GREEN FLAG: L’AERONAUTICA MILITARE PRESENTE ALL’ESERCITAZIONE ORGANIZZATA DALLA U.S. AIR FORCE

il

Green Flag, un’esercitazione internazionale, organizzata dalla U.S. Air Force

L’Aeronautica Militare ha partecipato negli Stati Uniti alla Green Flag, un’esercitazione internazionale, organizzata dalla U.S. Air Force, che ha visto la presenza, sulla base di Alexandria (Louisiana), di tre Paesi (USA, Italia, Nuova Zelanda) per un totale di circa 150 persone coinvolte.

All’esercitazione, che si è svolta dal 15 al 25 luglio, ha partecipato, per l’Italia, un C-130J della 46ª Brigata Aerea, con una componente di 26 persone tra equipaggi di volo, personale della manutenzione e di supporto. Oltre al velivolo italiano, erano presenti altri tre velivoli, due statunitensi e uno neo zelandese.

La Green Flag ha conseguito diversi obiettivi addestrativi, tra i quali la standardizzazione delle operazioni di trasporto aereointra-theatre, la condivisione di techniques e tattiche, la conduzione di navigazioni tattiche in formazione a bassa quota e di tattiche evasive e reazioni a minacce suolo-aria ed aria-aria. Durante l’esercitazione sono stati effettuati atterraggi d’assalto con tecnica Max Effort su piste semipreparate, aviolancio personale (FV) reale e procedure Engine Running Operation (E.R.O.) attraverso l’utilizzo di TTPs (Tactics, Techniques and Procedures) comuni.

La partecipazione a questo tipo di eventi ha un ritorno importante per la Forza Armata dal momento che permette ad equipaggi e specialisti di confrontarsi con i colleghi delle altre Nazioni e di condividere i diversi mudus operandi, con il fine ultimo di migliorare le capacità addestrative ed operative per essere ancora più efficaci, in particolare, nelle missioni svolte in ambito internazionale.

La 46ª Brigata Aerea di Pisa dipende dal Comando Squadra Aerea per il tramite del Comando Forze per la Mobilità e il Supporto che svolge, con i suoi velivoli da trasporto C130J e C27J, un’ampia gamma di missioni nell’ambito del trasporto aereo, sia di carattere esclusivamente militare – con la partecipazione in tutti i Teatri Operativi che vedono la presenza delle Forze Armate italiane – sia in ambito civile, in concorso con altre agenzie dello Stato, come è avvenuto nel corso dell’emergenza Covid-19, o per soccorsi umanitari, evacuazioni di popolazioni in difficoltà o interventi in caso di calamità naturali.

Fonte Stato Maggiore della Difesa

Autore Ufficio Pubblica Informazione – Roma

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.