Smartwings e Czech Airlines chiedono protezione contro i creditori mentre i voli continuano

il

I Membri del gruppo #Smartwings tra cui Smartwings, a.s. (Smartwings) e České aerolinie, a.s. (#CzechAirlines, #CSA) ha presentato oggi al tribunale municipale di Praga la richiesta di dichiarare una moratoria straordinaria ai sensi della cosiddetta legislazione Lex COVID. Questa nuova legge ha introdotto la moratoria come strumento per alleviare l’impatto della pandemia di coronavirus SARS CoV-2. La necessità di richiedere la moratoria è determinata esclusivamente dagli impatti della pandemia che ha causato la più grande crisi nella storia dell’aviazione. Entrambe le società erano redditizie prima dello scoppio della pandemia e si prevede che torneranno alla redditività una volta cessata. La moratoria straordinaria fornirà protezione sia a Smartwings che a CSA in un momento in cui i loro ricavi si sono ridotti in modo significativo. Entrambe le società avranno anche il tempo per sviluppare e negoziare una soluzione di finanziamento sostenibile a lungo termine che andrebbe a vantaggio di tutte le parti interessate, cioè creditori, dipendenti e passeggeri.

“Smartwings e CSA continuano con le loro operazioni standard. Entrambe le compagnie operano tutti i voli di linea e stanno riprendendo rotte aggiuntive come consentito dalla situazione epidemiologica e dalle restrizioni di viaggio nelle rispettive destinazioni. Il gruppo Smartwings, come altri vettori aerei, ha implementato misure di ristrutturazione per ottenere efficienze operative e risparmi. La moratoria straordinaria è solo una misura temporanea che concede a Smartwings e CSA il tempo necessario per raggiungere la propria stabilità finanziaria in collaborazione con banche finanziatrici, noleggiatori di aeromobili e altri creditori. Crediamo che i passi che stiamo compiendo oggi ci aiuteranno a superare con successo questa crisi senza precedenti “, afferma Jiří Šimáně, presidente del consiglio di amministrazione di Smartwings.

A causa dello stato di emergenza dichiarato dal governo ceco e dell’adozione di misure speciali in risposta allo scoppio del coronavirus, il gruppo Smartwings ha registrato una diminuzione anno su anno del volume del traffico aereo del 95% tra aprile e giugno 2020 e oltre 80 per cento in luglio e agosto. Dall’inizio dell’epidemia, Smartwings e CSA hanno implementato un programma di riduzione dei costi e adottato ogni possibile misura per mitigare l’impatto finanziario negativo della crisi del coronavirus. I vettori aerei di tutto il mondo, compresi i maggiori attori (come Lufthansa, British Airways, Air France, KLM, easyJet, Swiss, Austrian Airlines, Brussels Airlines, Emirates, American Airlines, ecc.), Hanno adottato misure simili. Mentre molte compagnie aeree hanno già beneficiato del sostegno dei loro governi nazionali (ad esempio sotto forma di iniezione di capitale o fornitura di prestiti garantiti dallo Stato), Smartwings e CSA non hanno ricevuto alcun sostegno statale fino ad oggi.

Un programma di sostegno alle grandi imprese attive nel campo dei trasporti e del turismo non è stato attuato nella Repubblica Ceca nei primi mesi della crisi del coronavirus. Il programma COVID Plus rivolto alle imprese colpite dalla pandemia è stato lanciato da Export Guarantee and Insurance Corporation (EGAP) solo nella seconda metà di luglio, previa notifica alla Commissione Europea. Smartwings e CSA stanno ora adottando misure per beneficiare di questo programma.

“Il processo di richiesta della garanzia del prestito è una procedura complicata e lunga che richiede il consenso di più parti. Questo è uno dei motivi principali per cui Smartwings Group è ricorso alla moratoria straordinaria. Stiamo esplorando tutte le potenziali opzioni di finanziamento per garantire la continuità aziendale di entrambe le società. Durante tutto il processo, collaboreremo strettamente con i nostri fornitori di servizi finanziari e altre parti interessate. In questo contesto, abbiamo anche incaricato un consulente internazionale EY, che ha una vasta esperienza nel campo della ristrutturazione e della raccolta di finanziamenti, nonché la necessaria competenza nel settore dell’aviazione “, aggiunge Jiří Šimáně.

Smartwings attualmente opera voli da Praga a 25 destinazioni, da Brno a 9 destinazioni e da Ostrava a 2 destinazioni. CSA opera voli verso 12 destinazioni e prevede di riprendere i voli per Barcellona, ​​Madrid, Budapest, Goteborg, Bucarest, Bruxelles, Varsavia e Milano a settembre. Si prevede che altri percorsi verranno ripresi a seconda della situazione del coronavirus nei rispettivi paesi e delle restrizioni di viaggio applicabili.

Smartwings era un’azienda di successo prima della crisi del coronavirus, registrando guadagni prima delle tasse per un importo di 183 milioni di CZK l’anno scorso, nonostante i problemi causati da un atterraggio globale del Boeing 737 MAX. CSA ha registrato utili prima delle tasse per un importo di 79,2 milioni di CZK nel 2019 ed è stato redditizio da quando Smartwings ha assunto la responsabilità di gestione parziale. Il gruppo Smartwings ha registrato un fatturato di 28 miliardi di CZK nel 2019. Smartwings e CSA hanno trasportato più di 9,6 milioni di passeggeri in totale lo scorso anno.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.