Boeing : FAA chiede quattro modifiche importanti al B737MAX

il

La Reuters, oggi, scrive di un importante richiesta avanzata da FAA sul Boeing 737MAX, al fine in futuro di riportarlo in volo.

FAA, avrebbe domandato alla Boeing, che quattro punti chiave siano oggetto di modifiche. Si tratta di interventi importanti, i quali impattano chiaramente sul progetto dell’aeromobile.

Lo si legge qui:

https://www.reuters.com/article/us-boeing-737max/u-s-faa-proposes-requiring-key-boeing-737-max-design-changes-idUSKCN24Z2HK

Le modifiche consisterebbero:

– aggiornamento del software dei comandi di volo,

– modifica sul software che genera gli avvisi delle inefficienze,

– modificare alcune procedure di condotta per gli equipaggi,

– riposizionamento di alcuni cablaggi elettrici.

La prima e la seconda richiesta sono aspetti maggiori, come si possono considerare nella riprogettazione e negli step successivi. Più leggeri e semplici sono le due successive segnalazioni di intervento. Comunque, in ogni caso richiederanno del tempo per essere processate e messe in pratica,  e poi deliberate dalla ditta e dai certificatori esterni.

A quasi 17 mesi dal grounding, queste quattro richieste di modifica, peseranno finanziariamente e temporalmente per la Boeing. Ciò fino a che tutto non sarà predisposto ed accettato.

La società ha ora 45 giorni per rispondere a quanto significato da FAA, questo in un report di 96 pagine. Un documento, che ha impegnato 40 tecnici a tempo pieno con oltre 60000 ore. FAA chiede ai vettori un approfondita verifica ai sensori dell’angolo di attacco per verificarne l’integrità e funzionalità.

Insomma, un qualcosa non di poco conto già costato a Boeing qualcosa come 19 miliardi di dollari USA. Ma sopratutto e’ incerto su quanto tempo ancora sarà necessario per completare il tutto e avere l’aeromobile pronto di nuovo a volare.

Nel mezzo ci sono ancora le compagnie aeree, le quali avevano scelto l’aereo, chi lo ha già ricevuto parzialmente o totalmente in consegna. Oltre a tutte le necessità future, incluse quelle del crollo del mercato che ha messo in ginocchio molto vettori. Quale sarà la domanda in futuro per questo velivolo, alla luce delle cancellazioni? Che cosa penseranno di fare i vettori con un velivolo non in servizio, per di più con tempi non certi. Oppure in attesa di ricezione e senza temporale garanzia di quanto potrà essere utilizzato.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.