JetBlue riporta l’utile diluito GAAP per azione di $ 0,40 nel terzo trimestre del 2021

il

JetBlue Airways Corporation ha riportato oggi i suoi risultati per il terzo trimestre del 2021:

L’utile diluito per azione GAAP riportato di $ 0,40 nel terzo trimestre del 2021 rispetto all’utile diluito per azione di $ 0,63 nel terzo trimestre del 2019. La perdita per azione rettificata è stata di (0,12 $) (1) nel terzo trimestre del 2021 rispetto all’utile diluito rettificato per azione di $ 0,59 (1) nel terzo trimestre del 2019.
Utile ante imposte GAAP di $ 190 milioni nel terzo trimestre del 2021, rispetto a un utile ante imposte di $ 254 milioni nel terzo trimestre del 2019. Escludendo le voci una tantum, una perdita ante imposte rettificata di ($ 50) milioni (1 ) nel terzo trimestre del 2021 rispetto all’utile ante imposte rettificato di 239 milioni di dollari (1) nel terzo trimestre del 2019.

Principali dati operativi e finanziari del terzo trimestre

La capacità è diminuita dello 0,8% su due anni, in linea con la nostra ipotesi di pianificazione di un calo dell’1% su due anni.
Le entrate sono diminuite del 5,5% anno su due, il che è migliore della nostra ipotesi di pianificazione di un calo del 6%-9% anno su due. Ciò è stato principalmente il risultato della continua sovraperformance della nostra iniziativa Fare Options, nonché di un aumento della domanda alla chiusura del trimestre.
Le spese operative per miglio di posto disponibile sono diminuite del 2,1% anno su due. Le spese operative per miglio posto disponibile, escluso il carburante e gli articoli speciali (CASM escluso carburante) (1) sono aumentate del 12,7% (1) anno su due, il che è in linea con la nostra ipotesi di pianificazione di un aumento dall’11% al 13% su base annua Due.
L’utile rettificato prima di interessi, tasse, ammortamento, ammortamento e voci speciali (EBITDA rettificato) nel terzo trimestre del 2021 è stato di 140 milioni di dollari (1), migliore del nostro intervallo di ipotesi di pianificazione compreso tra 75 e 125 milioni di dollari.
Stato patrimoniale e liquidità

Al 30 settembre 2021, il debito rettificato di JetBlue rispetto al capitale era del 53%(1).
JetBlue ha chiuso il terzo trimestre del 2021 con circa 3,3 miliardi di dollari in contanti illimitati, equivalenti di cassa e investimenti a breve termine, ovvero il 41% delle entrate del 2019. Ciò esclude la nostra linea di credito revolving non utilizzata da 550 milioni di dollari.
JetBlue ha rimborsato 74 milioni di dollari di debiti regolari e obblighi di locazione finanziaria, e ha anticipato il prestito CARES Act di 115 milioni di dollari e 105 milioni di dollari di prestiti bancari.
Spese di carburante e copertura

Il prezzo del carburante realizzato nel terzo trimestre 2021 è stato di $ 2,08 per gallone, con un aumento dell’1,2% rispetto al prezzo del carburante realizzato nel terzo trimestre 2019 di $ 2,06.
A partire dal 26 ottobre 2021, JetBlue non ha stipulato contratti derivati ​​sul carburante a termine per coprire il consumo di carburante per il terzo trimestre del 2021. Sulla base della curva forward al 15 ottobre 2021, JetBlue prevede un prezzo medio all-in per gallone di carburante di $ 2,49 nel quarto trimestre del 2021.
Accelerare gli sforzi ESG e raddoppiare gli impegni

In JetBlue crediamo fermamente che una solida supervisione ESG generi valore per gli azionisti. Rapportiamo in modo trasparente sui principali argomenti ESG dal 2007, con rapporti ESG annuali allineati ai framework di reporting SASB e TCFD dal 2017.
JetBlue continua a guidare il settore nella governance ESG, in quanto prima compagnia aerea statunitense a vincolare la retribuzione dei dirigenti alle metriche ESG, eseguire un prestito legato alla sostenibilità e gestire un sottocomitato ESG del nostro Consiglio di amministrazione.
Grazie ai nostri recenti accordi con SG Preston, Neste, World Energy e World Fuel Services, siamo in anticipo sui tempi per raggiungere il nostro obiettivo del 10% di utilizzo di SAF entro il 2030.
Lancio di due nuovi programmi, Gateway College e Jet Ops to Support Pathway Program, volti a investire nei membri dell’equipaggio e fornire un migliore accesso alle carriere come piloti, nelle operazioni tecniche e nei centri di supporto.
Abbiamo aggiornato la nostra politica sulle uniformi per renderla più inclusiva, comprese le modifiche alle uniformi di genere, le opzioni di taglia e la politica sull’acconciatura.
A seguito di un devastante terremoto ad Haiti, abbiamo trasportato oltre 14.000 libbre di rifornimenti e oltre 150 volontari provenienti da tutto il nostro reparto per sostenere i soccorsi.
Abbiamo distribuito oltre 10.000 libri alle nostre comunità attraverso il nostro programma JetBlue For Good Soar with Reading.
Abbiamo registrato oltre 6.400 ore di servizio di volontariato durante il terzo trimestre.

