CON “SPOT OF LIGHT, PUNTI DI LUCE: LE DONNE NELLA SHOAH” LINATE NON DIMENTICA

il

Anche quest’anno gli Aeroporti di Milano scelgono di non dimenticare. Negli scali di Linate e Malpensa si possono incontrare testimonianze importanti che danno vita a riflessioni, ricordi o spunti, ma soprattutto emozioni per i passeggeri che vorranno dedicare un momento prima del loro volo. Inaugurata oggi all’aeroporto di Milano Linate nell’area imbarchi, alla presenza dell’Assessore alla Cultura del Comune di Milano, Filippo Del Corno, e alla Vice Presidente dell’Associazione Figli della Shoah, Daniela Dana Tedeschi, la mostra “Spot of Light, Punti di Luce: le Donne nella Shoah”, a cura dell’Associazione Figli della Shoah realizzata dall’Istituto Yad Vashem di Gerusalemme.

Dedicata alla figura delle donne durante la Shoah, questa mostra mette in luce le loro storie fatte di continue scelte morali, coraggiose decisioni e illimitata abnegazione verso i propri cari. Attraverso le diverse sezioni tematiche, come quelle su amore, femminilità, arte, fede e molte altre, si racconta come l’universo femminile sia stato travolto dalla tragedia della Shoah e come abbia saputo reagire con forza, determinazione e resilienza. Le donne ebree vivevano in una società per lo più conservatrice e patriarcale, ma molte di loro durante la guerra assunsero il ruolo di capofamiglia. Un ruolo che si tradusse nella lotta per sopravvivere alle circostanze senza precedenti che si trovarono costrette ad affrontare insieme alle loro famiglie.

La mostra ripercorre l’ampia e diversificata gamma delle azioni e delle risposte di alcune donne ebree in vari paesi d’Europa e in varie circostanze, e riflette la drammaticità della loro situazione e nel contempo la loro dimostrazione di forza umana e femminile, in particolare caratterizzata dall’assumersi la responsabilità di prendersi cura degli altri.

Concentrandosi su queste voci femminili, la mostra presenta fotografie, documenti e lettere, accompagnate da brevi biografie. La mostra sarà visibile fino al 4 febbraio.

Infine, sabato 27 gennaio e domenica 28, presso il teatro olografico che si trova alla Porta di Milano al Terminal 1 dell’aeroporto di Milano Malpensa, sarà possibile fermarsi a guardare alcuni estratti del docufilm “Memoria” di Ruggero Gabbai.

 

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.