Alitalia : per alcuni sindacati dovrà essere come oggi. No ad un mini vettore


Alcuni sindacati sulla questione Alitalia vivono in un mondo a se. Dall’incontro di oggi si legge che alcune sigle come CGIL e Filt sono contrarie ad una mini Alitalia. Cioè una compagnia aerea più piccola così come si sta prospettando. Si legge su: https://www.rassegna.it/mobile/articoli/alitalia-cgil-e-filt-no-a-flotta-ridimensionata

A questo punto è’ ragionevole chiedersi, ma questi signori dove vivono in un mondo proprio a se? Non riescono a capire, che sta succedendo nel mondo reale di questi giorni e’ chiedere troppo?

Proprio ieri Austrian Airlines, una compagnia aerea che sta nell’orbita Lufthansa e da qualche tempo soffre prima la crisi causata dai vettori budget ed ora del Coronavirus. Il CEO ha chiaramente detto quest’anno stimiamo di avere il 25/50% della domanda del 2019. Ciò vuol dire in parole povere, forse è’ grasso che cola se avremo 1/4 di un anno fa, saremo fortunati se saranno la metà. Molto chiaro senza ombra di dubbio. Cioè la situazione è’ più che tragica, come saltarci fuori e’ un problema. Stessa cosa dicasi per il 2021 e si stima che il traffico ritornerà ad essere ai nn livelli del 2019 solo nel 2023/24.

La situazione di Alitalia sarà la medesima di Austrian. C’è’ da leccarsi le ferite. Bisogna ripartire, se il PIL del Paese a quanto pare e’ al -11% e’ uno strazio. Questo senza se e senza ma. A testa bassa accettando quel che passa il convento, perché per mesi il mercato non ci sarà e si dovrà combattere per prenderselo, anche a costo di essere pronti e furbi nel portarlo via agli altri. Solo così si potrà credere di avere una chance. Forse per tre/sei mesi voleranno in pochi (passeggeri) e riempire gli aeroplani sarà un terno al lotto. Un po’ di gente per lavoro o necessità , molto pochi per turismo. Proprio come dice Vasu Raja – direttore strategies di American Airlines. Il traffico nei prossimi 60 giorni non c’è’ e chi andrà per vacanza neanche tra 90/150 giorni Cioè’ fino a fine settembre, ergo stagione finita. Per questo non ci sarà un volo American Airlines da qui al 25 ottobre. Tutti cancellati i 10 voli al giorno previsti tra 6 punti in America e tre in Italia. Il blocco americano per i prossimi mesi nella penisola non ci sarà. Quindi uno dei maggiori clienti della penisola salterà l’appuntamento è noi non avremo i loro dollari in tasca. E questo è’ solo un esempio delle fette della torta che non ci saranno. Meditate, meditate. La coperta non è’ corta a sto’ giro. Proprio non c’è’.

Certi sindacalisti italiani, altri sono più moderati e realisti, pensano ancora ad un Alitalia con le vecchie concettualita’ delle vocazioni o valorizzazioni della parte volo, manutenzioni. Cargo e Handling. Ma sul mondo reale ci vivono?

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.