Ultima tappa sulla Terra ad Airbus prima dell’odissea su Giove per JUICE

il

Integrazione finale e test a Tolosa prima del lancio del 2022 per rispettare il rigido programma interplanetario

Viaggio di quasi nove anni per una missione di quattro anni intorno alle lune di Giove: potrebbero esserci nuovi habitat di vita?
@AirbusSpace @ESA_JUICE #Ganimede #Europa #Callisto #SpaceMatters

Il veicolo spaziale JUICE costruito da Airbus (missione JUpiter ICy moons Explorer) sviluppato per l’Agenzia spaziale europea (ESA) è arrivato a Tolosa, dove rimarrà per il suo assemblaggio finale e la campagna di test all’integrazione satellitare di Airbus centro, prima di essere spedito a Kourou nella Guyana francese per il lancio su Ariane 5.

Dopo tre mesi di intense attività per i test del vuoto termico nella camera Large Space Simulator (LSS) presso il centro di test ESA presso ESTEC a Noordwijk, Paesi Bassi, JUICE è tornato ad Airbus, il primo appaltatore. Insolitamente, è stato trasportato in aereo a Tolosa, per risparmiare tempo e rimanere sulla buona strada per rispettare il fitto programma interplanetario per raggiungere il sistema gioviano.

Cyril Cavel, Project Manager JUICE di Airbus, ha dichiarato all’arrivo: “È la prima volta che vedo un satellite arrivare a Tolosa in aereo, il che dimostra l’importanza di questa missione per l’ESA e la comunità scientifica. Ora noi di Airbus dobbiamo basarci sull’ottimo lavoro di tutti i nostri partner industriali e scientifici. Non vedo l’ora che venga lanciata questa ambiziosa missione e vedere gli enormi progressi che porterà alla conoscenza umana, anche se dovremo aspettare quasi 10 anni prima che arrivi su Giove!

L’apertura del contenitore protettivo pressurizzato e il trasferimento in camera bianca sono già stati completati. Airbus finalizzerà ora l’assemblaggio della configurazione di volo, compresa l’integrazione delle ultime unità strumentali e dei più grandi array solari satellitari mai volati per l’esplorazione planetaria. Ultimo ma non meno importante, i test ambientali, inclusa la compatibilità elettromagnetica (EMC), meccanica, dispiegamento e propulsione, continueranno fino al prossimo anno in vista del lancio.

La sonda JUICE da 6,2 tonnellate partirà nel 2022 per il suo viaggio lungo quasi 600 milioni di chilometri verso Giove. La navicella trasporterà 10 strumenti scientifici all’avanguardia, tra cui fotocamere, spettrometri, un radar per la penetrazione del ghiaccio, un altimetro, un esperimento di radioscienza e sensori per monitorare i campi elettrici e magnetici e l’ambiente del plasma nell’area gioviana. sistema. JUICE completerà un tour unico del sistema di Giove che includerà studi approfonditi di tre lune potenzialmente oceaniche: Ganimede, Europa e Callisto.

Durante la sua missione di quattro anni, JUICE raccoglierà dati per comprendere le condizioni per la formazione di pianeti gassosi giganti e l’emergere di habitat di vita profonda. Trascorrerà nove mesi in orbita attorno alla luna ghiacciata Ganimede analizzandone la natura e l’evoluzione, caratterizzando il suo oceano sotto la superficie e studiando la sua potenziale abitabilità.

In qualità di capocommessa per l’ESA, Airbus è a capo di un consorzio industriale di oltre 80 aziende in tutta Europa.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.