Emirates aggiunge Birmingham, Cebu e Houston, portando la sua rete in 74 città


 

Emirates ha annunciato che riprenderà i servizi passeggeri per Birmingham (1 settembre), Cebu (20 agosto) e Houston (23 agosto). Questo porterà la rete della compagnia aerea a 74 destinazioni, offrendo ai viaggiatori comodi collegamenti tra Medio Oriente, Africa, Asia Pacifico, Europa e Americhe attraverso il suo hub di Dubai.

I voli tra Dubai e Birmingham opereranno quattro volte a settimana, mentre i voli tra Dubai e Cebu opereranno due volte a settimana, utilizzando un Boeing 777-300ER di Emirates.

I voli di Emirates tra Dubai e Houston opereranno tre volte a settimana, utilizzando un Boeing 777-200LR di Emirates. La compagnia aerea attualmente offre servizi passeggeri verso cinque gateway negli Stati Uniti, tra cui New York JFK, Washington DC, Boston (15 agosto), Chicago e Los Angeles, espandendo la sua rete statunitense a sei città e offrendo 27 voli settimanali per il paese.

I clienti possono fermarsi o recarsi a Dubai poiché la città è stata riaperta per i visitatori d’affari e di piacere internazionali. I test PCR COVID-19 sono obbligatori per tutti i passeggeri in entrata e in transito che arrivano a Dubai (e negli Emirati Arabi Uniti), inclusi cittadini, residenti e turisti degli Emirati Arabi Uniti, indipendentemente dal paese da cui provengono.

Destinazione Dubai: dalle spiagge soleggiate e dalle attività storiche all’ospitalità e alle strutture ricreative di livello mondiale, Dubai è una delle destinazioni globali più popolari. Nel 2019, la città ha accolto 16,7 milioni di visitatori e ha ospitato oltre centinaia di incontri e mostre globali, nonché eventi sportivi e di intrattenimento. Dubai è stata una delle prime città al mondo ad ottenere il timbro SafeTravels dal World Travel and Tourism Council (WTTC), che approva le misure complete ed efficaci di Dubai per garantire la salute e la sicurezza degli ospiti.

Copertura globale gratuita per i costi relativi a COVID-19: i clienti possono ora viaggiare con sicurezza, poiché Emirates si è impegnata a coprire le spese mediche relative a COVID-19, gratuitamente, nel caso in cui gli venga diagnosticato COVID-19 durante il viaggio mentre sono assenti da casa. Questa copertura è immediatamente effettiva per i clienti che volano con Emirates fino al 31 ottobre 2020 (primo volo da completare entro il 31 ottobre 2020) ed è valida per 31 giorni dal momento in cui volano nella prima tratta del loro viaggio. Ciò significa che i clienti Emirates possono continuare a beneficiare della maggiore garanzia di questa copertura, anche se viaggiano in un’altra città dopo essere arrivati ​​a destinazione Emirates. Per maggiori dettagli: http://www.emirates.com/COVID19assistance.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.