Iberia recupera tutta la capacità ai livelli pre-pandemia

il

Nel primo trimestre del 2023, e grazie all’arrivo di nuovi velivoli, registrerà una capacità del 105 per cento rispetto ai livelli del 2019.
Con la ripresa dei voli per Rio de Janeiro e Caracas, Iberia offre ora la sua intera rete di destinazioni in America Latina e aumenta le sue operazioni con il Messico a tre voli giornalieri
Negli Stati Uniti, Iberia ha implementato il 15% di capacità in più rispetto al 2019, mantiene la rotta per Dallas per tutto l’anno e a dicembre si sposterà al T8 dell’aeroporto JFK di New York
In Europa spicca la crescita in Italia (Roma e Milano), Francia (Parigi), Svizzera (Ginevra) e Portogallo, dove la rotta per Funchal opererà per tutto l’inverno.
In Spagna, Iberia rafforza il segmento corporate scommettendo principalmente sull’Air Shuttle con un massimo di 86 frequenze settimanali
E in Africa, Iberia offrirà voli diretti per Luanda in codeshare con TAAG e, per la prima volta, opererà voli charter per la Giordania

È appena iniziata la stagione invernale per il settore aereo, che in Iberia sarà caratterizzato dal recupero di tutta la sua capacità pre-pandemia.

In particolare, la stagione va dal 29 ottobre al 25 marzo e, in questo ultimo trimestre del 2022, Iberia opererà per il 95 per cento della sua capacità, mentre nel primo trimestre del 2023, grazie all’arrivo di nuovi aeromobili, registrerà una capacità di 105 per cento rispetto ai livelli del 2019, che, nella stagione complessiva, si tradurrà in un’offerta che già corrisponde alla rete di voli e frequenze che offriva prima della pandemia.

Come evidenzia, Iberia ha già ristabilito la sua intera rete di voli e destinazioni in America Latina, sta crescendo negli Stati Uniti con la rotta per Dallas e effettuerà un maggiore dispiegamento su diverse rotte della sua rete a corto e medio raggio in Spagna e in Europa . Questo il dettaglio per mercati:

Rio de Janeiro, Caracas e Messico, protagonisti in America Latina

Questo fine settimana Iberia ha già recuperato il cento per cento della sua rete in America Latina con voli diretti per Rio de Janeiro e Caracas, le ultime due destinazioni in attesa dopo la pandemia, e con tre frequenze settimanali su ciascuna delle rotte.

Cresce anche in Messico e sarà il mercato con la maggiore offerta con tre voli giornalieri, insieme a Bogotá -che cresce da 10 a 14 frequenze settimanali- e Buenos Aires dove Iberia consolida i due voli giornalieri di questa stagione.

A Santiago del Cile, Lima, San Paolo e Santo Domingo verrà mantenuto il volo giornaliero, così come a San José de Costa Rica che, da dicembre, consolida le sette frequenze settimanali.

Montevideo avrà anche un volo giornaliero a partire da gennaio, Panama con sei voli settimanali; e L’Avana e Porto Rico con quattro frequenze settimanali.

Le altre destinazioni più rilevanti in questo mercato sono: la rotta Guatemala-El Salvador, che recupera anche i sette voli, Quito con sei e Guayaquil con altri tre, per un totale di nove voli con l’Ecuador.

Complessivamente, quest’inverno Iberia aggiungerà quasi 260 voli settimanali nella regione, per lo più giornalieri, collegando l’Europa con 18 destinazioni in 16 paesi dell’America Latina

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.