Uno studio di Oxford conferma che un programma completo di test Covid-19 può aiutare a riaprire i viaggi internazionali

il

I risultati di un test di test congiunto condotto da American Airlines, British Airways e oneworld Alliance mostrano che un programma completo di test Covid-19 può aiutare a riaprire i viaggi internazionali, in sicurezza. Ciò è sostenuto dall’analisi dei ricercatori dell’Università di Oxford, che hanno studiato i dati su come i passeggeri valutano il rischio e rispettano le regole Covid-19.

Lo studio dell’Oxford Internet Institute (OII), “Trust, Testing and Travel, Technology Use, Traveler Knowledge and Compliance with COVID-19 Health Rules”, ha analizzato i dati aggregati del sondaggio di quasi 600 viaggiatori che hanno preso parte alla sperimentazione volontaria su voli selezionati dagli Stati Uniti a Londra Heathrow (LHR), tra novembre 2020 e marzo 2021. La prova ha offerto tre test COVID-19 gratuiti, effettuati durante il viaggio transatlantico.

I clienti che hanno partecipato alla sperimentazione, condotta in due fasi, hanno effettuato un test PCR iniziale 72 ore prima della partenza; un secondo test (LAMP) all’arrivo a Londra Heathrow (LHR); e un terzo test (PCR) eseguito da tre a cinque giorni dopo l’arrivo nel Regno Unito.

Nella prima fase del test, solo l’1% dei viaggiatori che hanno sostenuto un test entro 72 ore dalla partenza è risultato positivo e, a seguito del test, non ha viaggiato. Nessuno dei viaggiatori che hanno sostenuto un test all’arrivo a LHR è risultato positivo. Dei viaggiatori che hanno sostenuto il terzo test dopo essere arrivati ​​nel Regno Unito, solo lo 0,4% dei viaggiatori è risultato positivo.

L’analisi dei ricercatori dell’Oxford Internet Institute suggerisce che i risultati dei test di prova erano “sostanzialmente coerenti” con i precedenti programmi di sperimentazione nel settore dell’aviazione.

È importante sottolineare che il 99,7% dei viaggiatori si è dichiarato felice di aderire ai requisiti dei test COVID-19 come alternativa alla quarantena dopo i viaggi internazionali e sono disposti a pagare per test a prezzi accessibili.

Quasi il 70% dei viaggiatori ha affermato che viaggerebbe se richiesto per sostenere un test COVID-19 entro 72 ore prima della partenza. Lo stesso numero ha detto che sarebbe disposto a fare un test COVID-19 prima della partenza e dopo l’arrivo. Più del 70% dei viaggiatori ha affermato che sarebbe probabile che viaggerà se richiesto per fare un test in aeroporto prima della partenza e circa il 75% dei viaggiatori è disposto a essere testato in aeroporto all’arrivo a destinazione.

Alla domanda su quanto sarebbero disposti a pagare, quasi l’80% dei viaggiatori ha dichiarato che pagherebbe per il test COVID-19, con la maggioranza disposta a pagare 50 USD (£ 35) o meno per ogni test. Solo il 15% dei viaggiatori è disposto a pagare più di $ 100 (£ 70) per il test COVID-19.

I risultati dello studio di Oxford saranno condivisi con i governi e le parti interessate, in un’importante aggiunta al crescente corpus di conoscenze che mostra come i test COVID-19 completi possano fornire ai governi la fiducia di cui hanno bisogno per revocare le restrizioni all’ingresso e consentire la ripresa del viaggio in sicurezza.

Il prof. Philip Howard, professore di studi su Internet presso l’Oxford Internet Institute, Università di Oxford, ha dichiarato: “Poiché molti paesi fanno progressi nella vaccinazione dei propri cittadini, il dibattito sulla riapertura dei viaggi in sicurezza sta diventando sempre più importante. Sono lieto che il nostro team sia stato in grado di dare un contributo a questa discussione attraverso questa analisi dettagliata del sentimento e del comportamento dei passeggeri “.

In una dichiarazione congiunta sui risultati di Oxford, American Airlines, British Airways e oneworld hanno affermato: “Lo studio di Oxford rafforza ulteriormente che i clienti sono disposti a sottoporsi a test COVID-19 come alternativa alla quarantena. I risultati dello studio sottolineano il ruolo importante che i test possono svolgere nella riapertura sicura dei viaggi internazionali, comprese le rotte estremamente significative tra gli Stati Uniti e il Regno Unito. L’accessibilità economica dei test è fondamentale per i viaggiatori e siamo pronti a collaborare con i governi e il settore privato per offrire opzioni di test convenienti per i nostri clienti che desiderano o devono viaggiare di nuovo “.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.