PROVE CON ESITO POSITIVO DIMOSTRANO CHE LA POLITICA AMBRA PER I VIAGGIATORI COMPLETAMENTE VACCINATI PUO’ ESSERE RAPIDAMENTE ESTESA AI CITTADINI USA E UE

il

I risultati di uno studio di prova di 10 giorni organizzato congiuntamente da Heathrow, British Airways e Virgin Atlantic dimostrano che gli stati di vaccinazione riconosciuti a livello internazionale possono essere controllati rapidamente e facilmente lontano dal confine per consentire un ingresso sicuro nel Regno Unito
Circa 250 partecipanti volontari completamente vaccinati sui voli dagli Stati Uniti, dai Caraibi e dall’Europa per Londra Heathrow hanno presentato il loro stato di vaccinazione Covid-19 in formato digitale o cartaceo, con il 99% delle credenziali correttamente verificato per un’esperienza cliente agevole e conveniente
I dati anonimi del processo sono stati condivisi con il governo del Regno Unito in vista del prossimo checkpoint per le restrizioni al semaforo, previsto entro il 31 luglio
Lo studio mostra la prontezza del settore per le regole Amber per i viaggiatori completamente vaccinati, senza alcun motivo per ritardare l’espansione ai cittadini statunitensi e dell’UE
L’esenzione dall’autoisolamento per gli arrivi completamente iniettati dai paesi dell’ambra è attualmente limitata ai vaccini somministrati dalle autorità del Regno Unito, il che significa che il Regno Unito è in ritardo rispetto all’UE e ostacola la propria ripresa economica, con i cittadini dei nostri maggiori partner commerciali incapaci di evitare l’autoisolamento isolamento anche se sono completamente vaccinati
28 luglio 2021 – I risultati di uno studio dimostrativo congiunto nel Regno Unito istituito da Heathrow, British Airways e Virgin Atlantic hanno dimostrato che il governo del Regno Unito può espandere rapidamente la sua politica sull’ambra e rimuovere l’autoisolamento per i cittadini statunitensi e dell’UE completamente vaccinati che arrivano nel Regno Unito.

Gli incoraggianti risultati della sperimentazione del gruppo arrivano prima del prossimo checkpoint del governo del Regno Unito per rivedere le misure del semaforo, previsto per questo sabato 31 luglio. Utilizzando una selezione di rotte statunitensi, caraibiche ed europee, la sperimentazione dimostra con successo che le compagnie aeree e gli aeroporti possono controllare in modo molto efficace una gamma più ampia di stati vaccinali riconosciuti per diverse nazionalità, sia in formato cartaceo che digitale, al punto di partenza e lontano dal Confine del Regno Unito, garantendo l’assenza di ulteriori pressioni nelle sale di immigrazione. I controlli di verifica hanno assicurato che il 99% delle credenziali fosse autentico, mentre il restante 1% è stato negato con successo laddove i requisiti di documentazione non fossero soddisfatti.

Secondo le attuali regole del Regno Unito, i viaggiatori in arrivo dai paesi dell’Ambra devono essere stati completamente vaccinati come parte del programma di vaccinazione del Regno Unito per evitare l’autoisolamento. Ma questa politica esclude i viaggiatori che sono stati completamente vaccinati in qualsiasi altra parte del mondo.

La restrizione è in contrasto con quella di paesi come Francia, Germania, Grecia, Portogallo, Cipro e Malta, che dall’inizio di luglio accolgono viaggiatori completamente vaccinati, compresi i residenti negli Stati Uniti, senza necessità di autoisolamento.

Significa che, nonostante i progressi dei vaccini leader a livello mondiale del Regno Unito, il Regno Unito è rimasto indietro rispetto ai suoi vicini dell’UE. L’estensione dell’attuale esenzione per i viaggiatori del Regno Unito completamente vaccinati a quelli completamente vaccinati negli Stati Uniti e nell’UE consentirebbe al Regno Unito di raggiungere gli altri principali mercati. Gli ultimi dati del settore mostrano la ripresa della domanda di passeggeri USA-UE a un terzo dei livelli pre-pandemia da quando è stata annunciata l’esenzione per i viaggiatori statunitensi, rispetto alla domanda USA-Regno Unito che rimane solo a un quinto dei livelli pre-pandemia. Anche i livelli commerciali riflettono questa tendenza, con le rotte commerciali tra l’UE e gli Stati Uniti ora recuperate a quasi il 50% dei livelli pre-pandemia mentre il Regno Unito rimane solo all’8%.

