Corsair passa da TUI a un gruppo di investitori

il

Corsair International annuncoia che è stato firmato un accordo tra Corsair, lo Stato e un consorzio di investitori, che presenta una soluzione di supporto finanziario collettivo che consente a Corsair di superare la crisi e garantire la sostenibilità della sua attività. La transazione dovrebbe essere finalizzata entro la fine dell’anno dopo l’approvazione da parte del tribunale commerciale di Créteil.

Questo accordo, che prevede un contributo finanziario globale di quasi 300 milioni di euro, dovrebbe consentire a Corsair, nel contesto della crisi senza precedenti che colpisce il settore del trasporto aereo, di ristrutturarsi e svilupparsi attuando un progetto strategico. ambizioso, in linea con il suo posizionamento come uno dei principali attori nei servizi esteri.

Lo Stato conferma così la propria volontà di sostenere il trasporto aereo francese, di preservare l’occupazione in un settore particolarmente colpito dalla crisi e di mantenere un numero sufficiente di operatori sui servizi d’oltremare. Nell’ambito di questa transazione, Intro Aviation e il gruppo TUI venderanno la loro intera partecipazione nel capitale di Corsair.

Il consorzio di investitori, che diventerà azionista al 100%, giocherà un ruolo decisivo nel successo di Corsair. Su iniziativa di due imprenditori,

e Patrick Vial-Collet, è stato rapidamente formato un consorzio, che riunisce imprenditori, in particolare del settore turistico e alberghiero, con sede nelle Indie occidentali, Reunion Island e Guyana, nonché le autorità locali .

Consapevole del ruolo essenziale del trasporto aereo per lo sviluppo economico e turistico dei dipartimenti e delle regioni d’oltremare (DROM), il consorzio acquisisce tutto il capitale di Corsair per supportarlo in un progetto di ristrutturazione e sviluppo, e consentire così il mantenimento di un numero sufficiente di attori sui servizi del DROM.

Grazie all’impronta locale molto forte dei suoi membri, il consorzio contribuirà molto rapidamente a rafforzare la posizione di Corsair nei mercati Domian. Si potrebbero infatti realizzare significative sinergie a sostegno dello sviluppo dell’azienda, in particolare con ulteriori contributi aziendali.

Corsair ha ora i mezzi per superare la crisi e portare avanti l’attuazione del suo piano strategico. Il sostegno finanziario previsto nel quadro del protocollo offre a Corsair una solida base finanziaria per garantirne la sostenibilità.

Con un contributo finanziario globale di quasi 300 milioni di euro per rafforzare l’equità e il flusso di cassa della società, Corsair può continuare a gestire la crisi con fiducia, continuare a migliorare il proprio livello di competitività e prepararsi a cogliere tutte le opportunità al momento della ripresa. L’approccio alla riduzione dei costi fissi ha già permesso di ottenere risultati molto significativi.

La sottoscrizione di nuovi accordi a tempo indeterminato in sostituzione dei 134 contratti e utilizzi preesistenti, oltre alla riduzione dei costi, semplificherà le operazioni e migliorerà le prestazioni. Le parti sociali si sono mobilitate per portare a compimento i nuovi accordi il prima possibile, in un approccio responsabile e impegnati in un progetto imprenditoriale sostenibile.

Corsair può ora continuare con l’implementazione del progetto strategico per diventare LA compagnia d’oltremare Si conferma il progetto di rinnovo e ammodernamento della flotta già in corso, con 5 A330-900 NEO con ordini fermi. Pertanto, 3 NEO si uniranno alla flotta in aprile, maggio e giugno 2021. Il 4 ° NEO dovrebbe essere consegnato a dicembre 2021. Corsair opererà quindi una flotta di 9 aeromobili da dicembre 2021. Nel giugno 2022, il 5 ° NEO sostituirà l’ultimo A330-200 ancora presente nella flotta che sarà poi notevolmente più giovane con un’età media di 5 anni.

Le prestazioni in termini di protezione ambientale saranno notevolmente migliorate, grazie a un nuovo motore per i NEO, che riduce le emissioni di carbonio e l’inquinamento acustico. Consapevole della sua responsabilità sociale e ambientale, Corsair sta così modernizzando rapidamente la sua flotta e contribuendo alla transizione energetica del trasporto aereo.

Al fine di sviluppare la sua posizione di compagnia aerea d’oltremare, Corsair si concentrerà sui servizi dai territori d’oltremare. Oltre a rafforzare i servizi attuali (Martinica, Guadalupa, Riunione, Mauritius, Abidjan e Montreal), è previsto un ampliamento della rete con l’apertura di nuove destinazioni tra cui Mayotte dall’11 dicembre 2020.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.