L’Alleanza del Nordest degli USA potenzia la concorrenza e offre vantaggi più ampi

La Northeast Alliance ha sovralimentato la concorrenza nel nordest fornendo più scelte e un servizio migliore per i clienti.
Insieme ad American, JetBlue ha lanciato 58 nuove rotte dal nord-est, ha aggiunto frequenze su più di 130 rotte e prevede di espandersi a 18 nuove destinazioni internazionali.
Si stima che la Northeast Alliance generi più di 800 milioni di dollari in benefici per i consumatori all’anno. JetBlue prevede di assumere 1.800 nuovi membri dell’equipaggio per la NEA, posti di lavoro che altrimenti non sarebbero stati creati senza questa alleanza.
Il nostro piano di recupero e le azioni intraprese per posizionare JetBlue per il successo futuro

“Mentre lavoriamo attraverso il nostro processo di pianificazione annuale, i nostri team stanno fissando obiettivi solidi per la nostra rete, iniziative commerciali e di costo e priorità di allocazione del capitale. Non potrei essere più orgoglioso degli sforzi del nostro team e sono fiducioso che stiamo impostando JetBlue su una traiettoria per ripristinare il nostro potere di guadagni oltre i livelli del 2019 nei prossimi anni, generando valore a lungo termine per tutti i nostri stakeholder ” ha affermato Robin Hayes, amministratore delegato di JetBlue.

“Riteniamo che la domanda sia ancora una volta pronta a riaccelerare nei periodi di punta delle vacanze e oltre, mentre le persone continuano ad adattarsi a una nuova normalità. Stiamo marciando verso una piena ripresa e un ritorno a una redditività sostenuta, con il margine come nostra “stella polare”. Sono fermamente convinto che il nostro modello di business unico – bassi costi, tariffe basse e un prodotto superiore – posizioni JetBlue per prosperare negli anni a venire”.

Entrate e capacità

“Sono molto soddisfatto della nostra performance di fatturato eccezionalmente forte nel terzo trimestre. Settembre ha subito l’urto della morbidezza delle prenotazioni associata all’aumento del numero di casi legati alla variante Delta. Detto questo, le tendenze si sono stabilizzate e stanno migliorando. Prevediamo una forte accelerazione dei ricavi per tutto il trimestre con l’avvicinarsi delle festività e la domanda continua a migliorare in modo significativo”, ha affermato Joanna Geraghty, Presidente e Chief Operating Officer di JetBlue.

“Per il quarto trimestre, prevediamo che le entrate diminuiranno tra l’8% e il (13%) anno su due. Prevediamo che i minimi saranno impegnativi, esacerbati da una più lenta ripresa dei viaggi d’affari, ma le festività stanno andando decisamente meglio e abbiamo intrapreso azioni tattiche di capacità per allinearci meglio con l’ambiente della domanda.

Per il quarto trimestre del 2021, la nostra ipotesi di pianificazione è che la capacità diminuisca tra (4%) e (7%) su due anni, dato il calo stagionale della domanda per il tempo libero e una ripresa dei viaggi aziendali che è stata respinta. Mentre ci muoviamo attraverso la ripresa, continueremo a essere agili nel distribuire la capacità nelle aree di forza della domanda. La nostra rete è una delle nostre più grandi risorse e continueremo a creare rilevanza nelle nostre Focus Cities per servire i nostri clienti e raggiungere il successo a lungo termine”.

Performance finanziaria e prospettive

“Il nostro fatturato del terzo trimestre e l’EBITDA rettificato (1) sono stati superiori alla fascia alta delle gamme che ci aspettavamo all’inizio di settembre. Ciò è stato in gran parte determinato dalla performance più forte del previsto di Fare Options e da un aumento delle prenotazioni a metà settembre, che ha portato a un risultato di fatturato nel terzo trimestre che riteniamo essere tra i migliori del settore “, ha affermato Ursula Hurley, JetBlue’s Capo dell’ufficio finanziario.

“Per il quarto trimestre, stimiamo che il nostro EBITDA(2) oscillerà tra negativi ($50) milioni e positivi $50 milioni di dollari. Questa diminuzione sequenziale è dovuta al modello stagionale della domanda per il tempo libero, alla pressione del recente aumento dei prezzi del carburante e ai costi del lavoro correlati all’aumento.

I nostri team continuano a lavorare diligentemente per migliorare la nostra struttura dei costi e mitigare le pressioni a breve termine che stiamo affrontando mentre ripristiniamo l’attività e investiamo per il nostro potere di guadagni a lungo termine. Continuiamo ad aspettarci che CASM ex-Fuel migliori da un tasso di crescita a due cifre nella seconda metà del 2021 a una crescita a una cifra bassa nel 2022, rispetto ai livelli del 2019.

Continuiamo a fare buoni progressi nel riportare il nostro bilancio a parametri di credito investment grade. Guardando al futuro, abbiamo in programma di mantenere un approccio equilibrato all’allocazione del capitale per aiutare a raggiungere i nostri obiettivi finanziari, grazie al nostro bilancio relativamente solido che riteniamo sia tra i migliori del settore”.

Appunti

(1)

Misura finanziaria non GAAP; La nota A fornisce una riconciliazione delle misure finanziarie non GAAP utilizzate in questa versione e spiega le ragioni per cui la direzione ritiene che la presentazione di queste misure finanziarie non GAAP fornisca informazioni utili agli investitori in merito alle condizioni finanziarie e ai risultati delle operazioni di JetBlue.

(2)

La Società non ha riconciliato le sue ipotesi di pianificazione dell’EBITDA rettificato con l’utile netto perché l’utile (perdita) netto non è accessibile su base previsionale. Gli elementi che incidono sull’utile (perdita) netto sono fuori dal controllo della Società e/o non possono essere ragionevolmente previsti. Di conseguenza, una riconciliazione con l’utile (perdita) netto non è disponibile senza uno sforzo irragionevole.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.