ITA: Prima riunione sulla procedura di cessione del ramo Aviation. Richieste maggiori garanzie occupazionali

il

Nota ANPAV-ANPAC-ANP

Roma, 25 Agosto 2021 – Si è conclusa con tanti punti interrogativi la prima riunione/ confronto tra ITA e le rappresentanze sindacali.Il Presidente Esecutivo Altavilla e l’Amministratore Delegato Lazzerini coadiuvati dalle loro funzioni di staff hanno illustrato le modalità operative che riguardano le attività connesse all’avvio del vettore, previsto dal 15 ottobre.

La road map riguardante nuovi contratti di lavoro e processi di assunzione non hanno soddisfatto ANPAC, ANPAV e ANP che, in rappresentanza dei piloti e degli assistenti di volo hanno chiesto maggiori e più dettagliate informazioni sul processo selettivo per le assunzioni del personale, sulla scelta degli aeromobili, anche in relazione alle eventuali attività ‘Cargo’, e sulla taratura degli organici che, ad una prima analisi, appare sicuramente sottodimensionata e da rivalutare.

Gli elementi forniti: dati di confronto, valori economici CCNL attualmente applicati vs. altri vettori “full carrier” europei necessitano di ulteriori approfondimenti.

Nei prossimi giorni proseguirà il confronto presso ITA e saranno verificate le risposte che l’azienda vorrà fornire rimanendo un punto fermo l’aumento del numero del personale navigante da assumere e la necessità di stipulare un contratto di lavoro equilibrato e non penalizzante per il personale coinvolto.

Dall’incontro pomeridiano con i Commissari di Alitalia in a.s. è emerso che ITA ha formalizzato una richiesta vincolante per alcune parti del ramo Aviation senza indicare alcunché rispetto alle potenziali assunzioni.I Commissari si sono resi disponibili ad accompagnare la cessione con gli opportuni strumenti di ammortizzazione sociale: ad avviso delle scriventi associazioni professionali vanno definiti anche con provvedimento normativo ad hoc.

ANPAC, ANPAV e ANP hanno espresso a tutte le parti coinvolte la necessità della massima tutela dei posti di lavoro e fanno ulteriore appello ai Ministeri coinvolti perché si facciano parte attiva in questo indispensabile processo e lo ribadiranno a partire dall’incontro già programmato presso il ministero del lavoro il prossimo 1 settembre.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.