Come parte della prova di 10 giorni, i clienti completamente vaccinati su voli selezionati da Los Angeles, New York, Montego Bay e Atene hanno concordato di condividere il loro stato di vaccinazione all’aeroporto di partenza, dimostrando che l’industria è pronta ad adattarsi rapidamente e rendere operativi ulteriori controlli di vaccinazione , per supportare una riapertura sicura dei cieli su larga scala.

Le credenziali di vaccinazione riconosciute a livello internazionale, tra cui le carte CDC, l’Excelsior Pass di New York e le credenziali digitali Covid dell’UE, sono state tra le credenziali di vaccinazione più popolari utilizzate dai 250 clienti che hanno partecipato allo studio, insieme ai certificati NHS.

Le principali rotte transatlantiche sono state selezionate per il processo, riconoscendo l’importanza dei collegamenti aerei USA-Regno Unito e l’urgente necessità di un corridoio transatlantico per riavviare gli affari, riunire le famiglie e consentire alle persone di andare in vacanza. Negli Stati Uniti, più di 163 milioni di persone sono state completamente vaccinate, incluso il 60% degli adulti statunitensi, mentre il Regno Unito ha vaccinato completamente più di 37 milioni di persone, incluso il 70% degli adulti britannici.

I dati di Public Health England hanno mostrato che due dosi dei vaccini offrono una protezione del 79% contro l’ammalarsi della variante Delta e riducono la probabilità di aver bisogno di ricovero in ospedale del 96%.

Sean Doyle, CEO e presidente di British Airways, ha dichiarato: “Siamo fiduciosi che questo studio comprovante fornisca le prove di cui il governo ha bisogno per consentire ai clienti completamente vaccinati provenienti da paesi a basso rischio di entrare nel Regno Unito, sapendo che è possibile farlo senza intoppi e in sicurezza. Il Regno Unito deve riaprire in sicurezza i suoi confini il prima possibile per garantire che i propri cari possano riunirsi, gli affari possano prosperare e Global Britain sia in grado di trarre vantaggio dal programma di vaccinazione leader a livello mondiale del Regno Unito”.

Shai Weiss, CEO di Virgin Atlantic, ha dichiarato: “Il Regno Unito è già in ritardo rispetto agli Stati Uniti e all’UE e un approccio eccessivamente cauto nei confronti dei viaggi internazionali avrà un ulteriore impatto sulla ripresa economica e sui 500.000 posti di lavoro in gioco nel Regno Unito. Esortiamo il governo del Regno Unito a spostare gli Stati Uniti nella “lista verde” del Regno Unito e ad estendere l’esenzione dall’autoisolamento a tutti i passeggeri completamente vaccinati con vaccini riconosciuti dall’OMS, a cominciare dagli Stati Uniti e dall’UE. La nostra prova dimostrativa dimostra la nostra disponibilità come industria a rendere operativa rapidamente una politica Amber ampliata per i viaggiatori completamente vaccinati e a lavorare con il governo e le autorità per garantire che venga implementata senza problemi e al ritmo, supportando la riapertura del corridoio transatlantico.

John Holland-Kaye, CEO di Heathrow, ha dichiarato: “Il vaccino è stato un miracolo della scienza e questi studi hanno dimostrato che possiamo consentire ai passeggeri completamente vaccinati dell’UE e degli Stati Uniti di visitare il Regno Unito senza quarantena. Ora non c’è motivo di ritardare l’implementazione della soluzione dal 31 luglio”.

I clienti dello studio hanno presentato una combinazione di credenziali vaccinali digitali o cartacee per la convalida, che i clienti British Airways hanno verificato digitalmente tramite l’app VeriFLY, mentre i clienti Virgin Atlantic hanno utilizzato uno strumento di caricamento digitale sviluppato in collaborazione con Delta Air Lines e supportato da TrustAssure™ tecnologia. Gli stati di vaccinazione pre-verificati digitalmente sono stati autenticati in pochi minuti, contribuendo ad accelerare il processo di check-in in aeroporto, insieme ai controlli esistenti per un modulo di localizzazione passeggeri (PLF) compilato e un test valido prima della partenza.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.