Parma: Sogeap chiude con 4,1 milioni di € di passivo nel 2021

il

Il quotidiano Repubblica nella sua edizione locale parmense pubblica i risultati finanziari riferiti all’esercizio 2021 della Sogeap, la socetà di gestione dell’aeroporto Giuseppe Verdi. i numeri parlano di un passivo di 4,187 milioni di €, che si confrontano ai 2,821 sempre di perdita del 2020. Un passivo che porta il patrimonio netto a 7,8 milioni di euro dai 12 milioni dell’esercizio precedente.

L’articolo è al link:

https://parma.repubblica.it/cronaca/2022/09/21/news/aeroporto_per_sogeap_un_altro_rosso_nel_2021_meno_28_milioni-366435768/

Il numero di passeggeri trasportati sono stati 96.570, cadauno il deficit ammonta a oltre 43€ per passeggero. In numeri sono almeno positivi nel movimento passeggeri perchè nel 2020 erano stati 28.429.

Repubblic scrive “Sogeap, i cui soci di maggioranza sono Meinl Bank, Parma Aeroporto e Upi con quote residuali in capo fra gli altri a Cciaa e Comune di Parma, confida tuttavia che una svolta sia possibile e per questo ha aggiornato il piano strategico per gli esercizi 2022-2025, oltre alla definizione delle aspettative di performance per l’esercizio 2026.

E continua “E qui si arriva a uno dei temi più dibattuti in città, l’allungamento della pista per dare al Verdi un futuro anche all’insegna del trasporto merci. Prospettiva che i soci non hanno abbandonato, come riporta la relazione allegata al bilancio.

“Sulla base del piano strategico gli amministratori ritengono ragionevole che i lavori di ampliamento della pista possano trovare conclusione nel corso dell’esercizio 2023 e si possa arrivare al collaudo della stessa nel corso dell’esercizio 2024, esercizio a partire dal quale potranno pertanto essere generati i primi ricavi dall’attività cargo. La società sarà in grado di ridurre progressivamente le perdite di esercizio per arrivare in una situazione di sostanziale equilibrio economico al termine del 2025 e la generazione di risultati economici positivi a partire dall’esercizio 2026”.

Nel breve periodo, sulla base delle aspettative di flussi di cassa previste per l’esercizio 2022 e per i primi mesi dell’esercizio successivo, la società sarà in grado di far fronte ai propri impegni finanziari per un periodo di almeno 12 mesi dalla data di redazione del presente documento, anche grazie all’atteso incasso di un ammontare complessivamente pari a due milioni relativo ai Fondi di sviluppo e coesione (Fsc).Nel frattempo, sempre sulla base del piano di sviluppo aeroportuale, “gli amministratori hanno ritenuto necessario sottoporre agli azionisti o a terzi la necessità di procedere a una operazione di ricapitalizzazione societaria che, sulla base delle interlocuzioni in essere, sono confidenti si possa concretizzare in una prima tranche entro l’esercizio 2023”.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.