Il Regno Unito da il disco verde al Boeing 737MAX. Una buona notizia per TUI

il

L’Autorità per l’aviazione civile britannica (CAA) ha annunciato che consentirà alle compagnie aeree britanniche di operare voli passeggeri con il Boeing 737 MAX, soggetto a stretta sorveglianza. Anche il divieto per gli aeromobili che operano nello spazio aereo del Regno Unito verrà rimosso. I cambiamenti entrano in vigore oggi. Segue decisioni simili da parte dell’Agenzia dell’Unione europea per la sicurezza aerea (EASA), della Federal Aviation Administration (FAA) degli Stati Uniti e di Transport Canada.

La decisione segue l’approvazione delle modifiche progettuali del velivolo stesso, del modo in cui viene pilotato e dell’addestramento dei piloti. Ciò ha incluso la modifica al sistema di aumento delle caratteristiche di manovra (MCAS) del velivolo e altri cambiamenti chiave di sicurezza volti a prevenire ulteriori incidenti. La CAA è stata strettamente coinvolta in questo lavoro di approvazione e nell’ampio processo intrapreso da tutte le parti coinvolte.

La CAA è in stretto contatto con TUI, attualmente l’unico operatore britannico dell’aeromobile, in quanto rimette in servizio il proprio aeromobile. Come parte di questo avremo la piena supervisione dei piani della compagnia aerea, compresi i suoi programmi di addestramento dei piloti e l’attuazione delle modifiche necessarie agli aeromobili.

La rimozione del divieto di spazio aereo consentirà agli operatori stranieri di far volare il Boeing 737 MAX nello spazio aereo del Regno Unito. Tutte le compagnie aeree, tuttavia, dovranno eseguire i passaggi necessari per rimettere in servizio l’aereo, incluso l’addestramento dei piloti, quindi ciò potrebbe comportare che voli del tipo nel Regno Unito non vengano visti immediatamente.

L’aereo è stato messo a terra in seguito a due tragici incidenti (il volo Lion Air 610 il 29 ottobre 2018 e il volo Ethiopian Airlines 302 il 10 marzo 2019). Il Regno Unito è stato uno dei primi paesi ad agire, impedendo all’aereo di utilizzare il suo spazio aereo.

Richard Moriarty, amministratore delegato della Civil Aviation Authority del Regno Unito, ha dichiarato: “I nostri pensieri rimangono alle persone colpite dai tragici incidenti del Boeing 737 MAX. Questa non è una decisione che abbiamo preso alla leggera e non avremmo consentito un ritorno in servizio per gli operatori del Regno Unito o revocato il divieto per gli aeromobili che operano nello spazio aereo del Regno Unito, a meno che non fossimo soddisfatti che il tipo di aeromobile è idoneo al volo e può essere utilizzato in sicurezza . Il lavoro internazionale per riportare il Boeing 737 MAX nei cieli è stato il progetto più ampio di questo tipo mai intrapreso nel settore dell’aviazione civile e mostra quanto sia importante la cooperazione tra stati e autorità di regolamentazione per mantenere la sicurezza “.

La CAA ha basato la sua decisione di consentire un ritorno in servizio su informazioni dettagliate da EASA, FAA e Boeing, oltre a un ampio impegno con gli operatori aerei e le organizzazioni di rappresentanza dei piloti. La CAA ha collaborato con l’EASA, in qualità di nostro agente tecnico, esaminando il proprio lavoro come autorità di convalida. Durante questo processo, il Regno Unito è stato pienamente consapevole dell’attività di assicurazione tecnica condotta dall’EASA. Inoltre, il Regno Unito ha partecipato a forum di formazione pilota e valutazioni di simulatori.

Note:

TUI ha sei aeromobili 737 MAX nel registro del Regno Unito.

Le principali modifiche all’aeromobile che consentono un sicuro ritorno in servizio sono:

Il software del computer di controllo del volo (FCC) cambia, in modo che entrambi gli ingressi del sensore dell’angolo di attacco (AoA) del velivolo vengano utilizzati dai sistemi del velivolo (piuttosto che in precedenza) salvaguarda dall’attivazione inutile di MCAS, a causa di un sensore AoA guasto o errato rimozione del comando di ripetizione MCAS limiti rivisti dell’autorità di comando MCAS revisioni delle procedure dell’equipaggio di condotta e dei requisiti di addestramento implementazione di un’indicazione di avviso di “disaccordo” AoA che apparirebbe sui display di volo principali dei piloti monitoraggio del trim FCC incrociato, per rilevare e disattivare i comandi di trim del passo errati

La Federal Aviation Administration (FAA) degli Stati Uniti è responsabile della certificazione (approvazione) iniziale del Boeing 737 MAX poiché è progettato negli Stati Uniti, ed è l’Agenzia dell’Unione europea per la sicurezza aerea (EASA) che convalida questa certificazione in tutta l’UE .

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.