HNH Hospitality analizza i dati del primo smestre 2022

il

HNH HOSPITALITY analizza i risultati del primo semestre 2022 e registra una forte ripresa post pandemia, con ricavi e tasso di occupazione delle camere superiori alle previsioni.

Il Gruppo ha totalizzato nel periodo tra novembre 2021 e aprile 2022 ricavi per oltre 18 milioni di euro e un OR-Occupancy Rate (tasso di occupazione delle camere) del 49,6%.

Il Consiglio di Amministrazione di HNH Hospitality S.p.A., tra i principali operatori indipendenti italiani nel settore dell’Hotellerie a 4 e 5 stelle, ha analizzato i risultati del primo semestre 2022. 

Il Gruppo ha totalizzato, nel periodo tra novembre 2021 e aprile 2022 ricavi per oltre 18 milioni di euro, dato in forte crescita rispetto ai 3 milioni di euro di fatturato del corrispettivo semestre nell’anno precedente.

Alla chiusura del primo semestre al 30 aprile, inoltre, HNH ha registrato i seguenti risultati:

  • OR-Occupancy Rate (tasso di occupazione delle camere) a 49,6%, dato in crescita rispetto allo stesso periodo last year (17,4%) e superiore alle previsioni (45,1%).
  • L’ADR (prezzo medio di vendita delle camere) raggiunge 103,48€, a fronte dei 68,8€ del primo semestre 2021.

Come i ricavi, anche l’Occupancy Rate e l’ADR, dunque, sono risultati in forte crescita rispetto ai valori registrati nello stesso periodo dell’anno precedente, superando anche le previsioni.

Nonostante la pandemia, infatti, HNH Hospitality è riuscito ad ampliare la propria offerta con l’apertura di due strutture: l’hotel voco® Milan-Fiere a Milano a settembre 2021 e il Resort Almar Giardino di Costanza a Mazara del Vallo in Sicilia lo scorso maggio. Quest’ultima – dopo Almar Jesolo Resort & Spa – è la seconda struttura del brand Almar, un concept innovativo sviluppato e gestito da HNH Hospitality.

Tra i piani di sviluppo ulteriori, il Gruppo sta valutando nuove opportunità in Sardegna e a Milano.

HNH Hospitality aveva chiuso già positivamente il 2021, anno in cui ha registrato un volume degli affari complessivo delle gestioni dirette pari a 34,8 milioni di euro. Se confrontato con quello dell’esercizio precedente (21,4 milioni), il fatturato del Gruppo risulta in crescita del 62,3%. L’EBITDA consolidato al 31 ottobre 2021 registrato dal Gruppo HNH è stato pari a 3,5 milioni di euro – con un MOL civilistico, al netto degli aiuti di Stato, di 1,8 milioni – mentre l’utile ha raggiunto 1,4 milioni. 


Da qualche mese stiamo assistendo a un’importante crescita della domanda e a una rinascita del settore post pandemia” – ha dichiarato Luca Boccato, Amministratore Delegato del gruppo HNH Hospitality. “Il primo semestre dell’anno fiscale 2022 si è chiuso in modo decisamente positivo, superando anche le previsioni e, oltre a un incremento delle prenotazioni nelle strutture a più forte vocazione turistica, stiamo registrando anche una forte ripresa del segmento congressuale.” 

“Anche il secondo semestre sarà superiore alle previsioni e anche al 2019 e ci permetterà di chiudere l’anno fiscale con un tasso di occupazione medio vicino al 65% ed un fatturato complessivo superiore a 70 milioni di Euro, un risultato mai raggiunto prima”.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.