IL QATAR È TRA I 10 PAESI PIÙ APERTI AL MONDO SECONDO LA UNWTO

La semplificazione delle procedure del visto d’ingresso ha potenziato l’apertura globale del Paese

Il Qatar è diventato il paese più aperto del Medio Oriente e l’ottavo al mondo in termini di facilitazione del visto secondo gli ultimi dati aggiornati relativi alla classifica redatta dell’Organizzazione Mondiale del Turismo (UNWTO).

L’alto ranking è il risultato di una serie di misure di facilitazione del visto introdotte dal Qatar, tra cui la possibilità per i cittadini di 88 nazioni di entrare nel Paese gratuitamente senza visto. Il punteggio di apertura del Qatar è aumentato di 71,3 punti dal 2014, quando si era classificato al 177° posto.

La maggiore apertura del Qatar si riflette già nel numero crescente di visitatori provenienti dai mercati esteri che ora possono accedere al Paese senza visto. Nel primo semestre del 2018 il volume degli arrivi è aumentato notevolmente rispetto allo stesso periodo del 2017 in particolar modo per le provenienze da India (18%), Cina (43%) e Russia che ha registrato la crescita più significativa con un incremento del 366%.

Hassan Al Ibrahim, Qatar Tourism Authority’s A/Chairman, ha commentato: “L’apertura e la facilità di accesso sono elementi cruciali dell’esperienza del visitatore. Questo è il motivo per cui, oltre allo sviluppo accelerato della nostra offerta turistica, ci siamo impegnati a fornire ai nostri visitatori un’esperienza fluida anche durante la pianificazione del loro viaggio. Continueremo a lavorare con i nostri partner per facilitare ulteriormente l’ingresso in Qatar attraverso un maggiore snellimento del processo di immigrazione nei porti di ingresso del Paese, oltre a garantire che tutte le procedure e i visti per i visitatori diventino elettronici”.

La UNWTO valuta anche la mobilità dei cittadini di un Paese e la misura in cui essi vengono interessati dalle procedure dei visti di altri Paesi – con cittadini altamente mobili in grado di viaggiare facilmente verso la maggior parte degli altri Paesi. Attualmente il Qatar si colloca al 106° posto nel mondo in termini di mobilità, ma vale la pena evidenziare che 20 dei Paesi che beneficiano dell’esenzione dal visto del Qatar sono già reciprocamente soddisfatti.

Mohammed Ahmed Al Ateeq, Director General of General Directorate of Passport in Qatar’s Ministry of Interior, ha dichiarato: “Il MOI è da tempo impegnato a collaborare con i suoi partner per migliorare l’esperienza dei visitatori ottimizzando al contempo le risorse. Siamo lieti per i risultati, notevolmente migliorati, di questa classifica relativa all’apertura che pone il Qatar in una posizione più forte per negoziare una migliore mobilità per i suoi cittadini”.

Il Qatar ha intrapreso il percorso per migliorare la facilitazione del visto e per garantire che il Qatar fosse pronto ad accogliere i viaggiatori internazionali nel 2014 quando QTA incaricò la UNWTO di condurre uno studio sulla semplificazione del visto.

“Il Qatar ha implementato e superato di gran lunga le indicazioni dello studio, promuovendo come esempio viaggi sicuri e senza interruzioni, migliorando l’esperienza del visitatore e impegnandosi a incrementare la mobilità dei suoi cittadini”, ha affermato Zurab Polikashvili, UNWTO Secretary-General.

Nel settembre 2016 è stato firmato un accordo tra QTA, Qatar Airways, il Ministero dell’Interno del Qatar e VFS Global per introdurre una piattaforma online per il trattamento delle domande di visto e l’emissione dei visti elettronici. Il nuovo servizio, lanciato nel 2017, ha notevolmente facilitato l’accesso dei visitatori in Qatar, offrendo un sistema di richiesta del visto più efficiente e trasparente, con tariffe standardizzate.

Inoltre nello stesso mese è stato messo in atto un nuovo processo per facilitare lo sbarco dei crocieristi e, prima della fine dell’anno, il Qatar ha inoltre lanciato un visto di transito gratuito di 96 ore raddoppiando il numero di passeggeri che possono fermarsi nel Paese e scoprire le tante attrazioni della destinazione.

Nell’agosto 2017, il Qatar ha introdotto la nuova policy di esenzione dal visto per i cittadini di oltre 80 Paesi, mentre da settembre 2017 l’Electronic Travel Authorisation (ETA) è stata messa a disposizione dei visitatori di tutte le nazionalità in possesso di un permesso di soggiorno o di un visto valido provenienti da Regno Unito, Stati Uniti d’America, Canada, Australia, Nuova Zelanda o dai Paesi Schengen. Questo sistema consente ai visitatori idonei di ottenere l’ETA compilando una semplice richiesta online prima del viaggio, all’indirizzo http://www.qatarvisaservice.com.

Secondo l’UNWTO, al 60% della popolazione mondiale è richiesto l’ottenimento di un visto tradizionale prima della partenza verso destinazioni del Medio Oriente. L’Europa continua ad essere tra le destinazioni più restrittive, richiedendo, in media, l’ottenimento di un visto tradizionale prima della partenza alla percentuale più alta della popolazione mondiale (66%).

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.