ITA (Alitalia) da 75 aerei a 147. Boeing sul long haul e Airbus sul corto. 7000 dipendenti per poi crescere. Spazio al cargo

il

Fabio Maria Lazzerini ha disegnato il futuro di ITA – Italia Trasporto Aereo, la nuova Alitalia. Ci sarà molto lungo raggio e cargo. La flotta parte da 75 aerei, per averne a regime fino a 147. Il tutto modulato sulla effettiva domanda e ripresa del mercato. Oggi, onestamente, non si può essere in grado di capire quando il tutto riprenderà, come e su quali volumi. La flessibilità e’ la parola principe in questo nuovo piano.

I Boeing saranno l’ossatura della futura a lungo raggio. Quasi sicuramente i B787-9 Dreamliner. Gli Airbus, su quella del corto raggio di Cityliner. Qui un mix di A320neo e A220. Ma il tutto si vedrà a iniziare dal 2022/23. Non prima, non e’ materialmente possibile averli sia dai costruttori, oltre a tutto il tempo necessario al processo di introduzione in un azienda. Il quale assorbe dai 6 a 8 mesi.

La rete del nuovo vettore spazierà da occidente a oriente. I capisaldi saranno gli USA con Miami, New York e San Francisco. Poi il Canada e Sud America. Quindi Africa con Johannesburg. A Oriente su Cina, Giappone, Singapore e Thailandia.

Ci sarà una divisione cargo, la quale non solo gestirà gli spazi cargo delle stive degli aerei passeggeri in flotta. E’ stato pensato di dotarla di 5/6 aerei. La nuova ITA andrà a caccia di tutta la merce italiana, che ora viene imbarcata su vettori esteri.

Per quanto concerne il personale, si partirà’ con meno di 7000 persone. Le rimanenti risorse umane saranno gestite in ammortizzatori sociali, poi alla bisogna saranno reintegrate, oppure accompagnate alla quiescenza.

Un altro punto del business plan e’ la manutenzione. Una collaborazione con Leonardo porterebbe a creare un polo integrato per l’esecuzione di interventi necessari ai velivoli della flotta e non solo.

Sul piano delle alleanze, Lufthansa parte svantaggiata. Delta e’ meglio posizionata in virtù delle concessioni fatte, a parole, circa una consistente riduzione delle pretese economiche negli accordi di partnership.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.