NATO, AIR POLICING: SCRAMBLE PER GLI EUROFIGHTER ITALIANI IN LITUANIA

il

Fonte Task Force Air Baltic Thunder

Autore Magg. Mario Trabalza

#EFA2000 #Typhoon

I due #Eurofighter italiani della #missione in #Lituania hanno intercettato e identificato velivoli sul #MarBaltico

Nella tarda mattinata di mercoledì 11 novembre, due caccia #EurofighterTyphoon italiani della #TaskForceAirBaltic #Thunder, rischierata in Lituania, sono stati attivati con un ordine di# scramble dal Centro di Comando e Controllo delle Operazioni Aeree (#CAOC) della #NATO con sede ad #Uedem (#Germania), per #intercettare dei #velivoli non identificati all’interno dello spazio aereo baltico.

I due velivoli in pochissimi minuti hanno raggiunto gli aerei che stavano transitando nei cieli che ricadono sotto il controllo della missione italiana e hanno identificato e scortato gli aeroplani, seguendo le procedure previste dalla NATO, per poi rientrare presso la base aerea di #Šiauliai.

La missione è stata resa possibile dalla prontezza delle squadre che svolgono il servizio di QRA (Quick Reaction Alert), composte ognuna da un pilota, due capi velivolo e due armieri. I capi velivolo, che coadiuvano il pilota nelle operazioni di terra, si identificano con il personale specialista addetto al controllo finale dell’aeromobile che svolge il servizio d’allarme. Invece gli armieri sono gli specialisti che si occupano del controllo e messa in sicurezza dell’armamento di cui l’aeroplano è fornito per garantire il servizio d’allarme.

Si tratta del 16° scramble per la TFA Baltic Thunder, rischierata sulla base lituana di Šiauliai dal 1° settembre, che impiega i velivoli Eurofighter Thyphoon del 4°, 36° e 37° Stormo dell’Aeronautica Militare.

Missione in Lituania Scramble per gli Eurofighter italiani
Missione in Lituania Scramble per gli Eurofighter italiani
Missione in Lituania Scramble per gli Eurofighter italiani
Missione in Lituania Scramble per gli Eurofighter italiani
Missione in Lituania Scramble per gli Eurofighter italiani

​Le operazioni di Air Policing vengono condotte a favore delle nazioni che aderiscono alla NATO ma che sono prive di capacità di difesa aerea. Pertanto tale servizio è garantito tramite il supporto rotazionale delle forze aeree degli altri paesi alleati.

L’Aeronautica Militare partecipa con continuità alle operazioni di Air Policing dal 2004, ed è già stata impegnata in Lituania nel 2015.

L’Air Policing è svolta nell’ambito dell’area di responsabilità del Comando Operativo Alleato della NATO (Allied Command Operation – ACO) di stanza a Bruxelles e viene coordinato dal Quartier Generale del Comando Aereo Alleato (Headquarters Allied Air Command) di Ramstein (GER).

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.