IATA: il Covid-19 sconvolge il traffico negli aeroporti

il

L’International Air Transport Association (IATA) ha rilasciato i dati che rivelano che la crisi del COVID-19 ha avuto un impatto devastante sulla connettività internazionale, scuotendo le classifiche delle città più connesse del mondo.

Londra, la città numero uno al mondo più connessa nel settembre 2019, ha registrato un calo del 67% nella connettività. A settembre 2020 era scesa al numero otto.

Shanghai è ora la prima città classificata per connettività con le prime quattro città più collegate in Cina: Shanghai, Pechino, Guangzhou e Chengdu. New York (-66% in calo della connettività), Tokyo (-65%), Bangkok (-81%), Hong Kong (-81%) e Seoul (-69%) sono uscite tutte dalla top ten.

Lo studio rivela che le città con un gran numero di collegamenti domestici ora dominano, mostrando la misura in cui la connettività internazionale è stata interrotta.

RANKINGSEPTEMBER 2019SEPTEMBER 2020
1LondonShanghai
2ShanghaiBeijing
3New YorkGuangzhou
4BeijingChengdu
5TokyoChicago
6Los AngelesShenzhen 
7BangkokLos Angeles
8Hong KongLondon
9SeoulDallas
10ChicagoAtlanta

“Il drastico cambiamento nelle classifiche della connettività dimostra la scala in cui la stessa in ambito mondiale è stata riordinata negli ultimi mesi. Ma il punto importante è che le classifiche non sono cambiate a causa di alcun miglioramento nella connettività. Ciò è complessivamente diminuito in tutti i mercati. La classifica è cambiata perché l’entità del declino è stata maggiore per alcune città rispetto ad altre. Non ci sono vincitori, solo alcuni giocatori che hanno subito meno infortuni. In un breve periodo di tempo abbiamo annullato un secolo di progressi nel riunire le persone e nel collegare i mercati. Il messaggio che dobbiamo trarre da questo studio è l’urgente necessità di ricostruire la rete globale di trasporto aereo “, ha affermato Sebastian Mikosz, vicepresidente senior della IATA per le relazioni esterne dei membri.

La 76a Assemblea Generale Annuale della IATA ha invitato i governi a riaprire in sicurezza i confini utilizzando i test. “Il test sistematico dei viaggiatori è la soluzione immediata per ricostruire la connettività che abbiamo perso. La tecnologia esiste. Le linee guida per l’implementazione sono state sviluppate. Ora dobbiamo attuare, prima che il danno alla rete di trasporto aereo globale diventi irreparabile ”, ha detto Mikosz.

Il trasporto aereo è uno dei principali motori dell’economia globale. In tempi normali, circa 88 milioni di posti di lavoro e 3,5 trilioni di dollari di PIL sono sostenuti dall’aviazione. Più della metà di questa occupazione e valore economico è a rischio a causa del crollo della domanda globale di viaggi aerei. “I governi devono rendersi conto che ci sono conseguenze importanti per la vita e il sostentamento delle persone. Almeno 46 milioni di posti di lavoro sostenuti dal trasporto aereo sono in pericolo. E la forza della ripresa economica da COVID-19 sarà gravemente compromessa senza il supporto di una rete di trasporto aereo funzionante “, ha detto Mikosz.

L’indice di connettività aerea della IATA misura il livello di connessione tra le città di un paese e altre città in tutto il mondo, fattore critico per il commercio, il turismo, gli investimenti e altri flussi economici. Si tratta di una misura composita che riflette il numero di posti volati verso le destinazioni servite dai principali aeroporti di un paese e l’importanza economica di tali destinazioni.

Impatti del COVID-19 sulla connettività per regione (aprile 2019-aprile 2020, misura dell’indice di connettività IATA)

L’Africa ha subito un calo del 93% nella connettività. L’Etiopia è riuscita a invertire la tendenza. Durante il primo picco della pandemia nell’aprile 2020, l’Etiopia ha mantenuto collegamenti con 88 destinazioni internazionali. Molti mercati dell’aviazione che dipendono dal turismo, come l’Egitto, il Sud Africa e il Marocco, sono stati particolarmente colpiti.

