ALL’AEROPORTO DI CAGLIARI ARRIVA IL CAR SHARING

il

A partire da oggi sarà possibile utilizzare il car sharing anche dall’Aeroporto di Cagliari:
grazie all’accordo tra SOGAER e Playcar, il gestore car sharing per la municipalità del
capoluogo sardo, i cittadini e passeggeri che utilizzeranno l’auto condivisa ‘free floating’
avranno a disposizione due piazzole di sosta dedicate nell’area di fronte agli Arrivi del
principale aeroporto dell’Isola.
La novità è un segno evidente della crescente attenzione dello scalo per la mobilità
sostenibile e per la connessione con i mezzi di trasporto ecologici e condivisi come
treni, bus, taxi e NCC.
Chi arriva o in parte al ‘Mario Mameli’ potrà trovare le caratteristicheauto ‘a
flusso libero’ a marchio Playcar nel parcheggio ‘Fronte Arrivi’. L’opzione ‘free
floating’ consente di prendere le vetture o in aeroporto in città dai parcheggi dedicati
bianchi o blu e rilasciarle in una qualsiasi altra zona del perimetro urbano o nei
parcheggi aeroportuali riservati al car sharing.
Il sistema di trasporto condiviso gestito da Playcar offrirà così agli utenti che hanno
scelto di rinunciare all’auto privata l’opzione più ecologica per muoversi tra la città e
l’aeroporto. Il servizio, attivo a Cagliari già da 5 anni, consente attualmente la
condivisione di un parco auto di 100 veicoli a basso impatto ambientale a tariffe
vantaggiose. La flotta Playcar verrà presto ampliata per soddisfare una domanda in
netta crescita: nei primi sei mesi del 2019 gli abbonati al servizio car sharing nel
capoluogo hanno toccato quota 3525, contro i 2382 del 2018.
“Con l’apertura al car sharing – dichiara Alberto Scanu, amministratore delegato
di SOGAER, società di gestione dello scalo cagliaritano – l’aeroporto si avvicina agli
standard europei sulla mobilità sostenibile e sul trasporto condiviso e lo fa a grandi
passi. L’obiettivo è quello di favorire collegamenti agili e a basso impatto ambientale
con i principali punti di interesse in città e in tutto il Sud Sardegna”.
“L’attivazione del parcheggio dedicato in esclusiva al car sharing”, prosegue Scanu, “fa
parte di un più ampio progetto ambientale che SOGAER sta portando avanti: abbiamo
iniziato con l’acquisto di veicoli elettrici e prevediamo, a brevissimo, l’incremento degli
stalli destinati alle auto condivise, l’implementazione dei sistemi di ricarica dei veicoli
elettrici, il bike sharing e la micromobilità. Vogliamo così soddisfare anche le necessità
di chi desidera muoversi con un mezzo proprio. In ogni caso, la nostra idea è molto
ambiziosa: diventare un esempio a livello europeo per le buone pratiche sulla mobilità

sostenibile e per il rispetto dell’ambiente. Possiamo dunque affermare che incentivare
la crescita e l’utilizzo della molteplicità di trasporti ‘green’ e coordinati è ormai diventato
un elemento imprescindibile anche per l’Aeroporto di Cagliari”.
“Ringraziamo SOGAER e il Comune di Cagliari – afferma Fabio Mereu, fondatore di
Playcar Cagliari – perché con questo accordo si completa la prima fase di
intermodalità iniziata in città con il porto, la stazione dei treni e della metropolitana. Da
oggi si consente agli utenti dell’aeroporto di fruire del servizio di car sharing in
alternativa all’auto privata e si crea risparmio riducendo la percorrenza media
chilometrica individuale e il numero delle auto in sosta e recuperando spazio urbano. Ci
preme sottolineare che tutte le auto di Playcar sono di nuova fabbricazione e rispettano
le più rigide norme europee contro l’inquinamento. Il nostro obiettivo è quello di poter
mettere a disposizione, nel più breve tempo possibile, il ‘full electric’ per tutte le auto,
(ora già disponibile ma in maniera parziale), cioè un parco vetturecompletamente
elettrico, che vada a vantaggio della mobilità sostenibile, dell’ambiente e della qualità
della vita. Il sogno è anche quello di poter offrire in aeroporto – continua il fondatore di
Playcar –una gamma completa di mezzi totalmente ecologici in condivisione come i
veicoli elettrici, quelli commerciali, le biciclette del bike sharing, gli scooter elettrici e i
monopattini elettrici”.
“Ciò potrà avvenire solo quando sarà completata l’auspicata rete di ricarica urbana”,
spiega Mereu, “le cosiddette ‘colonnine’. Il nostro impegno è realizzare su misura le
Best Practice più virtuose per far diventare Cagliari un modello di studio internazionale
sul tema della mobilità sostenibile. Sia l’Amministrazione Comunale che SOGAER si
stanno dimostrando sensibili a queste tematiche: sono certo che sapranno adoperarsi
insieme a tutti gli altri soggetti coinvolti affinché il percorso di crescita della città in
questo senso possa essere presto completato con grande soddisfazione per tutti”.
Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.