L’aeroporto di Bolzano vola verso nuovi orizzonti


Nuove opportunità sono nel mirino dell’aeroporto di Bolzano, come fa capire Josef Gostner, presidente non solo di SkyAlps, ma pure della società di gestione dello scalo altoatesino.

In un intervista di oggi a Alto Adige , ci sono i punti che percorrerà l’aeroporto per il suo rilancio. Ha 26 dipendenti, i quali dal 16 settembre 2019 in poi non sono in particolare diminuiti sotto l’effetto del Covid-19.

Un traguardo molto importante, che fa capire che Gostner e soci hanno obiettivi chiari su cosa sviluppare. L’aeroporto non solo sarà la casa dove si svilupperà SkyAlps, che fra un paio di mese dovrebbe attivare i voli verso il sud Italia (Olbia, Catania, Cagliari e Lamezia). A seguire Roma e lo stagionale per Ibiza. Quindi Düsseldorf e forse Berlino. Ma ha pure Londra , Copenaghen e Vienna tra gli obiettivi di farle entrare come destinazioni nel network del vettore altoatesino con i suoi DHC8-Q400. Qui sono già stati assunti in 40.

Bolzano ha nelle mire di divenire l’aeroporto per attrarre chi ogni anno sceglie le province di Trento e Bolzano per le sue ferie estive e invernali. Tralasciando la stagione bianca 2020/21, un po’ quella estiva del 2020, sono 42/44 milioni i pernottamenti nelle valli delle due province. Solamente la Val di Fassa genera 4 milioni di pernottamenti.
Quindi l’aeroporto di Bolzano, si candida a essere la porta di entrata per un turismo non solo nazionale, ma sopratutto internazionali. Le Dolomiti e le altre località sono apprezzate e amate da moltissimo tempo dai turisti centro europeo. Conseguentemente un aeroporto attraente e ben gestito potrà essere un volano non indifferente per tutti i territori. Non solamente un qualcosa di interessante per sviluppare SkyAlps, ma pure aumentare gli introiti con il segmento voli executive e aviazione generale.

Gostner dice che per l’aeroporto il pareggio di bilancio e’ stimato per l’esercizio finanziario 2022.

Ma non sono tutte rose e fiori, perché nell’articolo si riportano le ostilità del sindaco di Laives dei Comuni della Bassa Atesina.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.