Forlì: Gaetano Intrieri – Aeroitalia “C’è un accordo da rinnovare. Il progetto Go to Fly? Per noi un ostacolo”


Questo è il sottotitolo di un articolo – intervista dove Gaetano Intrieri ha risposto a varie domande a un giornalista de Il Resto del Carlino – Forlì, che potete leggere al link:

Gaetano Intrieri è l’AD di Aeroitalia, la compagnia aerea che ha operato molti voli dll’aeroporto di Forli durante l’estate 2022.

In maggio era stato reso pubblico un accordo tra la compagnia aerea e l’aeroporto romagnolo. Ora il manager di AeroItalia spiega nell’intervista che il progetto GoTo Fly, l’aerolinea virtual dell’aeroporto romagnolo che dovrebbe iniziare a operare il 26 marzo 2023, è per la sua compagnia aerea un ostacolo.

Marco Bilancioni, l’autore dell’articolo e dell’intervista dice che l’accordo tra le due parti vacilla.

Intrieri, cosa succede?

“Il volo Forlì-Catania è previsto fino a metà gennaio. Poi non sappiamo cosa succederà. Stiamo trattando”.

Potreste andarvene?

“Vedremo, ne stiamo parlando con la società di gestione del Ridolfi”. 

C’è un accordo da ridiscutere o da rinnovare?

“Da rinnovare. Gli accordi sono già cambiati tre volte rispetto alle origini, da una parte e dall’altra. Ma questo è abbastanza normale”. 

Forlì e Aeroitalia avevano scommesso reciprocamente l’uno sull’altro. Cos’è che non sta funzionando? 

“Il Ridolfi ha fatto una scelta, legittima, di puntare su una compagnia aerea online. Non so se questa situazione conviene a noi. E alle altre compagnie”.

GoToFly, la compagnia aerea virtuale presentata da F.A. alla recente fiera del turismo di Rimini, sulla quale si vorrebbe puntare per l’estate 2023, dovrebbe occuparsi di voli charter.

“A noi risulta che siano voli di linea”. 

Dunque, secondo lei, un concorrente?

“A me non sembra un’ottima idea. Altrove si è rivelata un boomerang. Noi vorremmo continuare a lavorare con Forlì, ma insieme”. 

Il fatto che sia rimasta solo Catania tra le vostre mete viene letto come un segnale di rottura imminente.

“Ma no, come ripeto ne stiamo parlando. A riattivare una rotta, dopo una trattativa, ci vuole niente. Si veda il caso recente di Ryanair con Bologna”. 

Vuole fare, intanto, un bilancio della sua esperienza finora?

“Fino a un certo punto, molto positiva. Abbiamo fatto 40mila passeggeri con una percentuale di puntualità dell’85%. Credo che abbiamo dato un contributo importante al rilancio del Ridolfi”.

E allora perché non continuare insieme?

“Non dovreste chiederlo solo a me”.

Com’è il suo rapporto con il presidente di F.A. Giuseppe Silvestrini?

“Silvestrini, così come il vicepresidente Ettore Sansavini, è una persona straordinaria. Quello che hanno fatto, riaprendo un aeroporto chiuso da anni, non ha precedenti nella storia dell’aviazione italiana”.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.