United ordina 200 aerei alla Boeing e 70 alla Airbus

il

United Airlines ha annunciato oggi l’acquisto di 270 nuovi aeromobili Boeing e Airbus, il più grande ordine combinato nella storia della compagnia aerea e il più grande da parte di un singolo vettore nell’ultimo decennio. Il piano “United Next” avrà un effetto di trasformazione sull’esperienza del cliente e si prevede che aumenterà il numero totale di posti disponibili per partenza nazionale di quasi il 30%, ridurrà significativamente le emissioni di carbonio per posto e creerà decine di migliaia di posti di lavoro di qualità e sindacalizzati entro il 2026, tutti gli sforzi che avranno un effetto a catena positivo sull’intera economia statunitense.

In combinazione con l’attuale portafoglio ordini, United prevede di introdurre più di 500 nuovi velivoli a fusoliera stretta: 40 nel 2022, 138 nel 2023 e fino a 350 nel 2024 e oltre. Ciò significa che nel solo 2023 la flotta di United, in media, aggiungerà circa un nuovo aeromobile a fusoliera stretta ogni tre giorni.

Il nuovo ordine di aeromobili di United – 50 737-8, 150 737-10 e 70 A321neo – verrà fornito con un nuovo interno esclusivo che include l’intrattenimento sullo schienale in ogni sedile, cappelliere più grandi per il bagaglio a mano di ogni passeggero e il più veloce disponibile del settore Wi-Fi in volo e un aspetto luminoso con illuminazione a LED. La compagnia aerea prevede di far volare il primo 737-8 con gli interni firmati quest’estate e di iniziare a far volare il 737-10 e l’Airbus A321neo all’inizio del 2023.

Inoltre, United intende aggiornare il 100% della sua flotta di mainline e narrow body a questi standard entro il 2025, uno straordinario progetto di retrofit che, se combinato con il numero di nuovi aeromobili che si uniscono alla flotta, significa che United consegnerà il suo stato di un’esperienza di volo all’avanguardia per decine di milioni di clienti a un ritmo senza precedenti.

Questo ordine aumenterà anche in modo significativo il numero totale di partenze giornaliere della linea principale di United e i posti disponibili sulla rete nordamericana della compagnia aerea, nonché il numero di posti premium, sia United FirstSM che Economy Plus®. In particolare, United prevede di disporre in media di 53 posti premium per partenza nordamericana entro il 2026, con un aumento di circa il 75% rispetto al 2019 e più di qualsiasi concorrente in Nord America.

Inoltre, l’aggiunta di questi nuovi aeromobili Boeing 737-8 e -10 e Airbus A321neo significa che United sostituirà i vecchi jet più piccoli e almeno 200 jet regionali a classe singola con aeromobili più grandi, che la compagnia aerea prevede porterà a significativi vantaggi in termini di sostenibilità rispetto agli aerei più vecchi: un previsto Miglioramento complessivo dell’11% nell’efficienza del carburante e una prevista riduzione delle emissioni di carbonio per posto del 17-20% rispetto agli aerei più vecchi.

I nuovi aeromobili di United riflettono uno standard di esperienza del cliente notevolmente migliorato – gli interni firmati di United – che danno un premio al comfort generale del volo: più posti complessivamente disponibili sul mercato, più posti premium su ciascun aeromobile, nonché un migliore intrattenimento, stivaggio e caratteristiche tecnologiche. Questi standard verranno applicati al piano di retrofit della compagnia aerea – una trasformazione da capo a piedi della sua flotta principale e a fusoliera stretta – che dovrebbe essere completata al 66% entro il 2023 e al 99% entro l’estate del 2025.

I nuovi jet a fusoliera stretta di United aiuteranno la compagnia aerea ad aumentare i suoi posti totali per partenza per i voli nordamericani di 30 posti, o quasi il 30%, entro il 2026. Allo stesso tempo, la compagnia aerea aumenterà rapidamente il numero di United FirstSM ed Economy Plus ® sedili per i clienti che cercano un’esperienza elevata.

