Missione di monitoraggio Polar Ice and Snow CRISTAL in pista

il

Il satellite Copernicus costruito da Airbus supera con successo la Preliminary Design Review

CRISTAL misurerà lo spessore del ghiaccio marino e l’elevazione della calotta glaciale

@AirbusSpace @ESA_EO @CopernicusEU #Criosfera #Ghiaccio #Neve #NextSpace

La missione Copernicus Polar Ice and Snow Topography Altimetry CRISTAL è chiaramente sulla buona strada. A seguito di un intenso processo di revisione, l’Agenzia spaziale europea ESA ha confermato che il progetto preliminare del satellite soddisfa tutti i requisiti di sistema.

CRISTAL trasporterà un altimetro multifrequenza avanzato che misurerà lo spessore del ghiaccio marino e l’elevazione della calotta glaciale, indicatori chiave del cambiamento climatico. L’altimetro CRISTAL misurerà per la prima volta la copertura nevosa delle calotte glaciali, migliorando notevolmente la qualità dei dati rispetto al suo predecessore CryoSat-2. Questi dati sosterranno le operazioni marittime negli oceani polari e contribuiranno a una migliore comprensione dei processi climatici.

La Preliminary Design Review (PDR) è stata organizzata utilizzando un nuovo formato più collaborativo. Come primo passo, nell’arco di quattro settimane si è svolta un’ampia revisione da parte di oltre 60 ingegneri dell’ESA di un pacchetto di dati completo, stabilito da oltre 100 ingegneri guidati da Airbus. In una seconda fase, i principali risultati sono stati discussi intensamente in modo interattivo tra esperti di alto livello sia dell’ESA che dell’industria fino al completamento con successo della revisione.

CRISTAL supporterà anche applicazioni relative alle acque costiere e interne e l’osservazione della topografia oceanica. La missione garantirà la continuazione a lungo termine dell’altimetria radar del ghiaccio e dei record dei cambiamenti topografici, a seguito di missioni precedenti come Earth Explorer CryoSat dell’ESA, anch’esso sviluppato da Airbus e che funzionerà perfettamente per 12 anni, ben oltre la sua durata di progettazione. Il monitoraggio della criosfera è essenziale per valutare, prevedere e adattarsi pienamente alla variabilità e ai cambiamenti climatici.

Il veicolo spaziale da 1,7 tonnellate si basa su un collaudato e robusto design del satellite Airbus basato sull’eredità di Sentinel-6 e CryoSat. Sei pannelli solari fissi e due dispiegabili – 18,6 m² in totale – garantiscono energia sufficiente sull’orbita polare alla deriva di CRISTAL a 699 km sopra la Terra. La sua memoria di bordo sarà in grado di memorizzare fino a 4 terabit di dati scientifici contemporaneamente, fornendo agli scienziati una grande quantità di informazioni durante i suoi 7,5 anni di vita.

Il sito Airbus Defence and Space di Friedrichshafen (Germania) è a capo di un consorzio industriale che coinvolge aziende di 19 paesi per la realizzazione del progetto, tra cui Thales Alenia Space per la fornitura dell’IRIS Interferometric Radar Altimeter. Dopo il successo del PDR, il progetto CRISTAL è ora sulla buona strada per la Critical Design Review (CDR) prevista per maggio 2024. La piattaforma satellitare e lo strumento saranno quindi integrati e testati nel nuovo centro di integrazione altamente digitalizzato presso Airbus a Friedrichshafen. Il lancio di CRISTAL è attualmente previsto dallo spazioporto europeo di Kourou nel 2027.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.