 70000, con la stazione ferroviaria interrata che farà affluire i passeggeri da Milano due volte all’ora e altre possibilità con connessioni. “Anche verso altre città italiane” ha aggiunto “De Micheli”. Il tutto in pochi anni da ora.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.