Il 737-8 di United ha 16 posti United FirstSM e 54 posti Economy Plus®: più del doppio del numero di posti con spazio extra per le gambe offerti dalle compagnie aeree concorrenti su aeromobili di dimensioni simili. Il 737-10 – il membro più grande della famiglia MAX – costituisce la maggior parte del nuovo ordine di United e includerà 20 posti United FirstSM e 64 posti Economy Plus® e il nuovo aereo A321neo dovrebbe avere United FirstSM ed Economy Plus® numero di posti simile a quello del 737-10.

Impatto a Newark/NYC

United prevede di riprendere il suo programma completo di voli da Newark entro novembre 2021, quando terminerà il periodo di esenzione dalle slot della FAA. La compagnia aerea è già il principale vettore da Newark, il più grande gateway globale di United, con 430 voli giornalieri che includono destinazioni internazionali come Johannesburg, Tel Aviv, Mumbai e Hong Kong.

United prevede che il numero di partenze da Newark su aeromobili di linea principale aumenterà dal 55% nel 2019 al 70% entro il 2026. E entro la fine del 2021, United prevede che il 100% delle partenze da Newark avverrà su aeromobili di doppia classe, inclusi il 737 della famiglia MAX e il nuovo jet CRJ-550 a doppia classe da 50 posti. L’ordine di aeromobili di oggi significa che la compagnia aerea può creare posti di lavoro sindacali di qualità, nonché aumentare la capacità nazionale e internazionale di Newark per gli anni a venire, sostituendo i piccoli jet della linea principale con aerei più grandi, e allo stesso tempo guidare la crescita internazionale, collegando più clienti da città degli Stati Uniti a Newark/NYC per i loro voli internazionali.

United è nel bel mezzo di un significativo progetto di espansione e aggiornamento della struttura a Newark. Il lavoro include la ristrutturazione di una sede United Club SM esistente nel Terminal C, la costruzione di una lounge completamente nuova nel Terminal C in grado di ospitare 500 viaggiatori e con vista panoramica su Manhattan, nonché la costruzione di un nuovissimo United Club nel Terminal A dove United opererà da 12 nuovi cancelli.

Si prevede che il nuovo ordine di aeromobili di United creerà circa 25.000 posti di lavoro ben pagati e sindacalizzati entro il 2026, inclusi i seguenti in ciascuno dei sette principali hub statunitensi della compagnia aerea:

Newark/EWR: fino a 5.000 posti di lavoro
San Francisco/SFO: fino a 4.000 posti di lavoro
Washington, D.C. / IAD: fino a 3.000 posti di lavoro
Chicago / ORD: fino a 3.000 posti di lavoro
Houston/IAH: fino a 3.000 posti di lavoro
Denver / DEN: fino a 3.000 posti di lavoro
Los Angeles / LAX: fino a 1.400 posti di lavoro

United ha contratti in essere con i seguenti sindacati e queste descrizioni forniscono una panoramica di ciascun gruppo in prima linea, nonché i dettagli salariali per ciascuna posizione:

Agenti di Contact Center, Ramp e Customer Service (rappresentati da IAM):

United ha impiegato circa 28.000 agenti nel 2019 – 14.000 che aiutano a caricare ogni aeromobile, 12.000 rappresentanti del servizio clienti negli aeroporti e 3.000 agenti di contact center (di cui circa 900 con sede presso la prenotazione di Houston della compagnia aerea Center e 700 presso la struttura United di Chicago) che aiutano i clienti a trovare l’opzione migliore per il loro viaggio. La maggior parte di questi lavori include opportunità di ingresso per persone direttamente al di fuori della scuola superiore e dell’università, e i loro salari e benefici combinati nel 2019 hanno totalizzato oltre $ 90.000 al vertice della loro scala salariale. Molti dei migliori leader di United hanno iniziato a lavorare sulla rampa o nel servizio clienti, tra cui l’attuale vicepresidente senior delle operazioni aeroportuali di United che ha iniziato sulla rampa, il vicepresidente della compagnia aerea di San Francisco, che ha iniziato come agente del servizio clienti e l’attuale amministratore delegato di United Direttore del Customer Care, che ha iniziato come consulente di viaggio principale.

