I piloti di Delta autorizzano uno sciopero se le trattative aziendali falliscono

il

Delta Air Lines è in trattative con ALPA per un nuovo contratto con i suoi piloti.

I piloti hanno concesso al sindacato un’autorizzazione allo sciopero in caso di fallimento dei negoziati.

ALPA ha rilasciato questa dichiarazione:

I piloti di Delta Air Lines, rappresentati dall’Air Line Pilots Association, Int’l (ALPA), hanno votato a stragrande maggioranza a favore di una scheda elettorale per l’autorizzazione allo sciopero. Con oltre il 96% dei membri partecipanti, il 99% dei piloti Delta ha autorizzato i dirigenti sindacali a indire uno sciopero, se necessario, per raggiungere un nuovo accordo contrattuale con Delta Air Lines.

I piloti Delta stanno lavorando con retribuzioni, disposizioni contrattuali e benefici negoziati nel 2016. I negoziati per un nuovo accordo sono iniziati nell’aprile 2019, nove mesi prima della data modificabile di dicembre 2019. I colloqui sono entrati in mediazione a febbraio 2020 e sono stati sospesi a marzo 2020 per quasi due anni a causa della pandemia di COVID-19. I colloqui di mediazione sono ripresi nel gennaio 2022.

Prima che uno sciopero possa aver luogo, il Consiglio nazionale di mediazione deve prima decidere che ulteriori sforzi di mediazione non sarebbero produttivi e offrire alle parti l’opportunità di arbitrare la controversia contrattuale. Se una delle parti rifiuta l’arbitrato, entrambe le parti entrano in un periodo di “ripensamento” di 30 giorni, dopodiché i piloti e la direzione possono impegnarsi in un auto-aiuto: uno sciopero del sindacato o una serrata della direzione.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.