SUDAFRICA: LABORATORIO DI TALENTI E CREATIVITÀ

5 artisti rappresentativi del nuovo volto della Rainbow Nation

In Sudafrica la scena creativa è in ascesa, grazie al ricco patrimonio culturale del Paese, fonte di ispirazione per giovani talenti e artisti affermati che reinterpretano la tradizione locale, portandola verso nuove direzioni e livelli: dalla moda al recupero dei materiali fino alla sostenibilità sociale.

Un mix di stili veramente unico che definisce il nuovo volto creativo del Sudafrica e che trova la sua massima espressione ogni anno al Design Indaba, in cui espongono i più emblematici esponenti, tra cui:

La designer Lisa Firer, nel quartiere di Woodstock a Cape Town, dirige un piccolo team di artiste che si occupa della realizzazione di preziosi oggetti artigianali.  Tutti i pezzi firmati Lisa Firer Design vengono realizzati rigorosamente a mano utilizzando la porcellana. Le lastre di questo materiale sono modellate, ripiegate e decorate a mano per essere poi cotte nel forno a 1.300 gradi. Ogni pezzo è unico ed è frutto di un minuzioso lavoro tecnico e artistico.

Babatunde sintetizza perfettamente il connubio  tra stampe di ispirazione africana ed elementi di design contemporaneo. Il fashion designer Gareth Cowden è la mente creativa dietro questa etichetta che abbina linee geometriche tradizionali in modo inaspettato. L’artista è in grado di trasportare le stampe in cera africana nella moda di tutti i giorni, e in particolare su accessori come cappelli, berretti, ombrelli e borse per laptop. Le sue creazioni sono apprezzati e indossati da star internazionali del calibro di Stevie Wonder e, oltre ad essere venduti in diversi negozi locali, sono esportati in Europa e Giappone.

Le ceramiche di Theo Ntuntwana traggono ispirazione dalla natura, dalle piante e dagli animali che caratterizzano la città di Cape Town. L’artista della township di Khayelitsha è solito realizzare coloratissimi oggetti per la casa come piatti, coppe e vasi con l’obiettivo di trasmettere, attraverso la sua arte, energia e buonumore. Infinite combinazioni di tinte, alternanza di disegni e di superfici colorate rispecchiano il design dell’artista sudafricano che realizza oggetti unici, perfetti punti d’incontro tra tradizione e creatività innovativa.

Il progetto Monkeybiz, supportato da un’Associazione locale non-profit impegnata ad offrire indipendenza economica alle comunità disagiate di Cape Town, si propone come ponte culturale tra arte tradizionale e contemporanea. L’obiettivo è quello di far rivivere la tradizione del Beadwork africano, trasmettendo la conoscenza e l’amore per l’arte tramandata di generazione in generazione.

Carrol Boyes è una rinomata artista e designer sudafricana che, trovando la perfetta sintesi tra arte e fruibilità, ha costruito una carriera di successo a livello internazionale. La sua esclusiva collezione di oggetti per la casa combina il talento artistico e la passione per la scultura dando vita ad un’ampia gamma di articoli da regalo e prodotti da tavola che traggono ispirazione sia dalla forma umana sia dalla bellezza della natura sudafricana.

Le opere di questi artisti si possono acquistare online sui rispettivi siti, in alcuni selezionati atelier in Sudafrica e a Milano c/o Cape Best, Corso Garibaldi 44 http://www.capebestshop.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...