Flight Dispatchers (rappresentati da PAFCA):

United ha 400 flight dispatchers e nel 2019 i loro salari e benefici combinati hanno totalizzato più di $ 200.000 nella parte superiore della loro scala salariale. Queste posizioni sono certificate dalla FAA e condividono la responsabilità congiunta con il Comandante per il funzionamento sicuro di ogni volo United. La compagnia aerea ha molti dispatchers che lavorano nel Network Operations Center di United che provenivano da posizioni in tutta l’azienda, inclusi agenti e posizioni dirigenziali.

Assistenti di volo (rappresentati da AFA):

United ha avuto circa 24.000 assistenti di volo attivi nel 2019 e i loro salari e benefici combinati hanno totalizzato più di $ 90.000 nella parte superiore della loro scala salariale. Con la capacità unica di vedere il mondo mentre si lavora, non sorprende che i lavori di assistente di volo siano altamente desiderati. Nel 2019, United aveva oltre 65.000 candidati per meno di 1.500 posizioni di assistente di volo. I nuovi assunti seguono un corso di formazione di sei settimane presso lo Houston Training Center di United e visitano una delle sette strutture di formazione della compagnia aerea ogni anno per mantenere aggiornate le proprie competenze. Inoltre, coloro che sono interessati a diventare un assistente di volo non richiedono un’istruzione speciale o una laurea e sono completamente formati una volta assunti. L’attuale vicepresidente senior dei servizi di bordo di United ha iniziato come assistente di volo.

Piloti (rappresentati da ALPA):

United ha circa 12.000 piloti – I Comandantii dei Boeing 787 e 777 di United possono guadagnare più di $ 350.000. Inoltre, i piloti dello United ricevono una delle partite 401 (k) più alte della nazione: il 16% della paga base. United guida il settore come l’unica grande compagnia aerea a possedere una propria scuola di volo – la United Aviate Academy – e recentemente ha avviato un piano per formare 5.000 nuovi piloti entro il 2030 con l’obiettivo che almeno la metà di loro siano donne e persone di colore. La società aveva precedentemente annunciato che prevede di assumere più di 10.000 piloti entro il 2029. Tutti i piloti United completano un addestramento intensivo al simulatore con i nostri istruttori e valutatori pilota ogni nove mesi presso lo United’s Flight Training Center a Denver. L’attuale vicepresidente senior delle operazioni di volo dello United ha iniziato come primo ufficiale, ha prestato servizio come US Naval Aviator e si è ritirato come capitano della Marina dalla Riserva della Marina degli Stati Uniti.

Tecnici (rappresentati da IBT):

United ha avuto più di 9.000 tecnici nel 2019 e i loro salari e benefici combinati hanno totalizzato più di $ 140.000 nella parte superiore della loro scala salariale. Questo team in prima linea comprende meccanici aeronautici, tecnici delle strutture e tecnici delle apparecchiature di terra. Si tratta di lavori altamente qualificati – la compagnia aerea recluta attivamente dall’esercito – e United offre un’opportunità per questa carriera attraverso posizioni di livello iniziale. Diversi leader delle compagnie aeree United hanno iniziato come meccanici aeronautici, incluso l’attuale vicepresidente per le operazioni tecniche della compagnia aerea.

