Air Canada finalizza l’ordine iniziale per i kit di test rapidi COVID-19 recentemente approvati da Abbott

il

Air Canada ha dichiarato oggi che sta finalizzando un ordine iniziale di test di risposta rapida ID NOW COVID-19 di Abbott come parte della sua valutazione in corso della tecnologia e dei protocolli di test COVID-19. La compagnia aerea, che il mese scorso ha collaborato con McMaster Health Labs (MHL) e la Greater Toronto Airports Authority (GTAA) in uno studio sui viaggiatori internazionali in arrivo a Toronto-Pearson, ha affermato che i risultati preliminari dello studio indicano che i test possono aiutare a proteggere i clienti e facilitare il allentamento sicuro delle restrizioni di viaggio del governo.

“Air Canada continua a esplorare varie opzioni per i test per COVID-19 e stiamo finalizzando un ordine iniziale da Abbott per 25.000 kit di test rapidi per test volontari da parte dei dipendenti ora che è stato approvato per l’uso in Canada. Comprendendo che avremo bisogno di vivere insieme a questo virus nel breve e medio termine, abbiamo perseguito relazioni e un approccio a più livelli come un modo per mantenere i nostri dipendenti e clienti al sicuro. Riteniamo che i test saranno fondamentali per proteggere dipendenti e clienti fino a quando non sarà disponibile un vaccino COVID-19. I test rapidi sono anche un mezzo per consentire ai governi di allentare le attuali restrizioni sui viaggi generali e le quarantene in modo misurato, pur salvaguardando la salute e la sicurezza del pubblico “, ha affermato il dottor Jim Chung, direttore medico di Air Canada.

“Siamo ulteriormente incoraggiati nella nostra fiducia nell’efficacia dei test, inclusi i test autogestiti, dai risultati preliminari della nostra partnership con MHL e GTAA. I risultati preliminari suggeriscono che una strategia più breve e basata su test potrebbe essere un’alternativa disponibile e sicura alla quarantena di 14 giorni “.

Da quando lo studio Toronto-Pearson è iniziato il 3 settembre, MHL ha condotto quasi 13.000 test su viaggiatori internazionali di ritorno che si sono offerti volontari per partecipare. Di questi, più del 99% è risultato negativo per COVID-19 e meno dell’1% ha indicato COVID-19. Del meno dell’1% che indica COVID-19, più dell’80% viene rilevato nel test iniziale e il resto nel test del giorno 7, senza che nessuno venga rilevato dal test del giorno 14.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.