L’Asia-Pacifico ha registrato un calo del 76% nella connettività. I mercati dell’aviazione nazionale più forti, come Cina, Giappone e Corea del Sud, hanno ottenuto risultati migliori tra i paesi più collegati della regione. Nonostante il mercato dell’aviazione nazionale relativamente ampio, la Thailandia è stata gravemente colpita forse a causa dell’elevata dipendenza del paese dal turismo internazionale.

L’Europa ha registrato un calo del 93% nella connettività. I paesi europei hanno registrato cali significativi nella maggior parte dei mercati, sebbene la connettività russa abbia resistito meglio dei paesi dell’Europa occidentale.

I paesi del Medio Oriente hanno registrato un calo della connettività dell’88%. Ad eccezione del Qatar, i livelli di connettività si sono ridotti di oltre l’85% per i cinque paesi più connessi della regione. Nonostante la chiusura delle frontiere, il Qatar ha consentito ai passeggeri di transitare tra i voli. Era anche un importante hub per le merci aviotrasportate. La connettività nordamericana è diminuita del 73%.

La connettività del Canada (calo del -85%) è stata colpita più pesantemente degli Stati Uniti (-72%). In parte, ciò riflette il grande mercato dell’aviazione nazionale negli Stati Uniti, che nonostante un significativo calo dei passeggeri, ha continuato a supportare la connettività.

L’America Latina ha subito un crollo del 91% nella connettività. Messico e Cile hanno ottenuto risultati relativamente migliori rispetto agli altri paesi più collegati, forse a causa della tempistica dei blocchi interni in questi paesi e della severità con cui sono stati applicati.

Prima della pandemia

Prima della pandemia COVID-19, la crescita della connettività aerea era una storia di successo globale. Negli ultimi due decenni il numero di città collegate direttamente per via aerea (collegamenti a coppie di città) è più che raddoppiato, mentre nello stesso periodo i costi dei viaggi aerei sono diminuiti di circa la metà.

I primi dieci paesi più connessi al mondo hanno registrato per lo più aumenti significativi nel periodo 2014-2019. Gli Stati Uniti rimangono il Paese più connesso, con una crescita del 26%. La Cina, al secondo posto, ha aumentato la connettività del 62%. Tra gli altri migliori risultati tra i primi dieci figurano l’India al quarto posto (+ 89%) e la Thailandia al nono posto (+ 62%).

La ricerca della IATA ha esplorato i vantaggi di una maggiore connettività aerea. Le conclusioni salienti sono state:

Un collegamento positivo tra connettività e produttività.

Un aumento del 10% della connettività, rispetto al PIL di un paese, aumenterà i livelli di produttività del lavoro dello 0,07%.

L’impatto è maggiore per i paesi in via di sviluppo.

Gli investimenti nella capacità di trasporto aereo nei paesi in cui la connettività è attualmente relativamente bassa avranno un impatto molto maggiore sulla loro produttività e sul loro successo economico rispetto a un livello di investimento simile in un paese relativamente sviluppato. Le entrate del turismo possono essere reinvestite per formare beni capitali.

Il trasporto aereo ha contribuito a maggiori opportunità di lavoro e benefici economici più ampi attraverso gli effetti catalizzatori del turismo, in particolare nei piccoli Stati insulari. Nelle economie di mercato emergenti, potrebbe esserci una carenza strutturale della domanda, quindi la spesa per il turismo può colmare il divario.

Il gettito fiscale aumenta a causa di una maggiore attività economica.

La connettività aerea facilita l’attività economica e la crescita in un determinato paese, il che può avere un impatto positivo sulle entrate fiscali del governo.

Visualizza la presentazione sulla connettività (pdf).

https://www.iata.org/en/iata-repository/pressroom/presentations/connectivity-study-briefing-gmd2020/

Nel frattempo il fattore di carico si sta riprendendo più velocemente del numero di voli dei passeggeri:

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.