Impatto economico complessivo

Oltre a creare posti di lavoro, si prevede che l’aggiunta di questi nuovi velivoli alla flotta di United comporterà oltre 30 miliardi di dollari di spesa per i viaggiatori che volano con United e un contributo stimato di 50 miliardi di dollari all’anno per l’economia statunitense entro il 2026, sulla base di uno studio della Federal Aviation Administration e stime interne di United:

Lavoro e stipendi: nel 2020, United ha pagato più di $ 10 miliardi di salari e questo nuovo ordine di aeromobili ha il potenziale per creare altri 25.000 posti di lavoro United entro il 2026, con miliardi di dollari in più in potenziali salari aggiuntivi previsti. United stima che ogni nuovo lavoro in una compagnia aerea diretta si traduce in circa due posti di lavoro indiretti aggiuntivi come produttori di aeromobili, gestione aeroportuale e vendita al dettaglio negli aeroporti. Inoltre, le stime di United indicano che ogni nuovo lavoro diretto e indiretto induce altri cinque posti di lavoro, creando potenzialmente un impatto salariale totale fino a $ 12 miliardi all’anno.
Spesa dei visitatori: sulla base dello studio della FAA, United stima che i viaggiatori aerei nazionali spendano circa $ 500 per viaggio oltre al biglietto aereo (vitto, alloggio, svago, regali, intrattenimento, ecc.). L’aggiunta di 270 nuovi velivoli significa il potenziale per trasportare decine di milioni di passeggeri in più all’anno fino al 2026, il che, utilizzando questa metrica per la spesa dei visitatori, potrebbe contribuire a oltre 30 miliardi di dollari di spesa annuale dei consumatori quando si viaggia su United.
Tasse e commissioni: ogni anno, lo United genera circa $ 4 miliardi di tasse dirette (accisa sui biglietti, carburante e proprietà) e sui salari. L’analisi interna di United stima che questi numeri aumenteranno a seguito dell’acquisto di questi 270 nuovi velivoli.
Sostenibilità

Entro il 2026, United prevede che il solo utilizzo di aeromobili in questo nuovo ordine ridurrà le emissioni totali di carbonio della compagnia aerea per posto fino al 15%. In particolare, i velivoli 737 MAX e A321neo offrono una migliore autonomia complessiva e prestazioni ambientali con i loro nuovi motori più efficienti dal punto di vista del consumo di carburante e una migliore aerodinamica. I miglioramenti provengono da nuovi motori, telai del velivolo in carbonio composito più leggero e innovazioni aerodinamiche come il flusso laminare naturale che riduce la resistenza. United ha fissato l’ambizioso obiettivo di essere verde al 100% riducendo le proprie emissioni di gas serra del 100% entro il 2050, senza fare affidamento sulle tradizionali compensazioni di carbonio.

Inoltre, Boeing ha rilasciato questa dichiarazione:

Boeing e United Airlines hanno annunciato oggi che il vettore amplierà il suo portafoglio ordini 737 acquistando ulteriori 200 jet 737 MAX, di cui 150 per il membro più grande della famiglia, il 737-10, e 50 per l’aereo che serve il cuore del singolo -mercato del corridoio, il 737-8. Il nuovo acquisto posiziona la flotta di United per la crescita e l’accelerazione della domanda di viaggi aerei.

L’acquisto aumenta il portafoglio ordini di United per la famiglia a corridoio singolo a basso consumo di carburante a 380 aerei, di cui 30 consegnati. Come cliente di lancio per il 737-10, United ha effettuato il suo primo ordine nel 2017 convertendo 100 ordini 737-9 nella variante più grande del 737-10. L’accordo odierno include anche l’acquisto di pacchetti di dati del simulatore di addestramento Boeing 737 MAX per supportare i programmi di addestramento dei piloti di United.

Progettata e costruita a Renton, Washington, la famiglia 737 MAX offre efficienza, flessibilità e affidabilità superiori riducendo il consumo di carburante e le emissioni di carbonio di almeno il 14% rispetto agli aerei che sostituisce. Il 737-8 può ospitare fino a 189 passeggeri e può volare per 3.550 miglia nautiche, circa 600 miglia in più rispetto al suo predecessore, consentendo alle compagnie aeree di offrire rotte nuove e più dirette per i passeggeri.

Il modello più grande della famiglia, il 737-10 può ospitare fino a 230 passeggeri in una configurazione a classe singola e può volare fino a 3.300 miglia. Il jet a basso consumo di carburante può coprire il 99% delle rotte a corridoio singolo, comprese le rotte servite dai 757.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.